‎Orologi – I 59 migliori Orologi da polso‎

‎Orologi – I 59 migliori Orologi da polso‎

Orologi di lusso di grandi marche uomo e donna
Clicca per votare questo articolo!
[Voti: Media: ]

I 59 migliori orologi di lusso al mondo senza smartwatch.

‎Orologi – I 59 migliori Orologi da polso‎
I migliori 62 orologi: Patek Phillipe Nautilus, Cartier Santos, Breguet Tradition 7047, Tudor Black Bay Fifty-Eight, Hublot Classic FusionPR

A questo punto, vogliamo introdurre i 59 migliori orologi di tutti i tempi, due ogni settimana per un anno. E naturalmente sappiamo che non esistono “i migliori orologi”; è una selezione altamente soggettiva della redazione; in un ordine completamente arbitrario (cioè esplicitamente non classificato) su cui si può discutere (Lasciateci i vostri commenti).

Ci sono preziosi capolavori dell’orologeria e coloro che semplicemente vanno d’accordo con tutto, giorno dopo giorno. Sono prima amori tra loro, affari emozionanti e quelli a cui giuriamo lealtà eterna. Forse sono solo i 58 orologi che amiamo di più, ognuno a modo suo. Che non è il criterio peggiore per scegliere un orologio.

Orologi


Vulcain Cricket Anni ’50 President’s Estate – Orologi

Il Vulcain Cricket 50s Presidents Heritage orologi
Die Vulcain Cricket 50s President’s Heritage
  • Il primo orologio con complicazione della sveglia
  • L'”Orologio del Presidente”
  • A partire da circa 3.300 euro

A volte non è del tutto chiaro se una meraviglia in un colpo solo sia il destino più bello di una vita senza alcun colpo; c’è molto da dire contro di essa; ma se c’è una casa nella storia dell’orologeria moderna che in realtà sta solo per un solo orologio. Allora è Vulcain con il suo Cricket. Il primo orologio da polso con funzione di allarme. (“Cricket” è inglese per il cricket, perché l’allarme fa un rumore ringhiante).

L’orologio è stato introdotto nel 1947; finalmente una sveglia da braccialetto che ha davvero svegliato chi lo indossava – i precedenti tentativi di Vulcain erano belli, ma troppo silenziosi. Ora, tuttavia, il produttore svizzero sembrava aver sviluppato un’applicazione killer. Sembra che gli uomini roinoverino con urgenza, e questo sembra essere particolarmente vero per un gruppo professionale esclusivo: i presidenti degli Stati Uniti. Harry Truman, Ike Eisenhower, Lyndon B. Johnson e Richard Nixon indossavano Vulcain Crickets; il che la portò ad essere chiamata “President’s Watch”. Un fatto che Vulcain enfatizza così regolarmente come se volessero fornire una colonna sonora alla meraviglia orologologica di un colpo solo.

Vulcain Cricket Anni ’50 President’s Estate

Coloro che vivono a Le Locle probabilmente lo sentono più spesso quando “Mambo n. 5” è alla radio, e ogni nuovo proprietario del marchio, che è stato malmenato dai decenni, cerca di far rivivere la tradizione. Sul sito Vulcain si vede una lettera di ringraziamento di Barack Obama; Che lo ringrazia per l’orologio dotato. (La lettera di ringraziamento sul giornale della Casa Bianca non menziona il luogo. Le Locle all’indirizzo; scrive solo la strada e “Svizzera”). Donald Trump ha ottenuto il suo cricket alla fine del 2016. Proprio in un momento in cui Vulcain ha dovuto più che dimezzare il suo numero di dipendenti.

Vulcain è stata fondata nel 1858; Ma l’azienda oggi non ha molto a che fare con quella di quel tempo. La linea è stata interrotta al più tardi nella crisi del quarzo.E’ stata ripresa solo all’inizio degli anni 2000. Ma comunque, c’è qualcosa di speciale: l’orologio unico. L’unico calibro, il cricket, l’orologio del presidente, e potrebbe essere solo un successo, ma che successo – Mambo Numero Uno.

Vulcain Cricket Anni ’50 President’s Estate

Nel corso degli anni si è cercato più e più volte di rinnovare il cricket; ma in verità si sente a suo agio nel suo outfit nello stile degli anni ’50. Con un quadrante che dà sorprendentemente equilibrato molto spazio informativo; oltre a cifre orarie e indici; C’è una minuteria circonferenziale, sopra il quale le unità di 10 minuti sono segnate di nuovo per l’orientamento. Per la mano dell’allarme, le 10, 30 e 50 anche con cifre. Questo è così superbamente superfluo che non lo troverai nemmeno sulle sveglie sul comodino, su cui tenderebbe ad esserci molto più spazio.

Nessuno ne ha bisogno. Ma sembra molto bello. Come se l’orologio avesse ancora informazioni, un certo ordine; e diciamolo apertamente; chi indossa una sveglia al polso, ha bisogno di più ordine nella vita. Naturalmente, non li porta qui, al contrario. Gli orologi Vulcain non sono così facili da trovare. Non vorrei prevedere per questo momento quando leggi questo test se l’azienda esiste ancora.

Ma se, per esempio; Hai la sensazione di essere una persona un po ‘, diciamo, testarda, un po ‘fuori dal tempo; Magica e stranamente bella. Che può fare tutto ciò di cui ha bisogno per essere in grado di essere ancora piu’ bella. e inoltre a volte dà solo suoni ostinata. Allora il Vulcain Cricket potrebbe essere esattamente l’orologio perfetto per te. In secondo luogo vorrei bere una birra con te. Perché è speciale. 

Qui troverai tutto sugli orologi Vulcain.

I modelli di dati e i calibri:

Il calibro a mano con la funzione di allarme chiama Vulcain V-10. Batte con 2.5 Hertz.(Per i non nerd; La seconda mano fa cinque piccoli passi al secondo; Quindi non funziona così setosa come di solito con orologi meccanici in questa fascia di prezzo). Offre 42 ore di riserva di carica e 20 secondi di tempo di allarme. Ci sono una serie di varianti dell’orologio in acciaio, specialmente una bella con fase lunare (ehi, è tutto romantico qui!).

Diametro

Bracciale da 39 mm:
Impermeabilein pelle: fino a 5 bar


Jaeger-LeCoultre Master Ultra Thin Moon Phases – Orologi

Die JaegerLeCoultre Master Ultra Thin Mondphasen orologi
Le fasi della Luna Ultra Sottile Jaeger-LeCoultre Master

Questo esempio jaeger-LeCoultre non è il primo orologio della Maison in questa lista, e c’è una buona ragione per questo. Pensa al primo orologio che associ a JLC. Esatto, il Reverso. Un design così unico e che definisce lo stile che a volte potresti quasi dimenticare che Jaeger-LeCoultre costruisce anche altri orologi eccellenti. Questo orologio in fase lunare della collezione Master Ultra Thin e’ bellissimo. JLC lo ha nella sua gamma solo dal 1993. Ciò che una Maison che esiste dal 1833 non è affatto un periodo. A titolo di confronto, il Reverso esiste dal 1931.

Eppure il Master Ultra Thin non ha nulla di futuristico alla moda; Invece del 1993 potrebbe benissimo venire dal 1933, e questo è forse il suo più grande vantaggio. A prima vista; Le fasi lunari Master Ultra Thin sembrano semplici. (Se si può davvero dire che e’ con un orologio con display a fase lunare). Al secondo. Come per tutto ciò che Jaeger-LeCoultre tocca,viene rivelata una profondità di dettaglio che non è sufficientemente descritta con perfezione. 

Qui troverai tutto su Jaeger-LeCoultre.

I modelli e i calibri dati

(versione attuale): gli orologi della linea Master Ultra Thin con display a fase lunare sono caratterizzati dal design estremamente piatto. Poiché porta il calibro di manifattura 925AA ad un’altezza di soli 4,9 mm, lo spessore dell’orologio misura solo 9,3 mm. Oltre alla variante qui presentata con un diametro di 39 mm, JLC offre anche una versione leggermente più piccola con 36 mm. Oltre all’acciaio inossidabile, c’è anche l’oro rosa come opzione di cassa.

Diametro: Bracciale da 39
mm:
Pelle Impermeabile: 50 metri

Questa è un’altra cosa: Se dubiti ancora della reputazione di Jaeger-LeCoultre, Elisabetta II indossò un orologio della Manifattura alla sua incoronazione nel 1953, un regalo del presidente francese.


Collezione capolavori Grand Seiko SBGD201 – Orologi

Die Grand Seiko SBGD201 Masterpiece Collection. orologi
Die Grand Seiko SBGD201 Masterpiece Collection.
  • Alta orologeria giapponese
  • Tecnologia unica
  • A partire da 60.000 Euro

L’orologeria è ancorata alle tradizioni, che fa parte del fascino che ne deriva. Quello di cui raramente parliamo è che è ancorato anche alle culture. Non è un caso che i migliori orologi provengano dall’Uhrental svizzero o dalla valle di Erzgebirge di Glashütte. Topograficamente e probabilmente anche mentalmente abbastanza simile. Ma ci sono altre regioni in cui vengono cstruiti orologi fantastici, in modo diverso, e l’esempio migliore è il produttore più sottovalutato di tutti, il gigante giapponese dell’orologio Seiko.

Naturalmente, tutti conoscono l’azienda, e probabilmente ognuno di noi ha posseduto un Seiko ad un certo punto della nostra vita. Uno di quegli orologi subacquei indistruttibili e abbastanza accurati che sarebbero l’unico orologio per la vita di un uomo. E probabilmente questo orologio è da biasimare per il fatto che percepiamo Seiko come un marchio che produce orologi economici. Con pero’ un ottimo rapporto qualità-prezzo, e avremmo in parte ragione; Seiko produce orologi economici incredibilmente buoni. E tutti gli altri?

Collezione capolavori Grand Seiko SBGD201 – orologi

Devi dirlo chiaramente: Seiko soddisfa tutti i requisiti che abbiamo per una manifattura, e poi alcuni. È un’azienda a conduzione familiare fondata nel 1881. (L’attuale capo è il pronipote del fondatore) L’azienda con sede a Tokyo non solo produce tutte le parti dei suoi orologi da sola; Ma produce anche le materie prime. Non esiste una catena del valore più completa nel settore. Il fatto che Seiko non venga in mente quando si parla di “produttori di orologi” è dovuto principalmente al fatto che “Manufaktur” ha giustamente un tocco di artigianalità e lusso. Questo è vero a Seiko solo per una parte degli orologi, in particolare quelli che sono stati prodotti sotto l’etichetta “Grand Seiko” dal 1960. Ed è di questo che dovremmo parlare qui.

Il “Grand Seiko” SBGD201 della Masterpiece Collection è un gioiello. Gli ingegneri esperti di tecnologia di Seiko hanno sviluppato un processo per elaborare la cassa in platino. Con una precisione così incredibile che i bordi brillano come il tagliente di un coltello da sushi (scusate per questo). La polvere di diamante conferisce al quadrante una struttura setosa che, secondo la descrizione interna; “Ricorda una mattina d’inverno nella zona di Suwa vicino allo studio”, lo studio dove sono progettati i migliori orologi. Ancora una volta, non riusciamo a rendere giustizia in modo spettacolare a questo con la foto. È un orologio incredibilmente lussuoso.

Collezione capolavori Grand Seiko SBGD201 – orologi

Allo stesso temPo, le differenze culturali con le fabbriche europee si riflettono in una dedizione senza compromessi ai dettagli tecnici. perché il movimento utilizza l’invenzione Seiko “Spring Drive”; In cui la canna viene avvolta a man. Ma con l’energia genera una piccola carica elettrica che alla fine guida un oscillatore di cristallo da cui il movimento è timbrato. Di conseguenza, questo è un orologio al quarzo con recupero manuale e quindi preciso a dieci secondi al mese.

So che la sola parola “quarzo” fa rabbrividire le spine di molte persone e ci ricorda il detto del grande orologiaio George Daniels; Per il quale gli orologi al quarzo erano opera di “stupidi elettricisti”. E se vuoi, puoi vederlo in quel modo ed essere felice. Ma con lo Spring Drive stiamo parlando più del tipo di elettricità che innescano anche una scintilla di accensione nel motore di un’auto d’arte classica. Quindi non è meno meccanica. Per il crescente numero di fan della filosofia Grand Seiko; Questo sarà più un progresso che combina i vantaggi di due sistemi. Proprio come lo stesso Seiko, a cui piace sottolineare che possono fare tutto questo solo perché hanno un know-how estremo in entrambe le tecnologie – che è la grande eccezione (per non dire: molto probabilmente unica).

Non corrisponde alla tradizione dell’orologeria nella Vallée de Joux o a Glashütte. E’ probabilmente non per una cultura che venera la più alta maestria artigianale. Nonostante tutto il nostro amore per la tecnologia, adoriamo anche la purezza dell’artigianato in un orologio meccanico. In Seiko vuoi il miglior risultato, sempre e in ogni segmento di prezzo. E questo è piuttosto impressionante. Almeno per chiunque sappia cosa ha di fronte.

I modelli di dati e i calibri:

Il calibro 9R01 ha una riserva di carica di ben otto giorni o 192 ore con tre barili. La cassa è realizzata in platino 950, il che significa che la lega è fatta di platino al 95%. È tutto pazzesco e se hai l’opportunità di vederli in natura, dovresti approfittarne, proprio come vale la pena visitare un rivenditore Grand Seiko.

Durchmesser: 43mm 
Armband: Alligatorleder 
Wasserdicht: bis 10 Bar

‎A ‎‎proposito,‎‎non è come se Seiko ci renderebbe particolarmente facile distinguerlo dalla Seiko alla linea Grand Seiko, perché mentre Grand Seiko ha anche orologi al quarzo per 2000 euro, altri orologi del marchio costano cento volte tanto. Allo stesso tempo, Seiko ha orologi per 100 euro; Ma anche quelli per 7000 euro. Questi sono regolarmente a prima vista varianti molto simili in tutte le fasce di prezzo sottostanti. E se questo non ti confonde abbastanza, troverai una sorta di linea mediana tra tutto ciò che si chiama Seiko Pressage.

E tutto con tutte le tecnologie immaginabili. È davvero e onestamente imperscrutabile, e questo rende completamente impossibile vantarsi di un Seiko di fronte a persone normali, non importa quanto grande. E per alcuni, questo è, si spera, l’argomento migliore per un Grand Seiko: è una gioia che hai davvero per te stesso (almeno al di fuori del Giappone), e che ti concedi solo: pura gioia. ‎‎


Casio F-91W – Orologi

Die Casio F91W. orologi
Die Casio F-91W.
  • Icona di Digital Watch
  • Milioni di venditori
  • A partire da 19,90 Euro

La domanda se la mia controparte è interessata agli orologi di solito può essere risolta con uno sguardo al polso. Se indossa Omega, Breitling o persino Patek Philippe, la risposta è di solito chiara. Ma se si tratta di un orologio di moda di * si prega di utilizzare il marchio qui *: allora piuttosto no. Nel caso dell’F-91W di Casio, è più difficile da vedere come spettatore. L’F-91W, che Casio vende dalla fine degli anni ’80 (milioni di volte, ogni anno), è semplicemente troppo diffuso per questo. Perché è indossato da tutti, in qualsiasi parte del mondo. Che si tratti del presidente degli Stati Uniti Barack Obama o dei terroristi (maggiori informazioni su questo più tardi).

Dal 1989 Casio produce l’orologio con movimento al quarzo e display digitale. Ha un cronometro che misura con precisione al centesimo di secondo, un allarme giornaliero e un’illuminazione del display attivata dai pulsanti. La custodia e il bracciale sono fatti di resina, una batteria dovrebbe durare sette anni, secondo il produttore. Inoltre, c’è un calendario automatico e la possibilità di visualizzare l’ora in formato 12 o 24 ore. Il vetro è realizzato in acrilico, che deve essere superato a questo prezzo. Inoltre, pesa circa 20 grammi ed è estremamente piatto. Se l’F-91W fosse ancora più impermeabile, che è probabilmente l’unico downer di questo orologio, sarebbe il perfetto tuttofare di tutti i giorni.

Soprattutto, però, l’F-91W è un’icona di design assurdamente contraffatta in massa nonostante il suo prezzo basso. È la migliore prova che puoi – o forse anche doverlo fare – amare gli orologi digitali. 

I modelli e i calibri


dati (versione attuale): Il Casio F-91W è sempre dotato di movimento al quarzo, esiste in tutti i colori possibili. Classicamente, è nero con accenti blu.

Larghezza: Bracciale da 38 mm: Resina Impermeabile: 30 metri

Un’altra cosa: l’F-91W era molto diffuso tra i terroristi di al-Qaeda. A causa della sua funzione di allarme; Che può essere usata impropriamente come miccia a tempo. E’ stata spesso utilizzata nella costruzione di bombe.


Frederique Constant Highlife Perpetual Calendar – Orologi

Die Frederique Constant Highlife Perpetual Calendar. orologi
Die Frederique Constant Highlife Perpetual Calendar. PUBBLICHE RELAZIONI
  • Calendario perpetuo ad un prezzo piuttosto sensazionale
  • Orologio sportivo indipendente in acciaio nel look eternamente aggiornato degli anni Settanta
  • A partire da 8.595 Euro

Dobbiamo parlare di soldi perché Frederique Constant ama parlare di denaro, che non è solo un’eccezione in questo settore. Dalla sua fondazione circa 30 anni fa;Ll’azienda si è posizionata come produttore di orologi di lusso economici;i, e questo è un posizionamento incredibilmente delicato. Perché nel profondo delle nostre strane menti e cuori tutti vogliamo che i nostri orologi siano preziosi ; cioè costosi. Naturalmente; vorremmo acquistarli a basso costo, ma preferibilmente come unici. Tutti gli altri dovrebbero per favore acquistarli a caro prezzo e presumere che abbiamo fatto lo stesso.

Un orologio costoso è la prova del successo che abbiamo avuto. In un modo meravigliosamente sottile. Perché con la scelta del nostro orologio; Possiamo scegliere abbastanza precisamente chi dovrebbe capire il suggerimento e chi no.

E poi c’è una casa che non va in questo mod;, fondata alla fine degli anni ’80 da una coppia olandese con radici familiari nel settore. E nel corso di quella che da allora è diventata una lunga storia; che include la disputa tra quella larga parte dell’industria e lo Swatch Group. Il tutto innescato quando la controllata di Swatch Group ETA ha cessato di gestire le sue opere in un numero praticamente infinito di aziende al di fuori di il Gruppo in vendita (è una rappresentazione molto condensata ed è un argomento per un altro giorno).

Orologi Frederique Constant

Ma di conseguenza siamo qui davanti a questo orologi; Un calendario perpetuo con fasi lunari in un bellissimo orologio sportivo in acciaio per meno di 10.000 euro, anche sotto 9.000 euro, e nel meraviglioso mondo degli orologi di lusso, è un dentice incredibile. Come promemoria: un calendario mostra la data e il giorno della settimana, un calendario completo mostra anche il mese. Un calendario annuale può distinguere tra mesi lunghi e brevi e deve essere impostato solo una volta all’anno, cioè alla fine di febbraio.

Un calendario perpetuo come quello di Highlife di Frederique Constant può gestire anche gli anni bisestili. Deve essere impostato solo quando l’anno bisestile fallisce una volta. Ovvero il 29 febbraio 2100 (Promemoria per l’editore; aggiorna questo articolo. Grazie! ). È una meraviglia meccanica che giustamente ha il suo prezzo, ma in questo caso sorprendentemente basso. Ed è per questo che qui si parla di soldi.

O n;: Il Calendario Perpetuo Di Highlife è un orologio in uno stile modernista anni Settanta. Sta vivendo una rinascita per l’ennesima volta.E’ probabilmente ancora aggiornato quando il calendario deve continuare a impostare in quasi 80 anni. E Frederique Constant è diventata una manifattura nel corso degli; Dove si può supporre che con una manutenzione regolare; Si puo’ mantenere l’orologio in funzione anche per il mio pronipote.

Orologi Frederique Constant

E come ulteriore particolarità; Il bracciale, contrariamente a quanto sembra, non è un classico “integrato”, ma dotato di un meccanizzatore a cambio rapido. Per questo l’azienda offre una serie di cinturini in pelle. (Un cinturino in gomma aggiuntivo è incluso nell’ambito di consegna dell’orologio).

Nel complesso, è un pacchetto che non deve sottrarsi al confronto. Anzi, è un pacchetto con cui molte altre case sono probabilmente riluttanti a essere paragonate. Perché in realtà lo status è l’unica cosa che questo orologio non porta in quantità approssimative. Per coloro che sono più interesstati al proprio godimento della meccanica che alla comunicazione di qualcosa al mondo, l’offerta è semplicemente fantastica.

Molto personale e, come sempre, altamente soggettivo, c’è la mia unica vera critica: con un orologio che mi piace quasi da solo e intimamente nella mia camera, auguro qualcosa sul quadrante che si muove, e il Calendario Perpetuo Highlife non mostra secondi. Questa è davvero una piccola cosa, perché devo solo girare l’orologio per vedere il balanciere battere sotto il cristallo di zaffiro. Ma poiché stiamo ammettendo molte cose qui; Possiamo anche dire onestamente che non compriamo cronografi. Perché non tutti abbiamo qualcosa per fermare il tempo. Ma perché è un piacere giocare con la meccanica filigrana.

Orologi Frederique Constant

È abbastanza facile posizionare oltre quattro pusher nascosti nei fianchi del caso; Ed ha un senso quasi filosofico-rassicurante che un orologio che si occupa di orbite lunari e secoli dalla sua intera costruzione trascurare unità frenetiche di come la seconda laa interizore è allettante. Per essere soddisfatto del Calendario Perpetuo Di Highlife; devo rispondere a domande per me stesso. Che non devono essere poste con altri orologi. Cosa amo della meccanica? Cosa significa per me il lusso? E posso godermi tutto questo se non posso essere sicuro che qualcuno tranne me se ne accorgerà?

A questo proposito, l’inizio di questo testo non è corretto: non parliamo di denaro. 8.595 euro sono un sacco di soldi, non importa come si gira e si gira, e un orologio è un orologio è un orologio. Dobbiamo parlare di felicità. E posso capire chiunque ne incontri un po’ in questo orologio.

I dati Modelli e calibri

Il Frederique Constant Highlife Perpetual Calendar è disponibile in tre varianti di cassa. Vale a dire in acciaio, in bicolore con parti placcato in oro rosa e realizzate in oro rosa massiccio da 18 carati. Dove ovviamente il prezzo del materiale batte completamente, la variante costa circa 30.000 euro. Il calendario perpetuo è alimentato dal calibro di manifattura fc-775 con una riserva di carica di 38 ore.

Diametro: Bracciale
da 41 mm: Acciaio (cinturino in gomma aggiuntivo
con sistema a cambio rapido) Impermeabile: fino a 5 bar

A proposito, also la versione a tre lancetta dell’Highlife è una buona offerta. Un cronometro automatico certificato COSC per circa 1.700 euro sul cinturino in pelle e 1.800 euro sul cinturino in acciaio.


Cartier Tank – Orologi

Die Cartier Tank Solo. orologi
Die Cartier Tank Solo.
  • Oltre 100 anni
  • Icona del design degli orologi
  • Da 2.600 euro

I carri armati non sono generalmente considerati la punta di diamante dell’eleganza. Al contrario. Ma questo è probabilmente almeno parte del segreto del successo che ha permesso il trionfo dei Carri armati di Cartier. Dal 1917, cioè da oltre 100 anni; L’orologio è stato prodotto dal produttore francese. Che è ancora meglio conosciuto per i suoi gioielli che per i suoi orologi. Secondo la leggenda; Il caso del serbatoio con il suo design rettangolare Art Deco è stato ispirato dai carri armati della prima guerra mondiale. Se guardi l’orologio dall’alto, puoi indovinare le catene di carri armati a sinistra ea destra.

La forma angolare della cassa, che ricorda l’altrettanto leggendario Santos di Cartier, rende il design inconfondibile. Oltre alla forma, anche la foglia con i numeri romani e lo zaffiro blu sulla corona sono caratteristiche iconiche. Inoltre, il serbatoio di uomini e donne sembra altrettanto buono, come ha recentemente dichiarato il nostro editorialista, il fondatore di Hodinkee Ben Clymer. Il serbatoio è estremamente piatto. Leggero come una piuma ed è diventato così popolare nei decenni successivi alla sua introduzione. Questo perché era ed è uno dei preferiti delle stelle. Principessa Diana, Andy Warhol sono solo due importanti facchini di carri armati. Warhol una volta disse: “Non postage il carro armato per leggerlo. In realtà, non li alle may. Indosso un orologio serbatoio perché è l’orologio che dovrebbe endorsements.

I modelli di dati ei calibri

Il carro armato è in circolazione da oltre cento anni – durante questo periodo sono state creare numerose varianti. Attualmente, Cartier elenca oltre 30 modelli di serbatoi da uomo. Sono disponibili con quarzo o avvolgimento automatico. Realizzati in oro, platino o acciaio, in varie dimensioni e con bracciali in pelle o acciaio. Abbiamo scelto il Tank Solo in oro giallo. Include un movimento al quarzo, che avvantaggia la costruzione piatta – e Cartier ora è in primo luogo per il design. In questa versione, l’orologio costa 5.400 euro.

Dimensioni : 35
x 27,5 mm Bracciale : Pelle
Giubbotto: fino a 3 bar

Il modello del Cartier Tank fu opportunamente presentato a Louis Cartier nel 1917 da John Pershing – Generale dell’esercito degli Stati Uniti nella prima guerra mondiale.


Audemars Piguet Royal Oak Offshore Chronograph – Orologi

Der Audemars Piguet Royal Oak Offshore Chronograph. orologi
Der Audemars Piguet Royal Oak Offshore Chronograph.
  • Cronografo sportivo high-tech della classe superiore
  • Un pioniere, ancora una volta
  • A partire da 30.100 Euro

L’Offshore è per l’originale Royal Oak come Arnold Schwarzenegger. Per una normale star di Hollywood; Ha più muscoli, più testosterone nell’aspetto e irradia tutto il suo successo in modo estremamente sicuro di sé. Mentre il suo antenato ha fondato il genere degli orologi sportivi di lusso in acciaio. L’era dell’orologio oversize è iniziata con l’Offshore nel 1993. (Sebbene il suo diametro di 42 millimetri sia ora praticamente la dimensione media per gli orologi da uomo). Era l’orologio che indossavi per dimostrare di essere un hip-hopper di successo. Oppure avere avambracci molto muscolosi. Preferibilmente entrambi.

In ogni caso il Royal Oak è stato ancora una volta in anticipo sui tempi. Anche nella versione offshore, frutto ancora una volta di una decisione estremamente coraggiosa di Audemars Piguet. Quel folle costruttore dove, prima di tutto, si è sempre pensato che solo il meglio andrebbe bene. Ma d’altra parte è anche molto evidente la convinzione che il meglio non sia ancora stato inventato. Insieme a Patek Philippe e Vacheron Constantin, la casa è uno dei tre “grandi”. L’alta nobiltà dell’orologeria svizzera. Quindi lo accetteresti come una cosa ovvia se ti riferissi alla fantastica tradizione della casa e facessi semplicemente i migliori orologi del mondo. Fortunatamente, le persone a Le Brassus la pensano diversamente.

E farlo in modo diverso. E qualcosa viene da qualcosa del genere.

Orologi Audemars Piguet

Da un lato, il cronografo è un parente stretto dell’originale Royal Oak. La sola lunetta ottagonale è sufficiente per vederlo chiaramente; Ma è anche un orologio a sé stante. Una delle caratteristiche più belle del Royal Oak è sempre stata l’ingegnosità con cui la sua costruzione del bracciale abbraccia il polso. Si fonde con il braccio ed è uno degli orologi più comodi di sempre. Allo stesso tempo è tanto più bello da lusingare il modello. L’offshore, invece, vuole farsi vedere. È voluminoso, molto probabilmente vorrebbe essere indossato sopra la manica stile Gianni Agnelli.

Oltre al cronografo, c’è l’unica versione a tre lancette dell’orologio subacqueo offshore, e questo ha senso. E’ esattamente così che funziona nella sua sportività. Come un orologio con un neoprene o una tuta da corsa. Audemars chiama il motivo del quadrante “Méga Tapisserie”, corrispondente alla “Tapisserie” del Royal Oak, che adorna lo stesso motivo, ma molte volte più fine. Lo stesso può essere applicato a quasi tutti gli elementi della cassa. A parte i pulsanti e la massiccia protezione della corona, che sono nuovi e ampliano letteralmente la silhouette dell’orologio.

È un’affermazione, proprio come il corpo di Schwarzenegger è sempre stato un’affermazione: potere che puoi e dovresti vedere.

I modelli di dati e i calibri:

Puoi sentire la gioia dei designer di Audemars Piguet nelle infinite possibilità del Royal Oak Offshore, se guardi l’infinita lista di modelli: la taglia uomo è disponibile con 42, 43 e 44 millimetri di diametro nelle combinazioni di materiali più audaci, realizzate interamente in cristallo zaffiro, ad esempio, e varianti fino ai movimenti tourbillon. Di conseguenza, il listino prezzi è aperto anche in alto (c’è, come ho detto, una variante Diver e per le donne una versione da 37 millimetri, anche con generoso taglio diamanta).

È praticamente impossibile scegliere un preferito se non con una sensazione completamente soggettiva, quindi qui ci limitiamo alla versione – la parola è bizzarra qui – “più semplice”, a parte una bella versione che è relativamente vicina all’orologio originale, con il bracciale in acciaio integrato e il raffinato motivo arazzo sul quadrante. Perché se offshore, allora giusto, direbbe. Il calibro di manifattura 3126/3840 con la complicazione e la data del cronografo è composto da 365 parti singole e ha una riserva di carica di 50 ore. Qui troverai tutto sul Royal Oak Offshore.

Diametro: 42 mm
Cinturino: gomma
Impermeabile: fino a 10 bar

Ancora: dopo una lunga storia (fondata nel 1875), Audemars Piguet è ancora oggi a conduzione familiare, produce ancora a Le Brassus e i discendenti di entrambe le famiglie Audemars e Piguet lavorano ancora nell’azienda. Questo è molto speciale.

Hamilton Khaki Field  – Orologi

Die Hamilton Khaki Field. orologi
Die Hamilton Khaki Field.
  • Fieldwatch Classics
  • Rapporto qualità-prezzo high-flyer
  • A partire da 375 Euro

La raccolta di orologi meccanici è spesso considerata un po ‘elitario, e se guardi gli esemplari in questa lista, noterai che gli orologi sono incredibilmente belli, ma altrettanto spesso follemente costosi. Se vuoi entrare nell’hobby, magari acquistare il tuo primo orologio (leggermente più costoso), troverai una gigantesca selezione online. Ma da dove cominciare? E cosa dovrebbe davvero essere in grado di fare un orologio del genere?

A questo punto vi consigliamo senza riserve il Khaki Field di Hamilton, che a) è abbastanza economico per un orologio meccanico, b) con il suo design semplice e la possibilità di indossarlo su vari cinturini, è armato per tutte le situazioni, e c) ha anche la cronologia appropriata.

Perché il Khaki Field si basa sugli orologi che la manifattura Hamilton costruì per i soldati statunitensi negli anni ’40. Come suggerisce il nome, rientra nella categoria degli orologi da campo – orologi che i soldati della prima e della seconda guerra mondiale indossavano nelle trincee e che all’epoca venivano prodotti in serie.

Per poterlo fare nel modo più economico possibile, l’orologio è stato snellito al minimo, ed è proprio questa semplicità, unita a un certo tocco vintage, che garantisce il fascino di Khaki Field. Oltre ai grandi numeri arabi, il quadrante semplice include anche una divisione di 24 ore, come usato nell’esercito degli Stati Uniti. Il materiale luminoso è mantenuto in un tono leggermente ingiallito, che esalta l’aspetto retrò dell’orologio. Inoltre, come l’originale, l’orologio ha una seconda fermata, che ha permesso ai soldati di sincronizzare perfettamente gli orologi tra loro. Qui tutto troverai sul Khaki Field di Hamilton.

I dati (versione attuale) Modelli e calibri

Il Khaki Field è attualmente disponibile in oltre 50 varianti, inclusa una versione al quarzo. Consigliamo la versione che si avvicina di più all’originale: quella versione ha un movimento a carica manuale con una notevole riserva di carica di 80 ore, 38 mm di diametro, una cassa in acciaio inossidabile sabbiato e un cinturino NATO verde oliva.

Diametro: 38 mm
Bracciale: Tessuto
Impermeabile: & nbsp; 50 metri

Un’altra cosa: Come già accennato, Hamilton fornì orologi all’esercito americano durante la seconda guerra mondiale. Il numero di esemplari è impressionante: c’erano oltre un milione di orologi da polso.


Ulysse Nardin Freak X 43 – Orologi

Die Ulysse Nardin Freak X 43.Orologi
Die Ulysse Nardin Freak X 43.

Un classico dell’orologeria moderna Costruzione completamente nuovaDa 21.000 euro

Ulysse Nardin è il nome di un formidabile orologiaio, ma la manifattura che fondò nel 1846 rappresenta quasi altrettanto bene la storia dell’orologio di lusso svizzero. Nardin, l’uomo, si trovava – come suo figlio Paul in seguito – per prodotti artigianali tecnicamente innovativi e di prima classe, Paul in seguito specializzò l’azienda principalmente nei cronometri delle navi, ma costruì anche complicati orologi da tasca. Il primo orologio da polso della casa fu un cronografo automatico nel 1936, quindi lo potete già vedere:

i prodotti per il mercato di massa non sono mai stati costruiti nella manifattura di Le Locle, il che significa anche che l’azienda era praticamente morta nella crisi del quarzo all’inizio degli anni Ottanta. E come per gli altri sopravvissuti dell’epoca, fu l’energia delle singole personalità che Ulysse Nardin consebbe come marchio:

l’imprenditore Rolf W. Schnyder comprò l’azienda, che aveva solo due dipendenti, e assunse il visionario orologiaio Ludwig Oechsl, un orologiaio che è allo stesso tempo un filosofo, matematico, archeologo e astronomo addestrato (no, non possiamo spiegarlo, e sì, ci sentiamo anche piccoli). Oechslin costruì una serie di orologi con grandiose complicazioni astronomiche, e costruì un orologio in cui tutto era diverso da quello che era solitamente fatto. Non aveva quadrante o mani, ma un movimento aperto, completamente ripensato su cui i segni indicavano l’ora. L’orologio si chiamava Freak.

Orologi Ulisse Nardin

L’orologio qui raffigurato dalla serie limitata a 30 pezzi “Razzle Dazzle” (per 23.800 euro) con il motivo zebra selvatico sul tavolo da lavoro è un sovraccarico sensoriale ottico deliberato, ma anche qui la parte più emozionante è il gioco di ruote aperte e “mani”. Per i tradizionalisti, questa è un’imposizione, ma per me un ricordo che la tradizione negli orologi da polso ha in realtà una storia piuttosto breve: tra il primo vero orologio da polso da uomo e, ad esempio, il primo orologio da polso digitale con display a LED, ci sono meno di 70 anni, e i LED sono già 50 anni fa, si potrebbe dire che hanno la tradizione che l’orologio da polso a tre mani aveva allora. La tradizione orologiera più chiara è il costante rinnovamento. E per loro non ci sono esempi più belli di, esattamente, un mostro.

Qui troverai tutto su Ulisse Nardin.

I dati Modelli e calibro

L’originale, il primo Freak era un tourbillon, questo Freak X è animato dal calibro un po’ semplificato UN-230 (e a differenza dei freak più elaborati fino ad oggi, viene assunto tramite una corona). Ciò che resta è che il secondo (a ore otto) è visualizzato sul bilanciere. Il movimento ha una spirale in silicio e una riserva di carica di 72 ore. La cassa è in titanio.

Diametro : 43 mm
Bracciale : Pelle
Impermeabile : fino a 5 bar

Quello in più : L’Executive Moonstruck 46 mm, la versione limitata di 100 pezzi (95.000 euro ciascuno) è ancora in costruzione. Mostra le orbite della luna e del sole intorno alla terra, con una fase lunare molto emozionante, insieme a una visualizzazione dell’ora mondiale.


TAG Heuer Carrera – Orologi

Die TAG Heuer Carrera. Orologi
Die TAG Heuer Carrera.
  • Cronografo classico del motorsport
  • Tuttofare per tutti i giorni
  • Da 2.400 euro

Pochi, in realtà nessun altro produttore di orologi è così chiaramente associato a un singolo sport come TAG Heuer con il motorsport. In Germania, se non altro perché durante il periodo di massimo splendore di Michael Schumacher negli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000, TAG Heuer era quasi sempre presente come cronometrista ufficiale.

Oh sì, la Carrera è un cronografo da corsa classico, motivo per cui devi menzionare il Monaco di TAG Heuer a questo punto. Perché l’orologio presentato anche in questa lista è probabilmente il modello ancora più iconico della manifattura, che è principalmente dovuto all’aspetto. Con il suo design quadrato, è uno di quegli orologi che possono essere riconosciuti dalla sua forma da una distanza di diversi metri. È più appariscente, più speciale, Monaco, qualcosa per le vacanze.

La Carrera, d’altra parte, profuma molto di più di benzina, sembra più piacevole ed è più un orologio quotidiano, perché anche la forma è meno suscettibile alle stranezze. Il che lo rende solo un orologio molto, molto onesto. Qui troverai tutto sulla Carrera di Tag Heuer.

I dati (versione attuale) Modelli e calibro

Il Carrera è disponibile in varie misure di cassa, da 39 a 44 millimetri, con e senza cronografo o data e quadrante in vari colori. Abbiamo optato per una versione più classica con scala tachimetrica, che costa 5.450 euro. Il movimento automatico di manifattura Heuer 02, che ha una riserva di carica di 80 ore, ticchetta al suo interno. Il movimento è visibile attraverso un fondello in vetro zaffiro

Diametro: Bracciale da
44mm: Acciaio
inossidabile Impermeabile: 100 metri

Questa è un’altra cosa: La Carrera Panamericana in Messico ebbe luogo per la prima volta nel 1950 – e fu interrotta dopo la quinta edizione nel 1954. Il motivo: sulla strada pericolosa ci sono stati regolarmente molti morti. Fu solo nel 1988 che la gara fu rilanciata, anche se come rally per le auto d’epoca. 


Hublot Big Bang Sang Bleu II Blue Ceramic – Orologi

Die Hublot Big Bang Sang Bleu II Blue Ceramic. Orologi
Die Hublot Big Bang Sang Bleu II Blue Ceramic.
  • Cronografo top in ceramica high-tech
  • Collaborazione artistica con Sang Bleu
  • A partire da 26.900 Euro

Sono sempre orologi svizzeri di altissima categoria e allo stesso tempo sono un attacco di buon umore a tutto ciò che era ancora valido fino a poco tempo fa – dai mix di materiali tipici del hublot al design, diciamo, offensivo. Ad un’analisi più attenta, il nome “Big Bang” è la cosa più contenuta di tutta la famiglia di modelli, e il “Sang Bleu” in ogni edizione è il tipo di botto che Capodanno ha in serbo per i ragazzi: sei felice e mezzo sordo dopo. Point in Case: prova a leggere l’ora nella foto del nuovo Big Bang Sang Bleu.

È un esercizio meschino, perché siamo abituati a tutti gli orologi nelle foto che sono su dieci a dieci per farli sorridere, e questo è esattamente a ore dodici, in modo che le punte luminose abbastanza leggibili dei dischi a forma di diamante che giacciono l’una sull’altra visivamente si combinano per formare una, ma il punto che voglio fare, speriamo che diventi chiaro: a Hublot fanno quello che vogliono, e questo è davvero meraviglioso da guardare, perché vogliono così tanto.

Hublot Big Bang Sang Bleu II Blue Ceramic

Sang Bleu (“Blue Blood” in francese) è il nome dello studio creativo dell’artista e tatuatore svizzero Maxime Plescia-Büchi, che ha già progettato la terza collaborazione con Hublot. La sua arte è un gioco con forme geometriche in ogni mezzo – compresi gli orologi – e il suo Big Bang lo celebra letteralmente su molti livelli. Trasforma l’orologio in realtà 24 ore su 24 in uno poligonale, le mani in superfici e il tempo in generale in qualcosa che ha forma allo stesso tempo e si dissolve ancora e ancora.

A differenza delle mani, che si sus seguono e si sovrappongono solo brevemente, le figure a mano del cronografo danzano insieme in variazioni sempre nuove. E probabilmente, come sempre con l’enorme e offensivo sguardo in faccia dei Big Bang, c’è una netta separazione tra le persone che lo amano e coloro che lo trovano assurdo, ma è quanto possiamo dire:

Se ti piace una cosa del genere, ti diverti molto con questo (e un sacco di altri) Big Bang. È grande, selvaggia e snotty come una Lamborghini, e dal profondo del suo cuore. E non è almeno segretamente quello che tutti vogliamo essere? Qui troverai tutto sugli orologi Hublot.

I modelli di dati e i calibri

L’orologio in ceramica è disponibile anche in bianco e grigio, ciascuno limitato a 200 pezzi. All’interno, il movimento cronografo automatico interno “Unico” con una riserva di carica di 72 ore batte in ogni caso. Il movimento, che Hublot utilizza anche in altri cronografi big bang (e che mostra anche la data), è così bello oltre alla sua raffinatezza tecnica, perché è così aperto: puoi vederlo funzionare dietro le mani.

Diametro:

Bracciale da 45 mm:
Ceramic Waterproof:fino a 10 Bar

Hublot lavora regolarmente con testimonianze di celebrità come ambasciatori dei loro orologi, ma nessuno colpirà mai il posto come quello con il folle genio del calcio Diego Maradona, che ha ottenuto la sua edizione Big Bang. Maradona era davvero come il suo orologio: tecnicamente eccezionale, selvaggio e testardo (e forse un po’ troppo spesso). E si può rispondere alla domanda se lo stesso Maradona indossasse un Big Bang: no – ne indossava due, uno su ogni braccio. 


Patek Philippe Calatrava – Orologi

Die Patek Philippe Calatrava. Orologi
Il Patek Philippe Calatrava.
  • tradizione alla perfezione
  • Un orologio che dura da generazioni
  • A partire da 21.220 Euro

C’è uno slogan pubblicitario a Patek Philippe, e probabilmente si adatta meglio alla Calatrava che a qualsiasi altro orologio della manifattura con sede a Ginevra: “Un Patek Philippe non appartiene mai solo a te. Ti piace per tutta la vita, ma in realtà lo conservi per la prossima generazione. Questo dice tutto. La Calatrava, dal 1932, è così intramontabile che non sembrerà fuori posto nemmeno tra 100 anni. È progettato per durare per decenni. naturalmente è anche un certo investimento, un tesoro che è meglio custodito.

Patek Philippe Calatrava

A prima vista, il Calatrava è un classico orologio da abito, sul secondo (e il terzo, e il quarto e così via) è molto di più. I superlativi dovrebbero generalmente essere usati con parsimoniosamente, ma se esiste una cosa come orologi perfettamente lavorati, allora provengono da Patek Philippe. Oltre al nome dell’azienda e a un minuscolo lettering “svizzero”, solo “Geneve” adorna il quadrante, e il piccolo secondo è questo dettaglio che rende l’orologio perfetto, ma non toglie nulla al suo eufemismo.

L’orologio è disponibile in varie versioni, tra cui movimento automatico, secondo centrale e data. Ma a nostro avviso, la Calatrava raggiunge il più alto grado di perfezione dell’orologio nella variante qui presentata in giallo dorato con movimento si tiene a mano. A proposito, il nome dell’orologio deriva da un ordine cavalleresco fondato nel XII secolo, la croce di Calatrava può essere vista su tutte le corone dei modelli Patek Philippe.

L’azienda, gestita da Thierry Stern, è ora alla quarta generazione di proprietà familiare. Quindi hai familiarità con la tradizione di Patek Philippe e nessun orologio la incarna meglio della Calatrava. Qui tutto sugli orologi Patek Philippe .

I modelli di dati e i calibri

 In questo modello in oro giallo e con un piccolo secondo, viene installato il movimento di trazione manuale da 215 CV. La riserva di carica è di 44 ore, grazie al design piatto, l’orologio è alto solo 7,7 millimetri. Inoltre, ci sono varie versioni in oro bianco, oro rosa o platino, alcune con movimento automatico e visualizzazione della data.

Diametro: Bracciale da
37mm: pelle di
alligatore marrone Impermeabile: 30 metri

Questa è un’altra cosa: Oltre all’orologio, Patek Philippe offre anche gemelli realizzati in materiale abbinato e a forma di croce Calatrava. Costo nel caso dell’orologio qui presentato: 3.470 Euro


Parmigiani Fleurier Tonda 1950 – Orologi

Die Parmigiani Fleurier Tonda 1950. Orologi
Il Parmigiani Fleurier Tonda 1950.
  • Orologio dall’abito classico con una raffinata distinzione
  • Orologeria eccezionale di un rappresentante speciale
  • A partire da 10.300 Euro

Si dice che per avere un enorme successo, oltre al talento, hai bisogno della fortuna di essere nel posto giusto al momento giusto. Non ci possono essere due opinioni sul talento di Michel Parmigiani, ci arrivaremo tra un attimo, ma spoiler alert: è un gigante. È simile al luogo: è nato nel Cantone di Neuchâtel, nel mezzo del mondo dell’orologio svizzero. E al momento sbagliato.

Quando l’orologiaio, classe 1950, terminò il suo alleamento, infuriava la crisi del quarzo. Il suo pensiero sembrava un anacronismo prima ancora di iniziare. I lavori nel settore scomparvero, così alleva la sua officina nel suo villaggio natale e passò al restauro di vecchi orologi, e retrospettivamente questa è un’incredibile fortuna, perché nessuno ripristò orologi come parmigiani.

E questo va capito letteralmente: ha sviluppato o riscoperto processi che sono stati trasmessi solo oralmente tra gli orologiai nel corso delle generazioni, se non secoli. Fu so che fu in grado di ripristinare un orologio da tavolo di Abraham-Louis Breguet, what stato considerato irreparabile dagli esperti.

Orologi Parmigiani

Nel mondo gestibile – ma iperdiscreto – dei ricchisti, Parmigiani è diventato l’uomo in cui sei andato quando hai avuto una preziosa collezione di casi difficili. Tra questi c’è la famiglia Sandoz (quella con l’azienda farmaceutica), la cui fondazione culturale ha fornito il capitale per la creazione di una manifattura. 25 anni fa, il 29 maggio 1996, l’azienda Parmigiani di Fleurier ha presentato la sua prima collezione di orologi. Allo stesso tempo, il maestro fornisce anche ad altre case i suoi calibri.

Lo straordinario talento nel posto giusto al momento completamente sbagliato lo aveva a portato maturare in un’abilità davvero unica.

Il Tonda 1950 è un orologio da abito così classico che può essere definito sobrio, anche se allo stesso tempo offre questa bella distinzione. Mn lo sente più di quanto si possa mettere il dito su di esso, ma le proporzioni con le mani lunghe a forma di foglia sul quadrante chiaro creano una sottile tensione che lo rende unico – è comunque elegante, non ultimo per la sua cassa piatta, che è resa possibile dall’unico movimento sottile di 2,6 millimetri con microrotore decentralizzato.

A proposito, l’anno 1950 a nome dell’orologio non è l’anno di origine dell’orologio, che in realtà è profondamente ancorato all’orologeria classica, ma è un nuovo design. È l’anno in cui è nato Michel Parmigiani, fortunatamente nel momento completamente sbagliato.

Qui troverai tutto su Parmigiani Fleurier.

I dati Modelli e calibro

Parmigiani ha sviluppato il calibro PF701 (con una riserva di carica di 42 ore) in modo tale da poter integrare un ampio varietà di complicazioni, senza che si infittisca, e quindi ci sono varianti della Tonda con fasi lunari e calendario altrettanto piatti, ma la famiglia è cresciuta anche (quindi anche fisicamente) per includere varianti con calendario perpetuo, cronografi e tourbillon, e ogni orologio è un capolavoro. Tuttavia, l’orologio da abito più semplice rimane per noi il più bello, preferibilmente in oro rosa come mostrato (per 18.900 euro).

C’è tutta una gamma di varianti di cassa, anche in acciaio o con diamanti, e una varietà di quadranti, compresi quelli in pietra preziosa.

Diametro : 40 mm & nbsp;
Bracciale : Pelle di alligatore & nbsp;
Impermeabile : fino a 3 bar < /p>

Quello in più : oltre ai movimenti innovativi e alle bellissime casse, Parmigiani ha anche svolto un ruolo chiave in un sigillo di qualità per gli orologi di Fleurier, che fissa degli standard – paragonabili al sigillo di Ginevra e a un prova cronometro.


Patrimonio superoceano di Breitling – Orologi

L'eredità superocea breitling.
Die Breitling Superocean Heritage. PUBBLICHE RELAZIONI

I più importanti produttori svizzeri di orologi hanno tutti una cosa in accordo: producono già orologi molto, molto lunghi. La maggior parte di essi sono stati fondati nel XIX o all’inizio del XX secolo, e questo non è diverso con Breitling (data di fondazione: 1884). La tradizione è generalmente benvenuta nella comunità orologiere, dopo tutto, sono i produttori di orologi meccanici e non start-up hyped che vogliono rivoluzionare il mercato con qualcosa, che di solito alla fine non riesce.

Quindi: coerenza, affidabilità – e questo ha un altro grande vantaggio: quando questi produttori producono un nuovo orologio, spesso si riferisce molto direttamente a un modello che l’azienda aveva già lanciato sul mercato x decenni fa, che può essere inteso come un atto di legittimazione.

Questa è anche la situazione con il Patrimonio Suoperoceano di Breitling, che porta già il “patrimonio” nel suo nome. Nel 1957, Breitling lanciò il suo primo orologio subacqueo sul mercato con il Superocean – e la nuova edizione porta chiaramente caratteristiche dell’originale. Poi come ormai caratteristico del Superocean: L’aspetto quasi elegante per un subacqueo. La lunetta concava e il quadrante minimalista si ridundo all’essenziale, e il cinturino milanese assicura un aspetto pulito dell’orologio.

Anche il modello originale non è stato progettato per subacquei professionisti (per questo Breitling aveva lanciato il cronografo Superocean sul mercato), ma piuttosto per l’atleta ricreativo attento alle tendenze. Questo è forse uno dei motivi per cui il Superocean può ancora essere indossato con tanta senza tempo oggi e può essere combinato per quasi tutte le occasioni: era già un orologio dannatamente bello negli anni ’60 – ed è ancora oggi. 

Qui troverai tutto su Breitling.

I modelli di dati e i calibri

 Il Superocean Heritage tende ad essere un grande orologio, è disponibile con diametri tra i 42 e i 47 millimetri e in un’ampia varietà di design in termini di materiale e quadrante, nonché un cronografo. L’Heritage B20 Automatic 42 qui mostrato lo porta a 42 millimetri, all’interno del calibro di manifattura Breitling B20 zecche con 70 ore di riserva di carica. Sul cinturino in acciaio inox l’orologio costa 4.850 euro, sul cinturino in gomma 4.550 euro.

Diametro: Bracciale da
42mm: acciaio inossidabile,
gomma, tessuto o pelleImpermeabile: fino a 20 bar

Questa è un’altra cosa: A seconda del loro ruolo nell’azienda, ogni dipendente Breitling riceve un orologio quando inizia dall’azienda con sede a Grenchen, in Svizzera. Se lascia Breitling, può restituire l’orologio o acquistarlo e tenerlo a un prezzo speciale. l


Herm̬s H08 РOrologi

Die Herms H08.
Quell’Hermès H08.
  • Design unico
  • Design storico
  • A partire da 4.900 Euro

Forse il ruolo più difficile nell’opulenta corte dell’alta orologeria è giocato da coloro le cui case materne sono ancora più famose per cose diverse dagli orologi, e Hermès appartiene in prima fila tra loro. Oltre alle borse Kelly e Birkin del produttore di lusso parigino, gli orologi del marchio saranno sempre un po ‘all’ombra, il che è assurdo su molti livelli, perché Hermès è stato a lungo un vero e proprio produttore svizzero di orologi – ma probabilmente parla per la qualità e l’eterno fascino delle borse, alcune delle quali hanno liste d’attesa come solo gli orologi più ricercati (e prezzi simili, tra l’altro).

All’ombra di queste icone, tuttavia, Hermès costruisce alcuni degli orologi più interessanti del mondo, e mentre non si vuole dire “forse a causa dell’ombra”, è ovvio che i valori della casa possono essere trasferiti molto bene al mondo dell’orologeria.

Orologi Hermès

Oltre alla bellezza dei suoi disegni e alla leggendaria qualità dei suoi prodotti, Hermès è conosciuta come il più grande promotore e custode dell’artigianato, sempre il migliore al mondo. E se qualcosa suona come un bell’orologeria, probabilmente è quello. Oggi Hermès è una manifattura svizzera completamente integrata in cui vengono prodotte quasi tutte le parti dell’orologio.

Probabilmente non c’è bisogno di dirlo, ma di essere al sicuro: Hermès, più precisamente il fondatore Thierry Hermès, è partito come sellaio. Nel 1837 aprì il suo primo negozio a Parigi, e nel 1880 suo figlio Charles-Émile si trasferì con l’azienda nella sua attuale sede in Rue du Faubourg Saint-Honoré, che è uno dei migliori indirizzi nello shopping di lusso. E anche se Hermès è stato a lungo uno dei migliori al mondo in altri campi – menzioniamo profumo e seta come esempi – si pensa alla pelle quando viene fuori il nome.

Probabilmente si pensa anche alla pelle quando si pensa agli orologi Hermès, perché il modello più famoso della casa è probabilmente ancora lo stretto e piatto Cape Cod con il cinturino avvolto due volte intorno al polso, mentre il modello più visibile del presente sono probabilmente i modelli di Apple Watch con i lussuosi cinturini Hermès.

Orologi Hermès

E questo da solo rende l’H08 presentato qui un oggetto speciale: questo orologio della casa in pelle probabilmente più famosa al mondo non è disponibile sul cinturino epatico. Ci sono braccialetti in acciaio, gomma e tessuto per loro, ma l’esercizio più semplice è negato.

Questo è bizzarro a prima vista, nel secondo si adatta alla manifattura intorno al direttore artistico Philippe Delhotal, che preferiremmo catturare rubando una borsa Kelly piuttosto che come prende un percorso facile nello sviluppo di nuovi orologi. “Nella creazione, dobbiamo essere audaci”, ci ha spiegato nella conversazione, “e questo significa semplicemente rimanere”.

L’orologio è un compagno, ma sempre anche un oggetto. E questo è probabilmente il modo migliore per avvicinarsi all’H08: è leggero ed estremamente facile da indossare in qualsiasi versione – in titanio o in fibra di carbonio – il che significa che si può benissimo dimenticare di indossare un orologio, ma è un’opera d’arte ogni volta che si guarda il polso, con tutto ciò che appartiene a un’opera d’arte: è piacevole a prima vista, un bellissimo orologio, ma al secondo così particolare che si è provocati ad affrontarlo.

Prenditi dieci secondi per guardare i numeri delle ore e scoprirai che più a lungo li guardi, più devi guardare più da vicino. Sono particolari, e sono estetici, ma sono belli? La loro forma riflette la forma della cassa, che gioca con le forme dello 0 e dell’8, che allo stesso tempo contengono i simboli della perfezione e dell’infinito.

Orologi Hermès

Questo è filosofico. E, naturalmente, i codici possono essere trovati nei minimi dettagli, ad esempio l’anello nella parte inferiore della seconda mano. Le diverse superfici, a volte opache e talvolta lucide della cassa, ricordano la roccia di ardesia nel loro colore antracite (questo è intenzionale), che dà all’orologio qualcosa di naturale ed eterno allo stesso tempo, mentre allo stesso tempo è chiaramente un bene culturale. Non si adatta a nessun genere, probabilmente è un orologio sportivo, ma sicuramente non è affatto un orologio da strumento. Nessun riferimento storico o tecnico a nessuna attività, eppure è molto facile da vedere, ad esempio, su una barca a vela.

Per niente benee allo stesso tempo abbastanza bello per tutto ciò che è un’arte piuttosto rara e due volte più pesante con un orologio che non serve praticamente tradizioni comuni. E’ facile progettare qualcosa di moderno se è tutto, ma qualcosa di moderno che sia senza tempo ed elegante allo stesso tempo è uno dei più difficili di sempre. E il fatto che Hermès abbia successo senza sosta non cambia nulla, dimostra solo che solo grandi esperti lavorano lì.

Non esiste un modello per l’H08, non c’è nemmeno nulla di simile. Il fatto che questo sia così meravigliosamente giocoso dopo secoli di orologeria rende questo orologio uno dei migliori dell’anno e uno dei migliori 100 di sempre.

I dati Modelli e calibri

Come accennato in precedenza, l’H08 è disponibile con cassa in titanio, anche con rivestimento DLC (come mostrato a 5.100 euro) e in un “composito di grafene†con lunetta in ceramica (per 8.000 euro). Il movimento automatico è il calibro di manifattura Hermès con la sigla H1837, riporta anche la data e ha una riserva di carica di 50 ore.

Diametro : 39 mm & nbsp;
Bracciale : Tessuto & nbsp;
Impermeabile : fino a 10 bar

Quello in più : Ad oggi, Hermès è controllata in maggioranza dai discendenti della famiglia fondatrice, che hanno sempre contribuito con più del 50 per cento delle loro azioni a una fondazione al fine di “assicurare la cultura di Hermès a lungo termine”. E questo è un consiglio per le persone che non sanno distinguere tra una borsa Kelly e una borsa Birkin (cioè la maggior parte degli uomini): una borsa Kelly ha un manico, una borsa Birkin due (e quindi può essere portata anche aperta).


Seiko 5 Sports Automatik – Orologi

seiko-5-sport-automatic

Il Seiko 5 Sports automatico

  • Forse il miglior orologio entry-level
  • Perfetto rapporto qualità-prezzo
  • A partire da 269 euro


La prima macchina, la prima ragazza, il primo appartamento tutto tuo e così via: sono i primi nella vita che ricordi ancora a distanza di decenni che ti influenzano, anche se non ci sono più che rimarranno sempre essere molto speciale. È simile con gli orologi, e quindi il Seiko 5 non può essere sopravvalutato perché è (e questo non è in alcun modo inteso negativamente) l’orologio entry-level numero uno.

Se stai cercando il tuo primo orologio da polso meccanico, semplicemente non puoi evitare la serie giapponese Seiko 5. Ci sono buone ragioni per questo, perché il Seiko 5 è semplicemente difficile da battere per un orologio con movimento automatico e che ad un prezzo inferiore a 300 euro. Per rimanere con uno degli esempi citati all’inizio, è il VW Golf tra gli orologi.

Affidabile, economico (relativamente parlando), pratico, senza nulla di superfluo. Tranne che il Seiko 5 è in produzione da molto più tempo del Golf (dal 1974): i primi orologi della linea sono arrivati ​​sul mercato nel 1963. Quindi possiamo anche spuntare il punto con la tradizione.

Seiko 5 Sports Automatik

Il “5” di nome sta per cinque caratteristiche che compongono ogni Seiko 5: il movimento automatico, il display del giorno e della data alle 3, la resistenza all’acqua, la corona protetta a ore 4 e una cassa e bracciale resistenti. Qualcosa si è sviluppato 24 ore su 24 che in questo caso deve probabilmente essere descritto come un culto. C’è anche una gigantesca scena modder: guarda gli appassionati che modificano il loro seikos, installano nuove mani o quadranti. Perché il Seiko 5 è davvero un orologio ad un prezzo entry-level, ma non ha perso il suo fascino anche per molti collezionisti di orologi ad alto prezzo.

Che sii un orologio quotidiano, come un “battitore” (durante il giardinaggio o in vacanza avventurosa) – o semplicemente perché è stato il primo vero orologio. Qui troverai tutto sul Seiko 5.I PIÙ POPOLARI

I dati: Modelli e calibro

Il Seiko 5 è – oltre ai modelli vintage – disponibile anche in numerose nuove versioni. I giapponesi hanno attualmente 27 diverse varianti in offerta. Il Seiko 5 Sports Automatic (269 euro) qui mostrato è uno dei modelli più classici, è disponibile anche come Diver, in color caramella o interamente in oro. Il movimento è un 4R36 con una riserva di carica di 41 ore. È installato anche il vetro minerale, non così resistente ai graffi come lo zaffiro, ma sopportabile considerando il prezzo. & Nbsp;

Diametro : 40 mm & nbsp;
Bracciale : Acciaio & nbsp;
Impermeabile : fino a 10 bar < /p>

Quello in più : alla fine del 2020, Seiko ha lanciato una collezione di orologi limitata in sei parti in collaborazione con i creatori del leggendario videogioco Street Fighter. Non l’unica collaborazione di quest’anno: “Red Special” è stato rilasciato a metà del 2020, risultato della collaborazione con il chitarrista dei Queen Brian May.


Longines Aviation Big Eye Chronograph – Orologi

Longines

Il cronografo Longines Aviation Big Eye

  • Cronografo da pilota non convenzionale
  • Design storico
  • A partire da 2.500 euro

Il cronografo è la complicazione che affascina i ragazzi: la misurazione, la competizione, solo il fatto che succede su un quadrante quando è attiva la funzione time-stop. Ad oggi, non c’è niente di più per raddoppiare la tensione di un lungometraggio che una musica drammatica e un cronometro sbiadito. Il cronografo ha dei fan, presumibilmente – e comunque lo si voglia misurare – è la complicazione più popolare di tutte, e sostengo, molto soggettivamente, che il fascino dell’orologio sia iniziato nella generazione X con il tentativo di fermare un centesimo di secondo su un digitale orologio, o almeno un secondo al centesimo di secondo. Potrei passare ore a farlo e non ero solo.

Per i più evoluti di questa generazione, guardare il quadrante non è la prospettiva più entusiasmante, perché i cronografi sono allo stesso tempo il più bello di tutti i movimenti meccanici. A causa della visuale libera senza il rotore nascosto, bisogna essere più precisi: calibro cronografo a carica manuale, e gli appassionati considerano il movimento Longines 13ZN uno dei più belli.

È stato sviluppato negli anni venti del secolo scorso e costruito negli anni settanta (e migliorato ancora e ancora), e gli orologi che ne sono derivati ​​hanno conosciuto un vero e proprio boom nel mercato vintage negli ultimi anni (il nostro editorialista non è certo del tutto responsabile di questo, il fondatore di Hodinkee Ben Clymer, che è uno degli amanti). Detto questo, è sia sorprendente che una testimonianza dei punti di forza o di debolezza del marketing che Longines non sia uno dei primi marchi che viene in mente quando viene menzionata la parola “cronografo”.

Orologi Longines

Varrebbe la pena di guardare alla lunga storia della maison con la clessidra alata nel logo, anche se negli ultimi decenni il marchio è stato conosciuto per orologi eleganti nel segmento del lusso entry-level (Longines fa parte del Gruppo Swatch e utilizza i movimenti del produttore del gruppo ETA).MOST POPULAR

La linea “Heritage†della line-up è ora la più forte, una serie di orologi basati su modelli storici negli archivi dell’azienda, e il più emozionante di questi è ovviamente un cronografo: l’Aviation Big Eye, con il “grande occhio” è l’accattivante contatore dei 30 minuti del cronografo a ore tre. Dovrebbe rendere più facile la lettura per i piloti, proprio come i pulsanti sporgenti dovrebbero consentire l’uso con i guanti.

La storia del Big Eye risale agli anni ’30, quando si perde un po’, oscurata dall’orologio ad angolo orario Longines che Charles Lindbergh utilizzò per navigare nello “Spirit of St. Louis” nel 1927 durante il suo volo transatlantico.

È arrivato sul mercato libero nel 1932, ovviamente come “Lindbergh” (Lindbergh oscura un po’ il Big Eye: c’è un’intera linea di orologi che non hanno modelli storici come i modelli Heritage, ma si ispirano a loro – & nbsp; la linea “Spirit” – e i cronografi sono simili al Big Eye nella maggior parte dei dettagli oltre al grande occhio).

Orologi Longines

E se lasci da parte tutta la storia, il Big Eye è solo un orologio stranamente bello. In tutta onestà, ha così tanto senso rendere l’indicazione dei minuti del cronografo più grande delle ore o dei piccoli secondi sull’orologio che sembra subito sorprendente perché non tutti lo facciano. Allo stesso tempo, la divisione di tre minuti della mezz’ora misurata sull’occhio grande diventa sempre più insolita quanto più a lungo si guarda l’orologio, e questo è in realtà piuttosto eccitante.

Non sono d’accordo se non avrebbe avuto senso usare cifre per designare i 10, 20 e 30 minuti, ad esempio, con questa rappresentazione poco familiare, ma il risultato sarebbe stato probabilmente troppo selvaggio perché le cifre sono troppo piccole o troppo grande in relazione a sarebbe stato fastidioso (per fortuna Longines fa a meno di una finestra per la data, in cui non ci sarebbe stato davvero un posto dove non avrebbe dato fastidio). & nbsp;

Qui puoi trovare tutte le informazioni su Longines.

I dati: Modelli e calibro

Il Big Eye più bello è attualmente l’ultimo modello con cassa in titanio con quadrante blu, che Longines chiama ” benzina” e totalizzatori neri. Il movimento si chiama Longines L688, è un calibro ETA con spirale in silicio e riserva di carica di 54 ore. La versione in titanio del Big Eye costa 3.210 euro.

Diametro : 41 mm
Bracciale : Pelle
Impermeabile : fino a 3 bar

Quello in più : Il marchio Longines è il più antico marchio di orologi registrato al mondo, precisamente nel 1889 (l’azienda è stata fondata nel 1832), e anche uno speciale: a differenza del solito, l’azienda non prende il nome da un fondatore che prende il nome dalla proprietà su cui sorge la sede dell’azienda dal 1866: Les Longines significa “i prati allungati”.

Data Rolexjust – Orologi

rolex

Il Rolex Datejust. Rolex AM PI POPOLARE

  • L’orologio
  • Quasi invariato dal 1945
  • A partire da 6.150 euro

Molti orologi meccanici hanno qualcosa di intramontabile, il che ha solo senso. Dopotutto, questi orologi di solito non sono beni stagionali, ma compagni per anni, decenni, persino generazioni. Quindi è logico non guardare un orologio che sia del 1921 o del 2021. Quasi nessun marchio lo fa come Rolex, e quasi nessun modello lo fa come il Datejust. Se chiedessi a un bambino di disegnare un orologio da polso, il risultato sarebbe qualcosa che si avvicina molto a questo modello del 1945.

Un orologio con cassa impermeabile Oyster, tre lancette, datario a finestrella (una prima nel 1945), un preciso movimento automatico: Rolex presentò il Datejust con queste caratteristiche a metà degli anni ’40. E l’orologio si basa ancora su questi principi. Certo, è stato visivamente rivisto nel corso dei decenni – con attenzione – ma se metti un Datejust di prima generazione accanto a un modello attuale, la relazione non può essere trascurata.

Se vuoi condurre una vita da orologio spensierata, non c’è niente di più facile di questo orologio. Perché chi lo indossa non deve pensare se si adatta al vestito (si adatta sempre), se si arrende (improbabile) o è un cattivo investimento (ancora meno probabile). Il Datejust non è l’orologio più accattivante, né il più complicato.

Ma quando si tratta di un orologio da polso nel senso letterale con cui puoi tuffarti in piscina o andare all’opera e ciò sarà ancora possibile tra 100 anni (se ci saranno ancora piscine o teatri d’opera), allora è l’orologio perfetto. & Nbsp ;

Qui puoi trovare tutte le informazioni sul Rolex

I dati Modelli e calibri

Il Datejust è ora disponibile in innumerevoli modelli e in tre dimensioni: 31, 36 e 41 millimetri di diametro, con il 36 mm corrispondono all’originale. La lunetta è disponibile liscia o scanalata, il Datejust è disponibile in bicolore, oro rosa, con o senza diamanti, su tre diversi bracciali e innumerevoli design di quadranti. In breve: c’è un Datejust per tutti. I modelli da 36 mm in su sono dotati del calibro automatico 3235 con una riserva di carica di circa 70 ore.

Diametro : 31, 36 o 41 mm & nbsp;
bracciale : acciaio inossidabile, oro giallo, oro rosa o oro bianco
Impermeabile : fino a 10 bar

Quel di più : se dovessi creare un elenco di importanti indossatori di Datejust, probabilmente non finirebbe mai. Un piccolo estratto: il Dalai Lama, Joe Biden, Papa Giovanni Paolo II, Michael Jordan, Jay-Z.

Piaget Altiplano – Orologi

piatek

Il Piaget Altiplano.AM PIÙ POPOLARE

  • L’epitome del dress watch
  • Orologio ultrapiatto del “Maestro dell’ultra sottile”
  • A partire da 16.900 euro

Un posto speciale nella storia dell’orologio meccanico appartiene a coloro che competono per il movimento più sottile, e in questo santuario Piaget occupa un posto speciale. Il marchio, a volte indicato come il più sottovalutato dei grandi produttori, è praticamente sempre stato in testa a questa corsa eterna per decenni.

E ciò che suona così casuale, è in verità un inchino davvero profondo, perché oltre all’eccellenza tecnica necessaria per questo, parla anche di una convinzione solida come una roccia, perché questi decenni includono lo sviluppo del movimento al quarzo, che ha reso è molto facile costruire orologi piatti, e la tendenza verso orologi sportivi grandi e anche alti (leggi: spessi) – sarebbe stato comprensibile se Piaget avesse deciso di cambiare rotta. Fortunatamente non l’hanno fatto.

Il fatto che Piaget sia classificato automaticamente solo dagli intenditori nei ranghi più alti dei produttori di orologi potrebbe essere dovuto al fatto che l’azienda produce anche gioielli (per inciso allo stesso livello elevato), ma tutti gridavano: è un produttore di orologi svizzero con una storia dietro la quale gli altri possono nascondersi. Georges-Édouard Piaget iniziò a costruire orologi nel 1874 quando aveva solo 19 anni.

Orologi Piaget

Due generazioni dopo, alla fine degli anni ’50, suo nipote Valentin sviluppò dapprima un’ossessione per i movimenti piatti in generale, in secondo luogo il movimento a carica manuale più sottile e poi in terzo luogo il movimento automatico più sottile al mondo. E ora arriva per me il vero motivo per cui la & nbsp; Maison & nbsp; nonostante la competenza tecnica non sia nella coscienza come marchio tecnico: Valentin Piaget era, tra tutto il resto, un designer visionario, e gli orologi della casa subiscono un po’ il destino del vecchio modello.

Orologi Piaget

Sono così belli che alcune persone probabilmente non possono più immaginare che le loro interiora siano almeno altrettanto grandi. Faccio solo un esempio: la tendenza dei quadranti colorati negli ultimi anni si ritrova 50 anni prima nella collezione Piaget, solo meglio: nei quadranti realizzati con pietre semipreziose, che si trovano ancora oggi nella collezione Altiplano ( oggi, ad esempio Meteorite rock, a Piaget si parla di quadranti in “pietra ornamentale”.

Niente incarna la filosofia dell’orologio ultrasottile più dell’Altiplano, questo design semplicemente perfetto che, nella sua forma più semplice con due lancette, può essere visto come l’epitome dell’orologio e come l’ultimo orologio da abito. Un orologio non può dire “orologio” più di così, perché in realtà ha esattamente tutto ciò che fa un orologio e nient’altro. Si libra nella squisita sfera del design perfetto. “Classic” non lo descrive in modo adeguato, perché non si direbbe che il sole sia una lampada classica.

È una specie di orologio originale, qualcosa come la forma naturale di un orologio, implementato solo con la massima eleganza. Non ha epoca, non ha tempo, perché è tempo. & Nbsp; Qui troverai trova tutte le informazioni su Piaget.

I dati Modelli e calibri

Il movimento di manifattura Piaget 430P, naturalmente ultrapiatto, alto solo 2,1 millimetri, si carica a mano e poi corre per 43 ore di durata. L’Altiplano è disponibile anche in oro bianco e poi con svariate complicazioni fino ad arrivare – lo abbiamo indovinato – al tourbillon ultrapiatto. Ma a livello filosofico, semplicemente non c’è più orologio di questo modello a due lancette in oro rosa. & Nbsp;

Diametro : 38 mm & nbsp;
Bracciale : Pelle & nbsp;
Impermeabile : fino a 3 bar

Quello in più ; Come si addice alle industrie competitive, la competizione per le innovazioni tecniche come il movimento più piatto porta costantemente a nuovi record mondiali. Piaget ne detiene regolarmente molti. Alla maggior parte dei proprietari di orologi non interessa; Ma nel settore è un vero vantaggio competitivo;Perché una produzione così competitiva attira i migliori giovani talenti tra gli orologiai. Ad esempio.

Sinn 356 Flieger – Orologi

sinn
  • Da Francoforte
  • Più Toolwatch non è possibile
  • A partire da 1.750 Euro

Se vuoi capire il marchio Sense, è meglio dare un’occhiata alla homepage dell’azienda. Ci sono – ovviamente, è un produttore di orologi – solo orologi. Ma non solo orologi da polso, ma anche orologi di navigazione a bordo, in quanto vengono utilizzati nel traffico aereo. A proposito del cronografo di bordo NaBo 56/8 dice: “Soddisfa i requisiti di EASA Form 1 e del regolamento di prova militare MIL-C-38207A”. Qualunque cosa ciò possa significare in dettaglio, questo è certo: qui l’argomento viene preso sul serio.

Presso l’azienda Sinn – Spezialuhren zu Frankfurt am Main, non costruiscono orologi perché sono un accessorio occasionalmente utile. Questi orologi servono tutti a un certo scopo (avresti potuto scrivere il senso qui, ma era troppo economico per noi).

Orologi come il Flieger 356 qui presentato sono pensati in termini di funzione. Adatta che Helmut Sinn, che ha fondato l’azienda nei primi anni ’60; Era lui stesso un pilota. Il Flieger 356 è nel programma dal 1996, ma non si vede la sua età. La cassa del cronografo è realizzata in acciaio inossidabile. Viene installato un movimento automatico, l’orologio è indossabile per quasi tutti coloro che hanno un diametro della cassa di 38,5 millimetri. Ha un quadrante opaco, estremamente facile da leggere.

Sinn 356 Flieger

Qualità, robustezza e affidabilità sono all’avanguardia nel Flieger 356, come per tutti gli orologi Sinn. Il che non significa che non abbia un bell’aspetto. Anzi; La sua sobrietà e chiarezza la fanno sembrare solo uno strumento essenziale di un accessorio superfluo. (Anche se gli accessori ovviamente non sono mai superflui) sul braccio. Sinn produce anche orologi da abito, ma i Frankfurters sono i migliori quando si tratta di orologi da utensili classici. Potrebbero non essere l’attrezzatura giusta per la cena di gala, ma se l’apocalisse ci minaccia, vorremmo avere un senso sul braccio. 

I modelli di dati e i calibri

 Ã¨ installato il calibro automatico SW500 (riserva di carica di 48 ore). Nell’esecuzione è possibile scegliere tra innumerevoli (e in parte con supplemento) opzioni. Nella versione originale sul cinturino in pelle, l’orologio costa 1.750 euro, opzionalmente è possibile sostituire il gellac acrilico con zaffiro (supplemento di 500 euro), scegliere un bracciale in silicone o acciaio inossidabile (200 euro) o optare per un posteriore in spahirglass (100 euro).

Diametro: Bracciale da
38,5mm: pelle, metallo
o gommaImpermeabile: 100 metri

Questa è un’altra cosa: Oltre ai classici orologi da utensili, Sinn ha anche una selezione di orologi da abbigliamento in offerta : dopo tutto, hai sede a Francoforte sul Meno, la metropoli finanziaria e di borsa della Germania. Dal 1999, quindi, nel programma: il centro finanziario di Francoforte orologi. 

Chopard Alpine Eagle – Orologi

Chopard
  • Orologio sportivo in acciaio con storia familiare
  • Un nuovo orologio, ma con radici profonde
  • A partire da 12.800 Euro

L’unica cosa che non ha senso a prima vista è il nome. Si capisce perché questo orologio esiste, la tendenza verso orologi sportivi in acciaio con bracciali integrati è ininterrotta e la gamma Chopard con un movimento di produzione in una moderna dimensione di 41 millimetri è accattivante su molti livelli, non da ultimo a causa della speciale lega d’acciaio, che brilla brillantemente come l’oro bianco.

E se qualcuno vuole conoscere la perfezione nella produzione, può guardare l’allineamento delle quattro paia di viti che tengono la lunetta. Le loro slot seguono la forma dell’orologio. È come l’allenamento di balletto: uno sforzo enorme che fa sembrare tutto facile alla fine. Ma, lo capisci subito, a prima vista, questo orologio, e sul secondo e terzo ancora, solo il nome non si apre affatto da solo: Aquila alpina, l’aquila delle Alpi?

Gli orologi sportivi in acciaio con cinturino integrato sono tutti fortemente influenzati dal primo del loro genere, con cui il designer Gérald Genta ha fondato il genere negli anni Settanta, e sono tutti quindi influenzati dalla sua ispirazione originale, un oblò, e puoi vederlo se vuoi, anche nell’Aquila Alpina. Ci sarebbe un collegamento marittimo. Non puoi vedere le Alpi se vuoi ignorare il fatto che Chopard è una manifattura svizzera, proprio come il suo produttore gemello Fleurier Ebauches, che produce il calibro certificato COSC. Tuttavia, questo è vero per la maggior parte degli orologi che presentiamo qui, e sarà un po ‘difficile trovare un secondo orologio che prende il nome da un animale svizzero.

Orologi Chopard

In definitiva, la risposta è soprattutto una cosa: molto, molto Chopard. Nonostante tutta la manifattura svizzera, Chopard è soprattutto un’azienda familiare tedesca, quella della famiglia Scheufele. E Karl-Friedrich Scheufele, co-presidente dell’azienda, è un noto e confessato fan e custode della natura alpina. L’orologio prende il nome da ciò che è importante per lui.

Ma questo è solo il primo passo, perché l’Aquila Alpina non si ispira semplicemente agli “orologi degli anni Settanta”, ma soprattutto a uno, ovvero l’orologio interno dell’epoca: il Chopard St. Moritz. Da giovane dipendente dell’azienda di famiglia, Karl-Friedrich stesso li aveva ispirati e portati alla maturità del mercato sotto l’occhio leggendariamente acuto del consiglio di famiglia.

L’orologio di quel tempo è molto chiaramente un bambino del suo tempo, le otto viti sulla lunetta erano molto più evidenti in quel momento, la versione di oggi non è una nuova edizione, ma molto chiaramente un nuovo orologio, ma con radici forti, anche i numeri e gli indici romani concisi sono una continuazione diretta del design del St. Moritz. E improvvisamente il nome dell’orologio è quasi avvincente, perché l’aquila delle Alpi è, dopo tutto, ciò che si spera di vedere quando si guarda da St. Moritz.

I modelli di dati e i calibri

Oltre alle dimensioni da uomo, l’orologio è disponibile anche in 36 millimetri, che oggi passa come dimensione femminile, e come cronografo (in 44 millimetri di diametro) in acciaio, combinazione acciaio-roséold e oro rosa (e con vari stadi dall’assetto diamantato a una versione iced-out per le donne), ma il materiale più eccitante è la lega di acciaio scintillante molto particolare, che si chiama “Chopard Lucent Steel A223″ ed è estremamente resistente ai graffi (e corrispondentemente complessa da lavorare). Il quadrante con la sua struttura meravigliosamente organica ricorda la roccia delle montagne ed è disponibile in diversi colori. Il calibro a tre mani Chopard 01.01-C ha una riserva di carica di 60 ore. 

Qui troverai tutte le informazioni su Chopard.

Diametro

: Bracciale

da 41 mm: Acciaio (integrato) Impermeabile:fino a 10 bar

Mentre Karl-Friedrich Scheufele era il padre di St. Moritz, che è entrato sul mercato nel 1980, l’Aquila Alpina è un progetto di suo figlio Karl-Fritz, che insieme al nonno Karl lo ha reso adatto alla visione rigorosa del consiglio di famiglia. Sì, gli uomini sono tutti chiamati Karl, il che probabilmente dice molto sulla famiglia, in cui le tradizioni vengono sempre portate in vita. Probabilmente non siamo grandi profeti se assumiamo: segue la continuazione. 


Blancpain Cinquanta braccia senza ruota – Orologi

Blancpain Cinquanta braccia senza ruota
  • Il primo vero orologio subacqueo
  • Tradizione dal 1735
  • Per 13.070 euro

Alcune cose sono e rimangono uniche, e niente e nessuno può cambiarle. C’era solo un primo uomo sulla luna, e solo una prima salita dell’Everest. E, dal punto di vista dell’industria orologiera, altrettanto rivoluzionaria: c’è solo un primo orologio subacqueo. Nel 1953, lo svizzero di Blancpain lanciò il Fifty Fathoms, che era stato sviluppato per i nuotatori da combattimento dell’esercito francese – impermeabile e con lunetta rotante e movimento automatico, anche facile da leggere al buio. Presto usò anche la Bundeswehr.

Negli anni seguenti, i Fifty Fathoms divennero lo strumento standard tra i subacquei professionisti, anche Jacques Cousteau ne indossò uno. Con un diametro di 42 millimetri, il Fifty Fatums era un orologio gigantesco per l’epoca – oggi è nella media degli orologi sportivi.

Blancpain fa orologi dal 1735, il che significa una storia piuttosto enorme anche per l’industria orologiera svizzera. Solo gli orologi al quarzo Blancpain non sono mai esistiti, motivo per cui non sono stati prodotti orologi durante la crisi del quarzo. Nel 1983, guarda papa Jean-Claude Bier acquistare i diritti di denominazione di Blancpain – per poco più di 20.000 franchi svizzeri. The Fifty Fathoms è parte integrante della collezione, con molte edizioni speciali, come la Fifty Fathoms No Wheel raffigurata qui.

Blancpain

Il modello, che risale alla metà degli anni ’60, ha una scritta “senza radiazioni” sul quadrante. Il radio radioattivo (come sapevamo dall’inizio degli anni ’60) è stato utilizzato a lungo come materiale luminoso negli orologi – e con questa stessa impronta, Blancpain ha voluto trasmettere ai suoi clienti in modo piuttosto sorprendente: Non preoccuparti, qui non viene installato alcun radio. 

Qui troverai tutto su Blancpain.

I modelli di dati e il calibro

 l’orologio subacqueo è alimentato dal calibro Blancpain 1511, che ha una riserva di carica di 4 giorni. L’alloggiamento è realizzato in acciaio inossidabile. I Fifty Fathoms sono ora disponibili in innumerevoli versioni: varie dimensioni e materiali e con funzioni dal cronografo alla fase lunare.

Diametro: Bracciale da
40,3mm:

Gomma Impermeabile: 300 metri

Questa è un’altra cosa: Il nome “Fifty Fathoms” è dovuto alla resistenza all’acqua dell’orologio del 1953: un filo inglese (Fathom) corrisponde a 1.829 metri – che si traduce in circa 50 Fathom ad una resistenza all’acqua originale di 100 metri.


Cronografo Portugieser IWC – Orologi

Cronografo Portugieser IWC
  • Un colpo di fortuna nella storia dell’orologio
  • Definisce il proprio segmento
  • A partire da 8.150 Euro

Alcuni orologi sono così indipendenti e formativi per un marchio che funzionano come un logo non ufficiale. In IWC, è la linea Portugieser, e in particolare il cronografo, che è sorprendente su molti livelli, soprattutto perché non lo è stato per molto tempo. L’International Watch Company (IWC) ha più di 150 anni, ma la linea Portugieser come sappiamo non ha ancora 30 anni. Si basa su un orologio che è stato semplicemente chiamato “Big Wristwatch” presso IWC, e dove tutto è stato straordinario dalla prima idea. Perché il primo “Large Wristwatch” era in realtà decenni indietro nel suo tempo.

Gli anni Trenta erano il tempo dell’Art Deco, gli orologi da polso andavano bene, piccoli e spesso angolari. IWC ricevette un ordine da due uomini d’affari portoghesi che cercavano orologi da polso insolitamente grandi per gli ufficiali della marina mercantile, affidabili come cronometri navali. E IWC li ha costruiti, con calibri da orologio da tasca. Nei decenni precedenti, questo era ancora lo stato dell’arte, nel frattempo erano andati avanti da tempo, e IWC incorporava il know-how dell’epoca nel design, quindi gli orologi erano più piatti e nel complesso, in sintesi, più eleganti degli orologi da tasca più grossi per il polso che esistevano prima.

La forma molto propria e amata dell’orologio, che in seguito è stato nuovamente offerto come Portugieser, deriva dal fatto che è stato creato esattamente nel momento sbagliato.

Orologi IWC

Inoltre, non è stato originariamente un successo di vendita, perché il gruppo target di marittimi apparentemente ha ricevuto l’orologio con entusiasmo, ma è numericamente piuttosto gestibile. Se il mondo intero vuole orologi piccoli e angolari, un grande round non è un blockbuster. Ma IWC aveva un orologio unico nel suo archivio: progettato nel linguaggio del design ma allo stesso tempo contro la moda del suo tempo.

L’abbiamo già detto a questo punto: praticamente ogni manifattura del XIX o addirittura XVIII secolo, che opera praticamente continuamente fino ad oggi, di solito lo deve a uno o più personaggi molto speciali, per lo più uomini a causa del tempo. IWC è un’eccezione in questo senso solo perché la serie di tipi speciali è lunga, e oltre ai leggendari orologiai Albert Pellaton e Kurt Klaus, il capo marketing Hannes Pantli e l’amministratore delegato Günter Blümlein appartengono alla lista.

Nel 125° anniversario dell’azienda nel 1993, Pantli prevalse con l’idea non solo di costruire una “Grande Complication” vertiginosamente elaborata, ma anche di allevare una serie più conveniente per i normali amanti degli orologi mortali. È stata la rinascita del “Grande Orologio da polso”.

Orologi IWC

Da allora, portugieser ha difeso IWC. Con la sua lunetta stretta e il quadrante estremamente chiaro in ogni versione, sembra più grande dei 41 millimetri di diametro sulla carta indicano, e allo stesso tempo più piatto dei 13 millimetri che è effettivamente alto. Ci sono solo piccole cose in cui il design si concede sensualità: la parte posteriore curva dei quattro sul quadrante (che era ancora dritta sull’originale nel 1939, mentre le ormai semplici sette a quel tempo avevano ancora un piccolo verso il basso sulla sua linea superiore a sinistra) e le mani di feuille molto delicatamente bulbose e classiche (feuille significa foglia).

E poi oggi c’è la seconda scala attorno al quadrante, che divide ogni minuto in quattro sezioni, in modo che la grande lancetta dei secondi del cronografo possa visualizzare frazioni di secondo.

Naturalmente, non si trova sul modello originale a tre lancette, ma rafforza l’aura del “cronometro”, l’orologio su cui puoi contare. Sui modelli a tre lancette, IWC utilizza una cosiddetta “minuterie ferroviaria” nel Portugieser, in cui le linee minute corrono come traversine in due binari ferroviari intorno al quadrante, ma il Portugieser è ora così dominantemente presente come un cronografo che tutte le altre varianti sembrano scivolate via da esso – anche se questo è storicamente sbagliato, tutto è iniziato con l’orologio a tre lancette.

Ma forse è il segreto del cronografo Portugieser: sembra un orologio che è sempre esistito, non legato a un’epoca specifica. Allo stesso tempo, non sembra un classico: è il suo segmento. Trova tutto su IWC qui.

I modelli dati e i calibri

Il cronografo è alimentato dal calibro di manifattura 69355 con riserva di carica di 46 ore, confezionato in una cassa in acciaio o oro, ognuno con diverse opzioni di quadrante, nella versione in acciaio anche mani e indici di colore diverso (argento, blu o oro). Varianti più o meno strettamente correlate sono i cronografi Protegier Classic e Portugieser Yacht Club, che sono più grandi, tecnicamente più complessi e molto più costosi. Inoltre, IWC è molto impegnato con edizioni speciali, quindi vale la pena cercare l’unica variante speciale. C’è anche un bracciale in acciaio per il cronografo.

Diametro:

Bracciale da 41 mm:
Impermeabilein pelle: fino a 3 bar

Un’altra cosa:devi amare IWC due volte per la congruenza storica e l’oggettività casuale con cui chiamano semplicemente i loro grandi orologi grandi orologi. Il “Great Wristwatch” potrebbe ora chiamarsi Portugieser, ma la versione da 46 millimetri del Pilot’s Watch si chiama “Big Pilot” o “Great Pilot’s Watch”, e c’era anche un “Grande Ingegnere” per qualche tempo. 


Cronografo Tutima M2 – Orologi

Il cronografo Tutima M2
  • Il cronografo pilota della Bundeswehr, quasi
  • Un marchio tradizionale che fa la storia tedesca plastica
  • A partire da 4.500 Euro

Le più grandi avventure che sperimentiamo nell’immaginazione e coloro che non hanno immaginazione probabilmente non hanno alcun interesse per gli orologi da polso. Senza la magia di immaginare cosa succede una volta messo su un orologio, non lo farei. E praticamente nessun orologio dovrebbe essere impermeabile o protetto contro la pressione negativa nelle altezze ghiacciate dell’aviazione nel momento in cui dovevi ancora indossare giacche di pelle di agnello. Quindi iniziamo: questo cronografo Tutima è il successore dell’orologio ordinato dalla Bundeswehr negli anni Ottanta per i suoi piloti di caccia. Fantasia, marcia!

Forse qualcuno se ne è già accorto: la combinazione degli anni Ottanta, Glashütte in Sassonia e Bundeswehr indica una storia in qualche modo movimentata, perché fino al 1990 la Sassonia non era uno dei settori in cui la Bundeswehr doveva effettuare ordini o dire altro. E in effetti, la storia di Tutima è selvaggia: il fondatore Ernst Kurtz fuggì nella Germania Ovest poco prima della fine della guerra, un giorno prima che i bombardieri sovietici distruggessero la fabbrica di Glashütte, e producessero orologi secondo la tradizione di Glashütte sotto il suo nome in Bassa Sassonia, ma fallirono nel 1956.

Un giovane dipendente, Dieter Delecate, ha rianimato il marchio Tutima alcuni anni dopo – tuttavia, nessuno nella Germania Ovest lo sapeva, probabilmente lo ha reso ancora più difficile per se stesso, ma ovviamente non è qualcuno che si arrende.

Cronografo Tutima M2

Con parti dalla Francia e casse di Hong Kong, ha costruito orologi nel segmento di medio prezzo, poi anche orologi al quarzo ed etichette private di grandi magazzini. E poi è arrivata la gara della Bundeswehr, che voleva orologi meccanici per i loro piloti, perché gli orologi al quarzo mancano dell’unico display importante, vale a dire l’avvertimento di quanto durerà la batteria. Alla fine vinse il bando apparentemente anche a causa dei grandi pusher cronografi piatti che inventò, che possono anche essere azionati con i guanti.

E l’idea successiva si accendono anche, anche se solo più tardi: portò il grande orologio grosso, ora chiamato NATO Chronograph, sul mercato civile, che era dominato negli anni Ottanta da orologi al quarzo piatti e fini. Ma questo è cambiato, come sappiamo, e l’orologio dal ganderkesee del nord tedesco a un presto non più un consiglio da insider tra le persone che altrimenti probabilmente hanno acquistato solo orologi dalla Svizzera.

Cronografo Tutima M2

Da quasi dieci anni Tutima è tornata a Glashütte ed è salita a una nuova fascia di prezzo con nuovi modelli. E ha costruito un nuovo cronografo, ancora più grande del primo, con un calibro basato su un “Valjoux” 7750 pesantemente modificato, uno dei leggendari movimenti cronografiche svizzeri. La sua più grande particolarità può essere vista quando guardi da vicino la foto: non solo ferma i secondi dal centro, ma anche i minuti. Nel totalizzatore inferiore è possibile vedere il contatore di 12 ore, in quello superiore un display di 24 ore.

È un orologio speciale e testardo, che non sorprende se si guarda alla storia della sua famiglia di marchi, e certamente non un orologio che si acquista per motivi di stato – sul cinturino in titanio il cronografo costa 4.900 euro, ma si ottengono modelli economici di marche molto più costose, ma probabilmente non un orologio migliore. C’è una selezione infinita nella fascia di prezzo di circa 5.000 euro, e probabilmente hai sempre bisogno di buone ragioni per decidere alla fine, ma soprattutto buone, ragioni personali per uno degli orologi più costosi di un marchio che non vende uno status generale. Fantasia, per esempio. Il sogno di volare. 

I modelli dati e i calibri

La cassa del cronografo è realizzata in titanio, quindi è molto leggera e comoda da indossare. C’è una variante con un anello rotante pilota come lunetta ed entrambe le versioni con un cinturino in tessuto in Kevlar. Inoltre, c’è una versione più piccola, quasi snellita, dell’orologio, che è più vicina alla vecchia variante NATO in termini di dimensioni, si chiama M2 Coastline ed è disponibile a partire da 2.900 euro. Nella grande M2, il calibro Tutima 521 spunta con una riserva di carica di 42 ore.

Diametro: Bracciale da 46 mm: Titanio Impermeabile: fino a 30 Bar

Laversione precedente del cronografo è ancora l’orologio di servizio dei piloti della Bundeswehr (la Bundeswehr gestisce ora due officine in cui li mantiene). Alimentato da un altro leggendario movimento cronografo svizzero, il 5100 Lémania, è disponibile anche in acciaio oltre al titanio. Il nome NATO Chronograph deriva dal numero di fornitura NATO inciso sul fondo della cassa, qui il 6645-12-194-8642.

Erroneamente (almeno pazzo per le persone che non conoscono l’esercito) non significa che ogni orologio con 6645-12-194-8642 sia sul fondo di Tutima. Ci sono anche altri produttori che soddisfano i requisiti, solo leggermente diversi. Ci sono quindi orologi molto simili di altri produttori, ma ad esempio i pusher piatti sono una funzione Tutima. 


Girard-Perregaux Laureato – Orologi

The GirardPerregaux Laureato
  • L’orologio (storicamente) diverso
  • Orologio sportivo in acciaio con bracciale integrato e non solo orologio sportivo in acciaio con bracciale integrato
  • A partire da 12.200 Euro

Nel mondo dell’orologera svizzero, in definitiva piuttosto piccolo, Girard-Perregaux si trova allo stesso tempo nel mezzo – vale a dire a La Chaux-de-Fonds, quella città di quasi 40.000 abitanti a 1000 metri sul livello del mare, in cui soggettivamente tutto ruota intorno a orologi raffinati – e ai margini, perché la storia della casa, e in particolare del Laureato, è sempre un po ‘accanto alla storia dell’industria orologiera.

Sì, il Laureato è un orologio sportivo ottagonale degli anni Settanta, di cui ne pensiamo subito alcuni (ce ne sono ancora alcuni in questa lista), ed era ovviamente basato sul trend emergente, ma in modo diverso. Girard-Perregaux non solo riconobbe la tendenza simultanea verso gli orologi al quarzo, ma fu abbracciato completamente: lo standard 32.768 Hertz, dopo che i movimenti sono ancora oggi solleticati, fu fissato da Girard-Perregaux nel 1970, e il Laureano era quindi un orologio al quarzo quando fu introdotto.

Girard-Perregaux Laureato

Allo stesso tempo, la manifattura, una delle più antiche della Svizzera, rimase fedele ai frickelei e costruisce ancora movimenti meccanici di altissima classe, per se stessa e anche per altri produttori (la manifattura potrebbe non essere così vecchia come lo è dal punto di vista della spaccatura dei capelli: l’orologiaio Constant Othenin-Girard la fondò nel 1850, ma si invoca l’anno 1791, perché gli eredi di Girard acquistarono una manifattura fondata all’inizio del XX secolo. Sono autorizzati a farlo). E come spesso accade con questo tipo di manifattura, ciò che sperimentiamo oggi si basa sulla visione di un unico uomo carismatico: il defunto ex pilota e architetto italiano Luigi Macaluso acquistò Girard-Perregaux nel 1992 e guidò la casa in tempi moderni.

Girard-Perregaux Laureato

Ora è storia antica come queste case hanno attraversato la grande crisi del quarzo senza interrompere la loro storia, ma tra le migliori – e Girard-Perregaux è chiaramente una di queste – anche qui si sono riunite diverse cose, che forse costituiscono la base di questa selvaggia, strana industria: gusto, gioia nello sviluppo tecnico e un amore completamente irrazionale per queste cose ai nostri polsi, che, in primo luogo, non abbiamo più bisogno e, in secondo luogo, certamente non in questa opulenza.

Lo stesso Macaluso, tra l’altro, proprietario della casa che ha sviluppato e costruito il leggendario tourbillon a tre ponti, una volta mi ha detto che ha scelto solo gli orologi che indossava lui stesso secondo il design.

Ciò che spuntava all’interno non era decisivo per lui personalmente. Che allo stesso tempo è infinitamente rilassato e probabilmente sbagliato come un pilota che sostiene di non scegliere la sua auto per il motore, sarebbe decisivo come guida.

Girard-Perregaux Laureato

Il Laureato appartiene così alla classe degli orologi sportivi in acciaio con bracciale integrato, probabilmente l’orologio d’arte più hyped di sempre. Ed è uno dei più belli del suo genere. Con la lunetta ottagonale e il quadrante Clous de Paris, i prestiti sono chiari, non lo nascondono e la sua indipendenza deriva dalle sottili differenze.

È la rappresentante più maschile del suo genere, un po’ più beefier, un po’ più muscoloso e forse più chiaro della concorrenza diretta. E quindi automaticamente: diverso. Pochissimo, ma comunque, e questa è la magia di questo orologio, come tutta la manifattura, che ha pubblicizzato qualche anno fa con lo slogan “Orologi per pochi”.

Molto, molto raramente incontrerai una controparte che indossa lo stesso orologio, perché ha tutti gli attributi che rendono questo tipo di orologio così desiderabile, ma nel club dove tutti indossano la stessa cosa, qualcosa sta sul bordo e non si impone. E per coloro che si prendono la briga di guardare da vicino, i tipi più interessanti si trovano spesso lì. 

Qui puoi trovare tutte le informazioni sul Girard-Perregaux Laureato.

I modelli dati e i calibri

Il Laureato nella misura uomo (42 millimetri) è disponibile in diversi colori in acciaio, acciaio-oro e ceramica. Ci sono tutta una serie di varianti e complicazioni come un tempo mondiale o un tourbillon e versioni speciali in vetro zaffiro, oro e con quadrante scheletrato in diverse dimensioni, vale a dire 44 millimetri per gli uomini, 38 come taglia unisex e 34 per le donne).

Il movimento della versione a tre mani è, ovviamente, un calibro di manifattura chiamato GP01800, che può essere visto attraverso il dorsio in vetro zaffiro, che lo stesso Girard-Perregaux chiama semplicemente “affidabile”, il che mostra un folle understatement. Ha una riserva di carica di 54 ore e, a differenza della maggior parte dei produttori, Girard-Perregaux non dà la riserva “fino a” potenzialmente più lunga, ma “almeno 54 ore”.

Diametro

: Bracciale da 42 mm :

Acciaio (integrato) Impermeabile:fino a 10 bar

A differenza di tutti gli altri doppi nomi così comuni in questo settore, nessun orologiaio Girard e un orologiaio Perregaux hanno unito le forze qui, anche se in realtà c’erano entrambi. Ma il signor Othenin-Girard sposò la sorella dell’orologiaio Perregaux e diede alla sua manifattura il suo nuovo doppio nome (o, come si dice in Svizzera: nome dell’alleanza). 


Bell & Ross BR 03-92 – Orologi

Bell amp Ross BR 0392
Die Bell & Ross BR 03-92
  • Uno strumento cabina di pilotaggio per il polso
  • Design unico
  • A partire da 3000 Euro

L’idea è così ovvia che potrebbe essere un mistero perché nessuno l’abbia mai fatto prima: invece di costruire orologi da pilota basati sui codici di progettazione degli strumenti della cabina di pilotaggio, basta fare uno strumento di cabina di pilotaggio su un braccialetto e usarlo come orologio.

Come ho detto, potrebbe essere un mistero. Ma la risposta probabilmente non è così complicata: forse nessuno l’ha fatto per molto tempo perché sembra molto strano. Inoltre, nelle dimensioni in cui questo orologio è arrivato originariamente sul mercato, vale a dire come un quadrato di 46 per 46 millimetri (come BR 01).

Bell & Ross BR 03-92

Controversa, credo, è ancora l’espressione più educata che si possa trovare per il design, fino ad oggi è semplicemente odiata da un bel po ‘di persone di orologi – che si basa su un malinteso. Un Bell & Ross BR 01 (o il più contemporaneo, quattro millimetri più piccolo BR 03) non è ovviamente un orologio da pilota, anche se il marchio insiste nel commercializzarlo ancora in questo modo. È una dichiarazione di moda.

L’orologio del marchio francese (che naturalmente produce nella valle dell’orologio svizzera) è stato fin dall’inizio nelle vetrine dell’ex grande magazzino hipster parigino Colette, che è stato in grado di impostare le tendenze globali solo aggiungendo un prodotto alla sua gamma. Una BR 01 poteva essere compresa ironicamente o per niente, volersi avvicinare ad essa con gli standard dell’industria orologiera era sempre condannata al fallimento, perché secondo le loro regole l’orologio è grossolano, invadente e, diciamolo, brutto.

È a questo che si tratta. Non sembra “un po’ come” nient’altro sul mercato. Gioca con i codici, ma solo allo stesso modo delle giacche aviatori con distintivi cuciti di qualsiasi squadrone di volo da combattimento giocare con i codici. Non sembri un pilota con una giacca del genere, ma come un fan del film “Top Gun”. Questo non è riprovevole, la maggior parte di noi non è pilota e la cultura pop dovrebbe essere celebrata. Dovresti solo sapere cosa stai facendo.

Bell & Ross BR 03-92

Ecco perché l’orologio appartiene qui, anche se in nessun altro modo è uno dei 100 migliori orologi al mondo: perché il suo design unico proviene da uno spirito unico in questo contesto, e lo spirito è a volte la cosa più importante.

Oggi, la versione grande dell’orologio è disponibile solo in versioni chiaramente decorate alla moda con enormi teschi, che non è particolarmente sottile, ma non c’è mai stato nulla di sottile in questa linea, che fa parte del suo fascino. Ci sono versioni tecnicamente impegnative con complicazioni fino al tourbillon, ma devi gestirlo come la Batmobile – probabilmente l’auto aziendale di Bruce Wayne ha un motore piuttosto potente, ma non è questo il punto.

Se Batman avesse dovuto decidere cosa è più importante per lui, motore o ottica, avrebbe scelto l’auto in cui è riconosciuto. Alla Bell & Ross, hanno da tempo dimostrato di poter costruire orologi, anche bellissimi, e le BR 01 e 03 devono essere viste come una rottura calcolata con le regole, e si può avere grande piacere in questo, soprattutto se si conoscono le regole. È una mentalità della moda in un mondo che funziona in modo molto diverso.

Puoi leggere l’ora da esso. Ma potete anche guardarli e pensare: Potete farmi tutti, fare quello che devi, io faccio quello che voglio. E ci sono giorni in cui non c’è niente di meglio di questa sensazione. 

Qui troverai tutto su Bell & Ross.

I modelli di dati e i calibri

Sono innumerevoli le versioni della BR 03, attualmente 29 come versione “pilota” e otto come “Subacqueo” con lunetta subacquea rotante, con complicazioni da una riserva di carica a un cronografo o un secondo fuso orario al tourbillon, ma la vera decisione sarà dovuta all’aspetto, e ci sono le varianti di colore numerose. La cassa è disponibile in acciaio, ceramica o acciaio con oro rosa. Il calibro “BR-Cal.302” è basato su un movimento Sellita (l’SW300-1) e ha una riserva di carica di circa 50 ore. E la foto BR 03 -02 “Night Lum” brilla come un matto, come suggerisce il nome.
Diametro:

Bracciale da 42 mm:
Impermeabile in pelle: fino a 10 Bar

Il nome Bell & Ross è composto dai soprannomi dei fondatori, Bruno Belamich e Carlos Rosillo. Hanno fondato l’azienda nel 1992 come progetto di laurea universitaria e inizialmente hanno avuto gli orologi prodotti da Sinn. Presumibilmente, il primo orientamento era in realtà quello di progettare orologi per uso professionale da parte di subacquei e aviatori, ma Belausch e Rosillo sono un designer industriale e un economista, il loro lavoro è un colpo di genio nel branding. 



Omega Seamaster Diver 300M Edizione 007 – Orologi

L'Omega Seamaster Diver 300M 007 Edition
  • L’orologio dell’altro subacqueo
  • James Bond li indossa
  • A partire da 4.800 Euro

Il nome Seamaster è uno dei più grandi, selvaggi (da qualche punto di vista forse anche: più caotico) e più desiderabile nel mondo dell’orologio. Probabilmente sotto nessun altro nome c’è un numero maggiore di orologi diversi sul mercato, per non parlare della sua storia. La famiglia possiede anche il Seamaster Railmaster, un orologio che si basa sui primi giorni dei ferrovieri che non entrano necessariamente in contatto con l’alto mare.

Ma nonostante la varietà di cugini eccitanti della famiglia, si stima che 100 su 100 guardino le persone istintivamente pensare esattamente a un orologio in un unico colore quando sentono il nome “Seamaster”: il Subacqueo 300M in blu – l’orologio di James Bond.

L’orologio è arrivato sul mercato nel 1993 e ha preso il controllo del dominio mondiale sugli agenti segreti in tutti noi due anni dopo con “Goldeneye”, cioè: insieme al neo entrato Pierce Brosnan, che sembrava un moderno Sean Connery era stato clonato in un laboratorio di design.

Ovviamente è nato come Bond, e l’Omega Seamaster Diver 300M era ovviamente il suo orologio: se pensi a un comandante della Marina duro e cosmopolita con una spiccta propensione all’individualismo come orologio, allora esce il Seamaster Diver. In blu. È così particolare che, a differenza dei suoi concorrenti, non viene nemmeno copiato parzialmente.


Omega Seamaster Diver 300M Edizione 007

Ci sono principalmente quattro caratteristiche di design che li compongono: la lunetta con il bordo ondulato, le lancette della spada a forma di barca, la valvola dell’elio obliqua a ore dieci e il rilievo d’onda sul quadrante, quest’ultimo è l’elemento meno definito e omesso in tutte le edizioni possibili – come quella mostrata qui. Ma la versione classica ora ha un rilievo che non solo viene stampato ma anche tagliato con il laser, un passaggio di lavoro che da solo richiede 18 minuti per ogni singolo quadrante.

C’è un motivo molto semplice per cui stiamo mostrando qui l’edizione 007: è il Seamaster più bello da acquistare al momento, ma di gran lunga non l’unica buona scelta.

Direi anche che con il suo movimento automatico Co-Axial, una lunetta in ceramica e la qualità di costruzione di Omega, la versione base ha forse il miglior rapporto qualità-prezzo di sempre per 4.800 euro nella sua fascia di prezzo. La versione Bond colpisce soprattutto per i suoi colori (ok, e il grande bracciale milanista), ma la sua lunetta è realizzata in alluminio e, a differenza della variante ceramica eternamente giovane, si farà avanti patina, come hanno fatto i suoi predecessori.

Quindi non rimane giovane. Tuttavia, è garantito che ha solo anni, il suo design rimarrà rilevante. Dopo 28 anni, è sia un classico che all’avanguardia. 

Qui troverai tutto sull’Omega Seamaster.

I dati (versione attuale) modelli e calibri

Il Seamaster Diver 300M è cresciuto in linea di principio da 41 a 42 millimetri con l’ultima generazione nel 2018 (ci sono varianti speciali in ceramica con 43,5 millimetri), l’edizione 007 del titanio qui mostrata è un tocco più piatto rispetto alla versione standard, il cristallo di zaffiro è leggermente più curvo. La variante base è disponibile in acciaio, oro acciaio e oro titanio, ma come ho detto, ci sono una serie di altri materiali in serie speciale e un’altra edizione limitata di James Bond in un set di due orologi, uno in oro giallo e una “Numerata Edizione” (questa è un’edizione limitata con il numero su una piccola piastra all’esterno) in oro platino.

E non abbiamo ancora menzionato i cronografi (Omega elenca 50 modelli Seamaster Diver attuali sul loro sito Web, ma alcuni di loro saranno probabilmente esauriti). L’edizione 007 è guidata da un calibro automatico Co-Axial della classe Omega del Master Chronometer con 55 ore, che passa per il nome interno calibro 8806 (la versione standard con il calibro 8800 mostra anche la data in una finestra a ore 6).
Diametro:

Bracciale da42 mm: Titanio
Impermeabile:fino a 30 Bar

Il design dell’orologio, che avrebbe dovuto arrivare relativamente contemporaneamente al lancio cinematografico del nuovo Bond “No Time to Die” (sì, il film è stato posticipato per la prima volta prima del COVID-19), presumibilmente anche l’attore di Bond Daniel Craig aveva una parola. Ad esempio, gli viene attribuita l’idea di usare il titanio leggero per l’orologio del Legame “Militare”. Ci sono alcuni snob arruffati che pensano che segni militari come la freccia a ore 6 debbano essere riservati agli orologi effettivamente utilizzati dai militari, ma diciamo: Sembra troppo bello qui lamentarsi. 


Casio G-Shock GA-2100SKE-7AER – Orologi

The Casio GShock GA2100SKE7AER
Die Casio G-Shock GA-2100SKE-7AER PUBBLICHE RELAZIONI
  • Il più bel “Casioak”
  • Indistruttibile. Così quasi.
  • A partire da 100 Euro

È incredibile quanto casio riesca regolarmente a provare nuove cose interessanti nella serie G-Shock. Le versioni metal dell’originale G-Shock DW-5000 hanno avuto un grande impatto negli ultimi anni, ma la G-Shock più bella è la “CasiOak” introdotta lo scorso anno, la serie ottagonale GA-2100, la cui cassa non ricorda particolarmente sottilmente la leggendaria Royal Oak di Audemars Piguet, quindi devi capirla come un tributo.

Novità di G-Shock, le cui casseforti in plastica quasi indistruttibili per il polso sono ancorate in tutti i tipi di sottoculture – surfisti, pattinatori, musicisti, astronauti – ma non hanno ancora attirato l’attenzione a causa della loro vicinanza agli orologi classici.

I classici G-Shock neri sono noti come orologi di scelta per soldati e vigili del fuoco, che sarebbero sufficienti come riferimento per la stragrande maggioranza dei marchi, ma la sede centrale di Tokyo ovviamente impiega designer iperattivi che non dormono mai. Nel 2017, Casio ha detto di aver venduto il 100 milioneseiesimo G-Shock, e questo non sembra irrealistico, almeno.

Casio G-Shock GA-2100SKE-7AER

Il GA-2100 sembra un orologio da polso dove puoi vedere cosa c’è, e nella versione scheletro con custodia trasparente puoi anche leggerlo bene, il che non è facile con tutte le versioni colorate. È un buon inizio. Ma poi è davvero bellissima. E interessante. E convenientemente misurato dal fatto che probabilmente puoi indossarli per anni su tutto ciò che esporrebbe un orologio di lusso a un pericolo inutile. Molto bene.

E poi c’è il fattore G-Shock: le cose sono una provocazione perché si distinguono come oggetti. Ci sono orologi che costano 1000 volte tanto e lo fanno esattamente allo stesso modo, e non abbiamo bisogno di parlare del fatto che questo è un ritmo diverso, ma un CasioOak che non si adatta a nulla e si distingue anche è una dichiarazione – anche se non è sempre chiaro per cosa. In caso di dubbio per divertimento con gli orologi. E noi lo sosteniamo a tutti i livelli. 

Qui troverai tutte le informazioni sugli orologi Casio

I modelli e i calibri dei dati (versione attuale)

il GA-2100 ha caratteristiche comuni come cronometro, timer, cinque allarmi e mostra data e fusi orari diversi, ma su un piccolo display digitale, quindi hai bisogno di buoni occhi per fare davvero qualcosa con esso.
Diametro:

Bracciale da 45,4 mm:
Resina Impermeabile:fino a 20 Bar

Comeper i Metall-G-Shocks, ci sono anche set per il GA-2100 su lati più o meno oscuri nella rete, con i quali è possibile convertire l’orologio di plastica in una versione in metallo, che poi assomiglia ancora di più a una Royal Oak – incluso il proprio braccialetto con i due piccoli collegamenti – e mentre rifiutiamo qualsiasi tipo di falso senza restrizioni, questo è davvero un omaggio non confuso e abbastanza divertente. 


Cosmografo Rolex Daytona – Orologi

Il Rolex Cosmograph Daytona
Die Rolex Cosmograph Daytona
  • Leggenda del cronografo
  • Estremamente collezionabile
  • A partire da 12.250 Euro

Viviamo in tempi in cui tutta una serie di orologi aumenta di valore non appena lasci lo showroom del rivenditore, semplicemente perché la domanda supera di gran lunga l’offerta. Questo è impressionante e ogni produttore gestisce la sfida di fare soldi in modo un po ‘diverso pur rimanendo esclusivo e desiderabile. Rolex è qualcosa come il punto di riferimento per gli orologi di lusso – è quasi sinonimo di orologio di lusso per la maggior parte delle persone al mondo – ed è stato per qualsiasi cosa, che ha successo solo se i prodotti sono fantastici e il marchio è estremamente ben gestito. Innanzitutto.

Eppure il fenomeno Daytona è praticamente impossibile da spiegare.

Puoi guardarli e sapere tutto, soprattutto perché l’orologio sembra due volte più buono al polso che nella vetrina del negozio (e stimato 17,4 volte meglio che nelle foto). E allo stesso tempo, non sai niente. Perché questo orologio non può esistere davvero.

La storia è probabilmente ben nota: introdotto nel 1963, il cronografo è stato una stepchild della collezione Rolex e un Rolex così atipico che non si adattava davvero al marchio che ha costruito orologi a tre lancetta estremamente precisi, resistenti e impermeabili. I primi cronografi non erano ancora in una custodia Oyster, e Rolex non costruiva i movimenti stessi.

Non erano quindi male, Rolex li comprò dai migliori produttori, ma alla fine costruirono i propri cronografi, e coloro che stavano cercando qualcosa del genere potevano anche trovare quello che stavano cercando. Un cronografo Rolex era qualcosa come la carriera di Paul Newman: molto buono, ma non per quello per cui è diventato famoso.

Cosmografo Rolex Daytona

E ora stiamo provando qualcosa di senza precedenti, stiamo parlando di Daytona senza andare in giro sul Paul Newman Daytona, di cui non c’è nulla di nuovo da dire. E l’attuale Daytona è un orologio diverso: a differenza dell’impressione quasi filigrana dei vecchi modelli dal punto di vista di oggi, oggi sembra una macchina potente. Non c’è una sola ragione per questo e non si limita a questo Rolex, gli orologi di 50 anni fa si sentono tutti leggeri e fiddly in relazione ai modelli attuali (che possono essere belli), ma da nessun’altra parte è chiaro come con il Cosmograph Daytona:

per il loro fisico reale, ma anche perché il design è diventato più potente con la lunetta tachimetrica più ampia e la protezione della corona, e poi c’è il bracciale Oyster – il miglior bracciale in acciaio del mondo e di tutti i tempi – che sembra buono su ogni Rolex tranne i Cellini, ma nessun altro sembra così bello.

Cosmografo Rolex Daytona

Nel pacchetto complessivo, questo rende un orologio testardo, follemente desiderabile: un Rolex e quindi già speciale, ma in famiglia ancora speciale, l’Alec tra i Baldwin. A differenza di un Day-Date o persino di un Submariner, un Daytona non passa mai come “solo un orologio”. Se non ci pensi e vuoi solo comprare un orologio fantastico e bello una volta nella vita e indossarlo per sempre, lo troverai a Rolex. Ma non è il Daytona. È un orologio a cui pensi. È troppo speciale per scomparire mai sullo sfondo.

Esperimento mentale: Immaginate un uomo che cucina. E ora un uomo che cucina, indossando un Daytona. In un modo che non riesco a spiegare, il secondo cucina automaticamente meglio, giusto? Quasi virtuoso. Non puoi fare niente di mediocre indossandoli, inimmaginabile.

È la combinazione della finezza del design, unita alla tecnologia indistruttibile e allo stato di puro lusso che già circonda la versione in acciaio. Irradia precisione adulta e allo stesso tempo la costosa fiducia in se stessi delle prestazioni massime regolari. La Daytona sa che può picchiare qualsiasi altro orologio nella stanza, quindi non deve cavalcarlo. E forse è questo che li rende così diversi e speciali anche nella loro speciale famiglia di marchi: un Rolex, la Corona per ogni impresa, Ã¨ circondato da un pizzico di ricompensa per averlo fatto.

Il Cosmograph Daytona, invece, con la sua capacità di fermare i tempi di gara, è una promessa. Probabilmente il modo migliore per acquistarli è purché non puoi permettertelo in nessuna circostanza, l’orologio con la sua postura interna ti assicura di raggiungere i tuoi obiettivi molto rapidamente. 

Qui troverai tutto sul Rolex

I modelli e i calibri dati (versione attuale)

Con tutto ciò che viene ora, devi dire: Il Daytona è estremamente difficile da ottenere. C’è una vasta gamma di opzioni, ma in realtà la scelta è poca fino al rivenditore. In teoria, tuttavia, sono disponibili in acciaio, oro giallo acciaio, giallo, bianco e oro rosa (al Rolex “Everose”) e platino, la variante in oro rosa sul cinturino in gomma. All’interno spunta l’assurdamente sofisticato calibro di manifattura 4130 con 72 ore di riserva di carica, che non vedrai mai perché semplicemente non mostrerà alcuna debolezza durante la tua vita.
Diametro:

Bracciale da 40 mm:
Impermeabilein acciaio: fino a 10 Bar

Anche perché è così difficile da ottenere, il mercato usato è in piena espansione con il Daytona, e con probabilmente nessun altro orologio è così necessario acquistare da un rivenditore specializzato adeguato in modo da non cadere per zombi composti da parti di orologi diversi o peggio. Dei quadranti panda newmanesque, ci sono presumibilmente più falsi di quelli reali sulla strada. Possiamo davvero avvisare e fare riferimento a programmi di rivenditori come Bucherers Certified Pre-Owned solo se vuoi essere sicuro. O in breve: le occasioni non sono garantite per essere fatte, ma puoi innamorarti molto facilmente : non rischiare. 


Rado Ceramica – Orologi

The Rado Ceramica
Die Rado Ceramica
  • Pioniere dell’orologio in ceramica
  • Iconico design anni ’80
  • A partire dal 2000 Euro

Si potrebbe chiamare la punizione dell’atto buono che la seguente frase non può essere celebrata esclusivamente (e violentemente): Gli orologi dei pionieri della ceramica di Rado non invecchiano. Questo va bene. Le ceramiche high-tech, in cui le casse vengono lanciate ad alta pressione e poi penetrate da gas a temperature superiori a 20.000 gradi, rendono gli orologi incrollabili.

Gli orologi brillano ancora come nuovi dopo decenni, e oggi molti altri produttori li imitano, ma Rado sono stati i pionieri (oggi, ad esempio, la maggior parte delle lunetta degli orologi subacquei sono anche fatte di ceramica, e queste un tempo indossavano parti in alluminio).

La punizione per Rado: Erano così avanti nel tempo che hanno usato la nuova tecnologia decenni fa per le forme di cassa angolari all’epoca all’avanguardia, che sono state acquistate principalmente da gruppi target più interessati alla moda, cioè donne. Il Rado Ceramica, le cui prime varianti sono state la punta di diamante dell’avanguardia, è il motivo per cui i giovani appassionati di orologi spesso lo conoscono come l’orologio della nonna. Che è l’errore di calcolo del secolo.

Rado Ceramica

Prima di tutto: Rado costruisce anche una varietà di orologi in ceramica in design sia classici che ipermoderne, che devi guardare. Ma l’originale è la Ceramica, e prevedo con fiducia un rinascimento, perché in primo luogo, gli anni ’80 stanno vivendo una rinascita e, in secondo luogo, il design è eterno. La resistenza ai graffi non è l’unico vantaggio della ceramica come materiale per le custodie degli orologi, è allo stesso tempo leggera, antipioggia e assume molto rapidamente la temperatura corporea, il che significa che gli orologi alla fine sono difficilmente evidenti al polso. La Ceramica è anche piatta e completamente integrata nel bracciale, a prima vista è in realtà un bracciale con un orologio integrato.

Rado Ceramica

E poi il nero. La ceramica stessa avrebbe un grigio metallizzato (ci sono anche modelli nel colore, ma in altre linee a Rado), anche se nessun metallo è contenuto nel materiale, il colore viene aggiunto e soprattutto nelle linee più moderne ci sono bellissimi, ricchi colori di segnale, ma molto soggettivamente non c’è più impressionante di questo nero profondo, che è più lussureggiante di qualsiasi altro materiale. Ora ci sono ottimi rivestimenti metallici, e ci sono plastiche abbastanza buone, ma il miglior nero è indossato dagli orologi in ceramica, e l’originale è questo orologio qui. Nero nero. E lucido.

È la prova che il minimalismo è a volte la soluzione visivamente più potente, perché non si può fare molto meno su un orologio da polso, ed è per questo che la rottura aperta con le forme del genere apprese per secoli è impressionante: chiunque può aggiungere mille cose a qualcosa, e se lo fai bene, il risultato può essere armonioso. Togliere qualcosa è molto più difficile, e che questo design è sopravvissuto alla prova del tempo è la prova sufficiente di quanto sia davvero brillante. In un mondo giusto, ne vorremmo tutti uno. Ma nella bolla hipster in cui viviamo, saremo solo la metà di noi. 

Qui troverai tutte le informazioni sugli orologi di Rado.

I dati (versione corrente) Modelli e calibri

Le dimensioni unisex della Ceramica sono disponibili in una serie di layout di quadrante, che differiscono principalmente nei colori delle mani e nella questione se i diamanti sono sul quadrante (che è molto più discreto di quanto sembri). E
poi ci sono versioni

con quarzo o un movimento automatico non agitato, che rende l’orologio 400 euro più costoso, ma qui non è davvero una questione di fede – con la Ceramica non dipende davvero dal movimento.

Diametro: Bracciale da 30mm: Ceramica (integrata)
Impermeabile: fino a 5 bar

Laversione attuale e più moderna del gioco dalla forma quadrata si chiama “True Square” a Rado e quest’anno porta ancora alcune varianti di design in colori selvaggi, ma il vero successore della Ceramica nello spirito è un orologio rotondo: per l’anniversario del Bauhaus nel 2019, Rado ha lanciato una famiglia di nove orologi nella tavolozza dei colori di Le Corbusier nella linea “True Thinline”, che sono esceti al negozio di design del MoMA di New York. E per cosa? Giustamente! 


Richard Mille RM 65-01 – Orologi

Richard Mille RM 6501
Die Richard Mille RM 65-01
  • Un cronografo a mano trascina tourbillon al limite superiore di ciò che si può immaginare
  • Alta tecnologia high 65
  • A partire da 250.000 Euro

L’ funzionamento di un cronografo Richard Mille sembra di cambiare il miglior cambio del mondo, incredibilmente robusto e preciso. Una delle peculiarità della casa è una sorta di cambio, con il quale si mette l’orologio in una modalità premendo sulla corona, a seconda che si voglia stringerlo dritto, impostarlo o utilizzare le funzioni di arresto.

E non si può descrivere in nessun altro modo, l’orologio sembra una macchina, come una macchina molto più grande di quella che hai in mano, e questo rapporto insolito del dispositivo fine e della sensazione ricca e ferma della meccanica è così sorprendente ed eccitante che potresti passare giorni semplicemente a spingere intorno a questo orologio.

È esattamente così che ci si sente quando non vengono fatti compromessi su una macchina, ed è tremendamente soddisfacente sperimentare una qualità senza compromessi negli orologi, come con tutto il resto della vita. Certo, l’orologio costa quanto una casa vacanze nel mondo reale, ma in primo luogo, il mondo reale è sopravvalutato comunque e in secondo luogo: senti dove vanno i soldi, e a volte non riesci nemmeno a immaginarlo con un orologio che costa un quarto di milione di euro. In realtà funziona. Puoi sentirlo.

Richard Mille RM 65-01

Richard Mille è stato inteso come una rivoluzione fin dall’inizio dal suo fondatore, che in realtà viene chiamato così, e così quando è stato fondato nel 1999, è entrato nel mercato con un tourbillon, la più alta complicazione orologiera, un design molto proprio e prezzi astronomici. L’RM 65-01, come tutte le creazioni della casa, è offensivo e accattivante come guidare un’auto di Formula 1 attraverso il centro città. È così che dovrebbe essere, perché è anche tecnicamente eccezionale, e onestamente: non sarebbe bello guidare un’auto di Formula 1 attraverso il centro città?

Se trovi un piccolo “sì” da qualche parte in te stesso come risposta alla domanda, l’RM 65-01 è uno degli orologi più desiderabili di sempre. In parole sobrie, ospita un tourbillon che guida un cronografo a mano trascinante (cioè, la lancetta dei secondi “trascina” una seconda mano con esso, che si ferma con la semplice pressione di un pulsante, fermando così un periodo intermedio mentre il tempo continua a correre).

È il più complicato partner di fabbrica di mille cronografiche che Parmigiani abbia mai sviluppato per il marchio. E il cambio non è l’unica particolarità: il movimento automatico può anche essere soffiato a mano (come molti movimenti automatici), ma non ruotando la corona, ma premendo il crono pusher a ore due.

Richard Mille RM 65-01

Ci vogliono 125 volte perché il movimento sia completamente concluso, e questa è 125 volte più gioia di quella che si avrebbe con un puro movimento automatico, perché sembra così bello. L’abbiamo già fatto. Va molto più veloce del numero, ma soprattutto c’è una buona ragione per sentire questa meccanica ancora e ancora durante il giorno, questa macchina al polso, che ad ogni pressione trasmette la certezza che esiste una cosa come la perfezione nel mondo. Si compone di 600 parti individuali.

E questo ci porta al design, che è così tanto Richard Mille che l’azienda, che esiste solo da ben 20 anni, parla giustamente dei suoi “codici tradizionali”. L’orologio è un’esplosione di impressioni da tutte le parti, e al di là della Casa dei Mille, nessuna di esse sarebbe associata alla “tradizione” in alcun modo. In termini di design, l’orologio è in realtà più vicino a un’auto da corsa di quello che la maggior parte delle persone probabilmente capisce da un orologio da polso.

Puoi piacerti o no, anche se diventa molto più difficile non piacerti una volta che hai avuto l’orologio in mano (la boutique Richard Mille nella Maximilianstraße di Monaco è un posto molto amichevole dove tutti sono i benvenuti, tutti dobbiamo rimandare la paura delle boutique di orologi), perché nessuna foto rende giustizia alla vista sul movimento aperto – il quadrante è costituito da un terzo di millimetro di cristallo di zaffiro. Avverto solo per precauzione: le case vacanze perdono soggettivamente un valore enorme una volta toccato un Richard Mille. 

I modelli di dati e i calibri

Alimentato da un tourbillon, l’RM 65-01 ha anche un movimento ad alta frequenza in grado di misurare decimi di secondo con 36.000 vibrazioni all’ora. Ha una riserva di carica di 60 ore. Il materiale della cassa si chiama Richard Mille Carbon TPT, c’è anche una variante in oro rosa con TPT in carbonio. Il retro della cassa è in vetro zaffiro.
Diametro:

Bracciale da 44,5 mm:

Gomma Impermeabile:fino a 5 Bar

Richard Mille ha un certo numero di atleti come testimonial, ma differisce da tutti gli altri marchi di orologi da un certo punto di vista: insistono sul fatto che gli atleti indossino gli orologi durante la competizione. Perché? Perché è possibile: gli shock dello sport sono solitamente velenosi per i movimenti, quindi Richard Mille è orgoglioso di appendere anche i movimenti più complicati in modo che possano resistere a tutti i colpi. La collaborazione più famosa è probabilmente quella con Rafael Nadal, che ogni anno ottiene un’edizione speciale estremamente limitata, che si esaurise a prezzi a sette figure prima ancora di sapere come appare. 


Tissot PRX – Orologi

The Tissot PRX
  • Atmosfera geniale anni Settanta
  • Nuova edizione di un classico
  • A partire da 350 Euro

Stiamo vivendo una rinascita dell’orologio in acciaio, e potrei elencarne 48 esempi ora, ma che distrarrebbe dall’orologio di cui stiamo parlando qui, e sta vivendo una rinascita di se stesso: il Tissot PRX è la nuova edizione di un originale della fine degli anni Settanta – cioè il momento in cui i primi marchi di lusso hanno progettato orologi sportivi in acciaio con braccialetti integrati, che sono state una rivoluzione proprio perché sono legate alla PRX allo stesso modo dell’originale VW Beetle alla Porsche 911:

Hanno molte caratteristiche di base in comune, quasi tutte in realtà, anche se sono molto diverse nel risultato. E anche se non dobbiamo parlare del fatto che la 911 è l’auto migliore, puoi divertirti molto con un Maggiolino. E questa è esattamente l’atmosfera del PRX.

Nella sua fascia di prezzo è molto difficile da battere, la versione al quarzo per 350 euro sembra significativamente più costosa con la sua cassa satinata e il cristallo di zaffiro, ma questo non è certo il punto importante dell’orologio (viene annunciata una versione automatica, ma non conosciamo ancora il prezzo, con la linea possibilmente approssimativamente comparabile “Gentleman” c’è una situazione simile, la versione al quarzo sul bracciale in acciaio costa 385 euro, con il movimento automatico 820 euro).

Non simula un orologio costoso, è con l’evidente casualità quello che è: un orologio per le persone che si divertono non dipende dai numeri, ma da come qualcosa si sente.

Tissot PRX

Tissot è nel complesso così se stai cercando nei posti giusti. Il marchio può farvi impazzire con una varietà di modelli davvero quasi ingestibile, tra cui sono nascoste perle assolute. Il PRX sarà un successo prezzo-prestazioni con il movimento automatico (se non sbagliamo molto: con la spirale del silicio e già confermato con 80 ore di riserva di carica), ma Tissot costruisce anche cose come il T-Touch-Solar, una sorta di ibrido smartwatch la cui batteria non ha mai bisogno di essere caricata (nell’inverno artico funziona senza sole per altri sei mesi).

Per le persone che devono caricare il loro smartwatch ogni sera, questo sembra una presa in giro. Allo stesso tempo, l’azienda costruisce una serie di orologi da tasca diversi, attenzione. Non scherzo. C’è un messaggio lì dentro?

Nella sua storia, e quindi anche nella sua linea “Heritage” di ispirazione retrò, ci sono ancora alcuni design di orologi in grado di competere con la bellezza del PRX, Tissot costruisce orologi dal 1853. Allo stesso tempo, l’azienda ha attraversato tutto ciò che è buono e cattivo nella sua storia che sia mai successo all’industria orologiera svizzera. In breve: a Tissot fai solo tutto, e poiché l’azienda è incorporata nel superpotere Swatch Group, puoi fare tutto lì in caso di dubbio, perché da qualche parte nel gruppo tutto può essere trovato. L’unica cosa che non puoi fare con Tissot è ovviamente dire di no.

Tissot PRX

C’è semplicemente tutto. E questo è confuso quando sei abituato a che l’immagine di un marchio venga messa in scena con almeno la massima attenzione con cui vengono costruiti gli orologi. È probabile che ci siano pochissimi lavori più complicati della gestione del marchio in Tissot.

Ma non è male in verità, perché significa che c’è un orologiaio che ama dire di sì, ed è esattamente quello che il PRX irradia: Sì, accidenti, gli orologi dovrebbero essere divertenti! Non è un lampadario di cristallo, ma una palla da discoteca, e a volte è molto più quello di cui hai bisogno. Ci sono orologi che sono capolavori, equivalenti alla grande opera alla Scala di Milano. Il PRX è una notte di balli che termina alle quattro del mattino mentre canta karaoke nell’oasi tailandese. Perché a volte non essere in grado di dire di no crea i ricordi più belli.

 Qui troverai tutte le informazioni su Tissot

I modelli e i calibri dati (versione attuale)



Ancora, e l’enfasi è ancora chiaramente su, la gamma di modelli è gestibile: l’orologio è disponibile con un movimento al quarzo e in tre colori del quadrante, vale a dire nero e blu ciascuno con quadrante “sunburst” o con finitura opaca, grigio-argento e lancette color oro. L’unica complicazione è la visualizzazione della data a ore tre. Più avanti nel corso dell’anno seguono versioni automatiche, in cui il quadrante in argento ha un colore leggermente diverso.

Diametro

: Bracciale da 40 mm: Acciaio (integrato)



Impermeabile: fino a 10 bar Questa non è un’esagerazione che Tissot (dal nome del fondatore Charles Tissot) abbia preso tutte le crisi che esistevano: per la prima volta, la maggior parte della base di clienti è stata persa quando la Rivoluzione d’Ottobre è stata proclamata in Russia nel 1917, perché Tissot ha esportato gran parte della produzione lì. Di conseguenza, Tissot e Omega si fusero per creare SSIH Holding, che si fuse nel Gruppo Swatch nel 1983 (poche crisi dopo), gettando così le basi – se non la – per superare la crisi del quarzo. 


Bulgari Octo Finissimo Chrono GMT – Orologi

Bulgari Octo Finissimo Chrono GMT
Bulgari Octo Finissimo Chrono GMT
  • Design stravagante
  • Swiss Made technology con spirito italiano
  • A partire da 17.400 Euro

Il mondo non è giusto, ed è così che la maggior parte delle persone che vogliono essere estroverse diverse dal resto a tutti i costi hanno i nervi di tutti, mentre alcune scelte elevano tutti gli altri a un livello più alto con la loro altro. Penso che sia utile se sei cresciuto tra opere di bellezza classica, perché una proporzione sproporzionatamente grande di coloro che sono elegantemente diversi sono italiani, e gli orologiai del gioielliere italiano Bulgari non fanno eccezione (le mie radici familiari mi costringono a sottolineare che il fondatore della casa Sotirios Boulgaris era greco, ma ha avuto davvero successo solo a Roma).

Dovresti scrivere un libro per descrivere gli orologi della linea Octo a parole, così complesso è il design, e su ogni millimetro quadrato potresti fare 14 cose sbagliate, ma il risultato è così straordinariamente esclusivo ed esteticamente sublime che vuoi vestirti bene per l’orologio. Immagini notti romane, sottili suole in pelle su ciottoli e abiti corti sotto le stelle, e solo perché guardi l’orologio.

Va detto: gli orologi della linea sono prodotti molto svizzeri e detengono ogni sorta di record mondiali fino ai tourbillon in casse sottili come wafer di feltro – il nostro modello preferito qui mostra un secondo fuso orario oltre al cronografo e il movimento con microrotore in platino visibile attraverso il retro in vetro zaffiro è la Monica Bellucci tra i movimenti – ma è come parlare dei disegni tecnici di Leonardo da Vinci. Certo, di livello mondiale, leggendario, capito, ma l’arte! La bellezza! Questa perfezione estetica!

Bulgari Octo Finissimo Chrono GMT

L’Octo è comodo da indossare come si arriva, e questo vale per ogni Octo su ogni bracciale. Il capo del design dell’orologio Bulgari Fabrizio Buonamassa ha giurato nell’intervista che il lug è stato migliorato di nuovo per questo nuovo modello e quindi di indossare l’orologio ancora più comodo, ma non ho idea di chi debba sentirlo, mi sembra che qualcuno a Positano avesse ridipinto la sua casa e quindi il villaggio sarebbe ancora più pittoresco ora. Prima era perfetto.

Ma forse abbiamo scoperto un segreto per questo progetto. Certo, l’orologio ha l’ottagono da qualche parte tra le molte forme (non solo da nessuna parte, inquadra il quadrante), e sappiamo che tutto ciò che è ottagonale in questo mondo è in qualche modo fatto risalire a Gérald Genta (il marchio del designer di orologi più leggendario, ora deceduto appartiene a Bulgari), ma il sistema di strati secondo cui la custodia è costruita qui potrebbe essere modellato su un villaggio come Positano, sempre una casa diagonalmente sopra e dietro l’altra, in modo che tutti insieme formano una bella unità.

Forse puoi progettare qualcosa del genere solo se l’hai già assorbito da bambino, almeno non può essere superato in elegante nonchalance. 

Qui troverai tutte le informazioni su Bulgari.

I modelli e i calibri dati (versione attuale):

‘Octo Finissimo è disponibile in molte varianti, dall’orologio a tre lancetta al tourbillon, ma amiamo la nuova versione con coreografo e display GMT ed esplicitamente senza una inquietante data finestra. La cassa è realizzata in titanio, ci sono anche casse fatte di altri metalli e ceramiche nella serie. L’unico calibro alto 3,3 millimetri chiama Bulgari BVL 318, ha una riserva di carica di 55 ore.

Diametro:

Bracciale da 42 mm: Gomma Impermeabile:fino a 3 Bar

C’è una serie Octo leggermente più semplice e dall’aspetto più chiaro a Bulgari chiamata Roma. È interessante metterli fianco a fianco, perché il Finissimo sembra un ulteriore sviluppo dei rom, come se due generazioni fossero nuove allo stesso tempo. Quando li confronti, hai la sensazione di ricevere una lezione molto intensa sul design degli orologi. Assicurati di provarlo!


Swatch – Orologi

Il campione
Die Swatch Swatch Ltd.
  • L’orologio più divertente
  • Mostra l’ora. E un milione di altre cose
  • A partire da 65 Euro

Dimentichiamo tutto quello che sappiamo sugli orologi e ricominciamo da capo: qual è il punto? È estremamente conveniente avere un dispositivo al polso che mostri l’ora, che è chiaro, ma anche i fari sono tremendamente pratici e raramente li indossiamo anche al buio, quindi da soli non può essere un argomento. Un orologio da polso dovrebbe decorare ed essere divertente, dovrebbe collegarci con la storia e le storie, con una lunga tradizione di ciò che le persone sono tecnicamente ed esteticamente in grado di fare e anche fare una dichiarazione su come ci vediamo e vogliamo essere visti.

Se nascondiamo per un secondo che gli orologi da polso possono anche essere status symbol e cimeli amati nel corso delle generazioni, allora qui abbiamo l’orologio perfetto: un campione può fare tutto il resto per l’uno per cento del prezzo di un Rolex.

Swatch

Il modello mostrato proviene da una serie speciale con il Museum of Modern Art di New York (sarà disponibile dal 4 marzo) e il design si basa sul dipinto “Starry Night” di Vincent van Gogh, quindi la connessione a ciò che le persone sono esteticamente in grado di fare dovrebbe essere chiara, ma anche tecnicamente l’orologio è interessante, anche se molto diverso dai calibri complicati che di solito ci piace celebrare in questa sezione: è così brillantemente semplice che ha permesso al suo produttore svizzero di produrre orologi ad un prezzo competitivo con gli orologi dell’Estremo Oriente emersi negli anni Settanta.

Il tempo è ora chiamato crisi del quarzo, e il fatto che l’industria orologiera svizzera non vi sia entrata non è insignificante a causa di Swatch e del suo padre spirituale Nicolas Hayek, uno dei grandi egocentrici di questa industria ricca di egocentrici.

Swatch

All’epoca era stato assunto come consulente gestionale indipendente per le società di orologi al fine di contrastare la crisi, ma oltre a consultare, era anche coinvolto con i propri soldi nelle fusioni da lui proposte, promuoveva l’idea di un orologio radicalmente semplice in una custodia di plastica con un prezzo di vendita inferiore a 100 franchi svizzeri e in seguito il principio forse ancora più importante della cooperazione con gli artisti, che progettavano costantemente nuove collezioni.

I titoli di lavoro “Second Watch”, “Swiss Watch” e “S-Watch” alla fine sono diventati Swatch, e il Gruppo Swatch (che comprende anche una serie di marchi di lusso, come il più importante Omega) è diventato il più grande produttore di orologi al mondo per fatturato. L’orologio di plastica economico ha salvato la Svizzera come luogo e quindi anche l’industria degli orologi di lusso, e nessuno con nemmeno un piccolo interesse per gli orologi guarderà mai dall’alto in basso su uno Swatch – a parte il fatto che Swatches è stato il farmaco gateway per generazioni di amanti degli orologi.

Swatch

Non dobbiamo parlare dell’orologio come di un orologio per molto tempo a questo punto, credo. Gli orologi in plastica sono leggeri e semplici da indossare, possono resistere a qualsiasi normale vita di tutti i giorni, incluso il nuoto rilassato, e se non sei un collezionista hardcore alla fine ne comprerai uno nuovo, o più, abbinando abiti o esattamente non abbinando nulla, fa parte della gioia. Una dichiarazione è una Swatch solo quando sei CEO di una società (ma poi molto simpatica), altrimenti ha esattamente 1.875 compiti da svolgere, vale a dire prendere in giro chi lo indossa e mostrare il tempo (onestamente non riesco a leggere il tempo ragionevolmente con un ottavo di tutti gli campioni, perché il design lo rende molto difficile, ma la selezione è abbastanza grande).

Va tutto bene, ed è solo buono. Indossare uno Swatch è simile al divertimento di guidare una piccola e colorata auto a noleggio in vacanza su un’isola mediterranea.

Potrebbe non essere la migliore auto del mondo, e a casa potresti averne una con sei volte più cavalli, ma ti faresti la fila per questo se dovessi guidare la strada sterrata accidentata fino alla spiaggia, e non iniziamo nemmeno dalle macchie di acqua salata sul sedile. Gli orologi sono le infradito tra gli orologi, e una vita in infradito non è il peggior sogno. 

I dati (versione attuale) modelli e calibri

Ci sono troppi modelli e non chiameremo il calibro di movimento, ma ci piace sottolineare che ci sono anche campioni con un movimento meccanico chiamato System51 (il numero di componenti) e dove è eccitante che ci sia una cosa del genere. Ma non è di questo che tratta Swatch. Di cosa si tratta: la serie in collaborazione con il MoMA, che uscirà il 4 marzo, comprende sei orologi con disegni basati su opere di Mondrian, van Gogh (nella foto), Gustav Klimt, Henri Rousseau e due di Tadanori Yokoo.

C’è un set estremamente limitato di tutti e sei gli orologi disponibili per l’acquisto dall’8 marzo alle 12:00, ed è sicuro che diventerà prezioso. Degli orologi, tre sono di grandi dimensioni (41 millimetri di diametro) e tre nel mezzo (34 millimetri), costano dai 75 ai 95 euro.
Diametro:

Bracciale da 41 mm:
Impermeabile in plastica: fino a 3 bar

Nicolas Hayek (morto nel 2010 all’età di 82 anni) non solo ha rivolto l’industria orologiera a sinistra, ma una delle sue idee era anche un veicolo elettrico a due posti, che ora conosciamo come Smart ForTwo dopo alcuni cambiamenti. 


Hublot Classic Fusion – Orologi

Die Hublot Classic Fusion
Die Hublot Classic Fusion
  • Una rivoluzione elegante
  • L’emozionante combinazione di due uomini (e ancora più materiali)
  • A partire da 6.100 Euro

Una delle regole fondamentali più importanti del giornalismo è “Nessuna battuta con i nomi”, che è giustamente intesa come “non entrare affatto nei nomi”, ma vi prego: il fondatore di Hublot è Carlo Crocco, e se immagini un personaggio cinematografico con questo nome, è garantito che abbia le qualità che hanno aiutato Hublot a un successo ridicolo: eleganza assolutamente inconfondibile, unita a una tale padronanza nelle tradizioni del suo mestiere, che aveva il perfetto senso di dove poteva romperlo – e naturalmente una piacevole gioia nel romperlo davvero.

Non ha rispettato le regole di base, almeno non quando gli hanno impedito. Alla fiera dell’orologere di Basilea nel 1980, Crocco ha presentato un nuovo orologio del suo marchio MDM.

Il modello si chiamava “Hublot“, cioè oblò, perché la forma con la lunetta avvitata lo ricordava – ed era fatto d’oro, su un bracciale di gomma. Nel mondo cautamente conservatore degli orologi da polso, la combinazione di materiali era un affronto o una sensazione a seconda dell’angolo di vista, almeno era nuovo, unico – e sembrava dannatamente buono.

L’orologio non solo è diventato l’omonimo del marchio, ma è diventato il programma: “Fusion”, cioè la combinazione di materiali estremamente diversi e inaspettati, è ancora oggi il cuore pulsante di Hublot, e la manifattura sviluppa costantemente nuove varianti high-tech (un punto culminante attuale è un tourbillon in una cassa fatta di zaffiro arancione trasparente). Ma tutto si basa su questo orologio: fusion classic. Non ha perso nulla della sua semplice eleganza, dell’eleganza tecnica nella sua costruzione.

Hublot Classic Fusion

Questa fusione materiale fa parte da tempo del canone classico, cioè il destino di rivoluzioni di successo, quindi le dimensioni sostenibili di Hublot dopo la prima tempesta mancavano ancora di un big bang. Ed è arrivato nel 2004 con un nuovo CEO e azionista, Jean-Claude Biver. Se l’industria orologiera è un organismo, Biver è il suo centro di piacere. Puoi irradiare più energia dell’uomo solo se sei un corpo celeste.

Carlo Crocco aveva cucinato un menù stellato con l’idea della fusione, ma Biver ne ha fatto una festa: con il Big Bang, una fusione di steroidi che ha inaugurato una nuova era nel 2005 con una bling sicura, non solo per Hublot, ma per un’intera generazione di nuovi orologi.

Con così tanta storia, tuttavia, l’orologio reale non deve diventare una nota a piè di pagina, perché non è la Fusione Classica. È uno di quei disegni che continua a crescere nel tempo. È così equilibrato che sembra ovvio a prima vista, ma più a lungo lo lasci funzionare, più sorprendente sembra che le molte forme e superfici diverse formano un’unità così forte nella loro interazione. Il fatto stesso che le teste delle viti sulla lunetta e sul lug non siano uniformi, ma agiscano come un’indicazione del lavoro manuale svolto, dell’imbarcazione stessa, che si trova in questa macchina. Il caso del

Classico nella sua forma più semplice è realizzato in titanio e ha questo luccichio grigio-argento di un materiale che in qualche modo sarà simile al futuro (proprio come l’aggiunta “2000” suona sempre in qualche modo come il futuro alle persone della mia generazione).

Hublot Classic Fusion

Ci sono dettagli nell’intervallo di un millimetro che attirano ripetutamente l’attenzione sulla forma: il suggerimento delle ali sui lati (derivato dal lembo dell’oblò, quelle ali che caratterizzano il design del Nautilus di Patek), la mano minuti estremamente lunga, che sembra che i tratti minuti possano stare sulla lunetta. È un miracolo quanto si possa scoprire su questo orologio anche dopo molto tempo. E l’arte suprema.

E poi, naturalmente, il nastro. La Classic Fusion può essere ottenuta anche con un cinturino in pelle, e non toglie nulla all’orologio, tranne, ovviamente, questa sensazione di virtuosismo, combinando alto e basso, come solo chi padroneggia tutti i codici può. È diventato un motivo distintivo della moda, e almeno un po’ di moda ha bisogno di ogni industria e di ogni estetica, ognuno di noi: quella piccola parte che si interroga su ciò che è sempre stato così. Il Carlo Crocco in noi. 

Tutte le informazioni sull’orologio sono disponibili qui.

I dati (versione attuale) modelli e calibri

Delle quattro misure della Classic Fusion, uno è in realtà un modello femminile (con un diametro di 33 millimetri), gli altri, con un diametro di 38, 42 o 45 millimetri, sono unisex o per le braccia degli uomini. La classica versione da 38 millimetri ha un tocco diverso nelle proporzioni: il suo bracciale sembra più stretto rispetto alla cassa rispetto alle altre dimensioni.

Per noi la dimensione perfetta è quindi la versione da 42 millimetri da 6.600 euro, ma questa è davvero una percezione estremamente soggettiva. È disponibile in molti colori e anche in oro, ceramica e una combinazione oro-titanio – e anche su bracciali realizzati con materiale della cassa, che contraddice il nome, ma sembra molto buono.

E ci sono molte versioni con un taglio diamanto intorno alla corona (consigliamo la versione oro da 45 millimetri con 126 diamanti (1,41 carati) per una carriera hip-hop). Il loro movimento automatico chiamato HUB1110 ha una riserva di carica di 42 ore.

Diametro:

Bracciale da 42 mm: Gomma impermeabile:fino a 5 bar

DescrivereJean-Claude Biver a questo punto è impossibile, ma per metterlo in prospettiva: l’uomo ha salvato Blancpain dalla scomparsa, ha portato il marchio allora debilitante alla vecchia nuova grandezza durante il suo periodo in Omega e poi ha aumentato il fatturato di Hublot da 26 milioni di franchi svizzeri a oltre 800 milioni. Produce anche formaggio nella sua fattoria svizzera. 


Junghans Max Bill – Orologi

Die Junghans Max Bill
  • Il classico del Bauhaus
  • Riduzione della perfezione
  • A partire da 515 Euro

Se questo testo dovesse limitarsi all’essenziale, alle necessità essenziali tanto quanto agli orologi della serie Max Bill di Junghans, sarebbe molto breve. Ma poiché questo non è possibile con un orologio così iconico, la variante un po ‘più dettagliata segue qui: a metà degli anni ’50, l’artista e architetto svizzero del Bauhaus Max Bill ha creato il design per il produttore tedesco di orologi Junghans che ha seguito chiaramente le regole del Bauhaus: funzionale, fattuale, senza fronzoli.

Il modello qui mostrato, che è caratterizzato dal caratteristico numero 4, può essere inteso con la coscienza pulita come una variante più opulenta dell’orologio Max Bill, in altre varianti si rinuncia completamente a qualsiasi numero sul quadrante.

In questa semplicità sta il fascino. Il Max Bill è un orologio da polso. Si può leggere l’ora su di esso, e molto bene. Perché il design rinuncia a tutto ciò che non è assolutamente necessario. Naturalmente, gli orologi sono disponibili anche con un appuntamento, ma sembrano più belli nella loro forma originale.

Se possiedi un Max Bill, non hai bisogno di un altro orologio (almeno teoricamente e per motivi ottici, perché ad esempio non dovresti andare a nuotare con esso), perché il Max Bill funziona in ogni situazione e non è mai inappropriato. Non si può dire che abbia 70 anni, e probabilmente sarà ancora così tra 70 anni. 

Qui troverai tutte le informazioni sulla Junghans Max Bill.

I dati (versione attuale) Modelli e calibri

La Junghans Max Bill è ora disponibile in quasi tutte le varianti immaginabili – dal quarzo all’avvolgimento manuale all’automatico, da 34 a 40 millimetri di diametro, con zaffiro o il plexiglas originale. Contemporanea appare la variante con diametro cassa 38 mm e sul cinturino in pelle, che attualmente costa 925 euro con movimento automatico.

Diametro:

bracciale da 34 a 40 millimetri: tessile, acciaio inossidabile, pelle,

PVD o titanio Impermeabile:fino a 3 bar o a prova di schizzi Questo ancora : Originariamente Max Bill ha progettato l’orologio come orologio da cucina – il design del quadrante è rimasto quasi invariato quando Junghans ha successivamente messo l’orologio sul bracciale. Junghans ha ora tolto l’orologio da cucina dalla sua portata, ma il Max Bill è disponibile come orologio da parete.

Tradizione Breguet 7047 – Orologi

Tradizione Breguet 7047
Die Breguet Tradition 7047 PUBBLICHE RELAZIONI
  • Nella tradizione del più grande orologiaio di tutti i tempi
  • Con tourbillon tirato a mano
  • A partire da 169.500 Euro

Chiamarlo orologio da polso è un po ‘ come chiamare Abraham-Louis Breguet Un orologiaio – tecnicamente corretto, ma la prova che la nostra lingua è tecnicamente molto limitata. Breguet, uno svizzero che ha lavorato a Parigi dalla metà del XVIII secolo, è l’orologiaio. Le sue invenzioni si trovano ancora oggi nella maggior parte degli orologi meccanici, e il suo più eccitante – il tourbillon – è ancora l’apice dell’alta orologologia.

Abraham-Louis Breguet fu determinante nello sviluppo dell’orologio automatico, inventò il primo ammortizzatore, uno scappamento, una spirale tortuosa e il “vortice” (che letteralmente significa tourbillon in tedesco), in cui il sistema di oscillazione e lo scappamento di un movimento ruotano attorno a un asse in modo che siano uniformemente esposti alla gravità da tutti i lati. Soprattutto con gli orologi da tasca, che sono relativamente immobili nella tasca del gilet, questo ha migliorato la precisione.

Tradizione Breguet 7047

E anche se l’effetto è minimo nelle tecniche di produzione odierne, l’impresa meccanica rimane l’esempio più bello di ciò di cui sono capaci lo spirito umano e la precisione artigianale. Un tourbillon è quindi solitamente aperto alla vista, come con la Tradizione Breguet 7047 praticamente l’intera opera. Occupa anche la maggior parte dell’area visibile. Il quadrante qui è visivamente solo una parte di diversi nel caso, e questo invia un messaggio: leggere l’ora può essere la funzione pratica di questo dispositivo, ma non è il motivo per cui lo costruisci. Costruisci un tourbillon perché puoi.

Forse devi fermarti un attimo e renderti conto che non è una cosa ovvia che ci siano ancora orologi meccanici. Ci sono esempi di amati strumenti meccanici che avrebbero una giustificazione simile ma si escono ancora, come fotocamere analogiche, macchine da scrivere o auto che possono essere riparate senza dover collegare un laptop.

Tradizione Breguet 7047

Tutti non sono più ulteriormente sviluppati o non sono più costruiti affatto. Gli orologi meccanici lo fanno, e questo non può essere spiegato in modo conclusivo dal fatto che sono gioielli, perché la parte costosa dello sviluppo è nel movimento che la maggior parte di noi quasi mai vede e certamente non capisce. Il fascino ha una dimensione irrazionale, se non addirittura trascendente. E questa è davvero la più grande invenzione di Abraham-Louis Breguet.

Fu il primo orologiaio a pagare di più per un orologio, semplicemente perché il suo nome era su di esso (di conseguenza, fu anche il primo i cui orologi erano contraffatti). I re del suo tempo comprarono da lui, e quelli di oggi probabilmente lo fanno anche. Lo fai in questo modo. Perché puoi.

Il che è dovuto anche al terzo pilastro del campionato di Breguetsch: gli orologi sono quasi etereamente belli. Di solito hanno quadranti in argento guilloché a mano e le mani breguet concise e fini, che quasi si fungono da logo (ci sono orologi più robusti nel portafoglio, e le versioni Breguet degli orologi da utensili sono state utilizzate anche dall’aeronautica francese a metà del secolo scorso, per esempio).

La “Tradizione 7047” è uno degli orologi meno decorati della casa a prima vista – questa è una buona parte della sua tensione estetica – ma anche qui le sottigliezze del quadrante hanno una profondità in cui ci si può perdere. Spero e prego che ogni proprietario di questo orologio si sieda sopra di esso per buona parte del suo tempo libero con una lente d’ingrandimento sugli occhi e senta docce di gioia su tutto il suo corpo. Perché quello che tiene in mano non è un orologio da polso, è un’opera d’arte. 

I dati (versione attuale) modelli e calibri

La Breguet Tradition 7047 è realizzata in giallo, oro rosa e come mostrato in platino (il prezzo sale a 183.200 euro). Oltre al tourbillon, un indicatore di riserva di carica fine e inciso a circa le dieci e mezza è l’unica complicazione di questo calibro con il nome interno 569. La parte posteriore del lavoro è visibile anche attraverso la schiena in vetro zaffiro, e in generale, questo lavoro con il tourbillon vorticoso in alto a destra: è così bello che guarisce dalla dipendenza dal telefono cellulare (ma attraverso la dipendenza da tourbillon). Il calibro a trazione manuale è composto da 542 parti singole e ha una riserva di carica di 50 ore.

Diametro:

Bracciale da 41 mm:

Impermeabile in pelle: fino a 3 bar (non pensarci nemmeno!) In tempi di influencer marketing e testimonianze di celebrità, Breguet è un’eccezione così assurdamente casuale che devi inginocchiarti con ammirazione.

Sul loro sito web, hanno nascosto in un sottomenu una sezione “Clienti famosi”, ma termina all’inizio del XX secolo. Tuttavia, contiene nomi come Napoleone Bonaparte, Winston Churchill e Arthur Rubinstein. 


Fortis Aircraft F-41 – Orologi

Fortis Pilot F41
  • Ridefinire un classico
  • Rilancio di un marchio tradizionale
  • A partire da 1.950 Euro

Ci dichiariamo colpevoli qui: lo adoriamo quando gli orologi e i loro produttori hanno la storia, ed è per questo che raccontiamo costantemente i prodigi di 15 anni che escono nel mondo nel XVIII secolo e costruiscono un orologio per l’imperatore un impero mondiale. O di orologi che volano sulla luna. Cose del genere. E questa sarà una storia del genere, ma un po’ diversa, perché questa storia potrebbe capitarvi. Se ami gli orologi.

L’imprenditore Walter Vogt amava gli orologi, così fondò un’azienda che costruiva orologi. Anche l’edificio era moderno, così come gli orologi, e dovette crescere rapidamente per avere abbastanza spazio di produzione. Era il 1912 a Grenchen, in Svizzera. Gli orologi a quel tempo avevano movimenti manuali. Sebbene Perrelet, Breguet e altri avessero già sviluppato opere di auto-allevamento più di 100 anni prima, erano troppo complicate e quindi troppo costose da produrre in serie.

Anche Walter Vogt non poteva cambiarlo, era un imprenditore e non un orologiaio. Ma nel bel mezzo della sua fase di espansione, un inventore inglese guardò i bambini su un’altalena sull’Isola di Man e ebbe l’idea per il rotore oscillante, come lo vediamo ancora oggi attraverso il retro di vetro dei nostri orologi. L’uomo si chiamava John Harwood, e nel 1926 lui e Walter Vogt raggiunsero un accordo che permise alla compagnia fortis di Vogt di essere la prima (in parallelo con Blancpain, che usa anche il brevetto di Harwood) a produrre un impianto automatico in serie.

Fortis Aircraft F-41

Seguono più di cento anni di storia movimentato, e gli orologi Fortis non volano sulla luna, ma con il programma spaziale russo nello spazio. Con orologi in plastica colorati, l’azienda ha anticipato una delle sovra-tendenze degli anni ’80 già nel 1969 e nel 1987 hanno costruito il loro primo orologio pilota “pilota”. Il 2017 è stato un disastro finanziario. Fortis aveva bisogno di un nuovo inizio, e lo trovò in Jupp Philipp, un imprenditore che ama gli orologi, vale a dire quelli di Fortis, perché suo fratello maggiore è un pilota e una volta gli disse 20 anni fa che i piloti avrebbero indossato orologi Fortis.

Fortis Aircraft F-41

Il Fortis Flieger F-41 appartiene a una nuova famiglia di design, riconoscibile sulla base dei vecchi modelli pilota, ma soprattutto nuovo. Allo stesso tempo, sono una sorta di nuovo inizio per il marchio.

La vecchia generazione di piloti era principalmente classica: nei segni e nelle mani a forma di spada, soddisfaceva tutti i codici di un orologio da pilota, ma era un po ‘incastrato tra versioni più lussuose e costose dei marchi con maggiore prestigio e quelle più economiche. Fortis ha sempre costruito buoni orologi, ma in un mercato molto affollato, forse mancava l’ultimo motivo per scegliere uno dei loro orologi, perché buoni orologi sono costruiti anche da altri.

La nuova versione è molto vigile per il suo prezzo e due dei motivi principali di ciò sono purtroppo difficili da vedere nella foto. Da un lato, il quadrante è ancora più interessante di quanto sembri a prima vista, perché è molto tridimensionale: l’anello minuto è sollevato e gli indici vengono messi di nuovo in cima (in verità, sono costituiti da lume spesso applicato, questo orologio è anche leggibile molto chiaramente di notte). Insieme ai dettagli arancioni, il design semplice sembra molto vivace. E in secondo luogo, gli aerei si sentono molto più massicci e quindi anche più preziosi, specialmente per chi lo indossa più giovane.

Fortis Aircraft F-41

Naturalmente, il peso in realtà dice poco sulla qualità di un orologio, e la leggerezza può essere un enorme vantaggio, ma se prendi un Rolex del secolo scorso e uno attuale in mano, ad esempio, sentirai una chiara differenza – ancora una volta potenziato quando entrambi hanno una fascia metallica. Il nuovo aereo sembra duro e ispira fiducia.

E questa è una buona sensazione, considerando che il futuro dell’azienda non dipende in modo insignificante da esso. E per noi, ovviamente, i fan dell’orologio. Oltre a un buon orologio, una ricompensa al momento dell’acquisto – e decenni dopo – potrebbe anche essere la sensazione di indossare un orologio di un marchio tradizionale che è proprio come te. 

Tutto ciò che riguarda gli orologi Fortis può essere trovato qui.

Le date (versione attuale) modelli e calibri

Devi piacerti Fortis per aver scritto le dimensioni dei suoi orologi nel nome: l’F-41 ha un diametro di 41 millimetri e ha una sorella piccola, quasi identica, chiamata F-39, di cui non riveliamo il diametro. E una sorella maggiore F-43, le cui custodie da 43 millimetri contengono ciascuna un cronografo o una complicazione GMT. Tutte le custodie sono realizzate in acciaio inox, sul cinturino in acciaio inox l’orologio costa 2.400 euro. La lunetta, che ruota su entrambi i lati, si aggancia in posizione con incrementi di mezz’ora. Il movimento UW-30 mostra anche la data e ha una riserva di carica di 38 ore.

Diametro:

Bracciale da 41 mm:

Impermeabile in pelle: fino a 20 Bar L’Isoladi Man ha un’influenza stranamente grande sul mondo dell’orologio, rispetto al fatto che solo 84.000 persone vivono nella tenuta della corona sovrana. Fu qui che John Harwood inventò l’azionamento automatico pronto per la produzione circa 100 anni fa, ma Anche George Daniels, il miglior orologiaio del nostro tempo, lavorò qui fino alla sua morte nel 2011.

Se questa lista di 100 GQ non fosse completamente soggettiva, i suoi 24 orologi completamente fatti in casa dovrebbero probabilmente occupare i primi 24 posti, e accanto ad essa ha inventato il movimento coassiale, che ora è installato nella maggior parte degli orologi Omega e non ha mai bisogno di essere lubrificato (esattamente come funziona probabilmente è inteso esattamente da 17 persone nel mondo). 


Data puntatore corona grande Oris – Orologi

Corona grande di Oris
Die Oris Big Crown Pointer Date PUBBLICHE RELAZIONI
  • Orologio da pilota storico
  • Design meravigliosamente testardo
  • A partire da 1.600 Euro

Conosciamo il principio della sovracompensazione: i bambini degli alimenti per la salute i genitori acquistano cibo esclusivamente nelle stazioni di servizio durante i loro studi e i migliori comici sono sempre quelli che non sono mai stati notati nel cortile della scuola. Forse è per questo che la storia di Oris non dovrebbe sorprenderci, perché la manifattura del cantone tedesco-svizzero di Basilea Campagna non ha potuto inventare innovazioni tecniche per 30 anni. Questa non è una metafora, c’è stato un tempo dopo il 1934 in cui il governo svizzero cercò di proteggere la sua industria orologiera con uno “statuto degli orologi” che proibiva l’introduzione di nuove tecnologie.

Oris Orologi

Oris, che all’epoca costruiva orologi da 30 anni, ma stava appena iniziando con gli orologi da polso, non erano tecnicamente aggiornati, non usavano ancora lo scappamento dell’ancora tecnicamente superiore nei loro movimenti – e non gli era più permesso. Fino al 1966 – ora arriva una metafora – combattevano con una mano legata dietro la schiena e un successo sorprendente, fino all’abolizione dello statuto.

Solo per questo motivo, il Big Crown Pointer Date è un orologio speciale: il suo design risale essenzialmente al 1938, e allo stesso tempo soddisfa i requisiti degli orologi pilota, ad esempio la facile leggibilità in tutte le condizioni e la possibilità di regolare o avvolgere l’orologio con i guanti a causa della grande corona (Movimenti automatici costruiti Oris degli anni ’50). Ma puoi anche vedere in esso gli elementi Art Deco, ad esempio nella tipografia, i colori (ci sono una serie di versioni), l’anello minuti dei binari ferroviari e le lancette della cattedrale (per completezza: storicamente ci sono anche grandi corone molto più tecniche e più fredde progettate da Oris).

Oris Orologi

È un design piuttosto complesso se guardi da vicino. Basta guardare il triangolo tra il minuto e le seconde mani nell’immagine: almeno due font diversi, con il logo forse anche tre, i numeri 1 e 2 della data anche in diretto contrasto con l’ora 12, e i binari ferroviari con le loro diverse marcature. Devi essere infinitamente preciso nel design in modo che non sia caotico. Questo orologio è ancora più speciale di quanto sembri a prima vista. Non c’è solo molta storia in lei, ma ovviamente anche molto amore.

È doppiamente sorprendente quando vedi il loro prezzo. E come molte cose a Oris poi ancora no: la foto Big Crown Pointer Date è un’edizione attuale, limitata di 3000 pezzi con due bracciali (pelle e tessuto) e costa 1.800 euro, la versione non limitata è disponibile da 1.600 euro. Sono un sacco di soldi nel mondo reale, ma molto economici per una manifattura svizzera automatica. Allo stesso tempo, è tipico di Oris: rendere gli orologi di alta qualità economici fa parte della filosofia dell’azienda, e funziona anche perché Oris è ancora indipendente oggi. A rigor di termini, va detto: da quando un management buy-out all’inizio degli anni ’80, Oris è stato di nuovo indipendente.

Oris Orologi

E lascia andare il guinzaglio: l’azienda inventa soluzioni piuttosto grandi, nel portafoglio c’è, ad esempio, un misuratore di profondità meccanico per gli orologi subacquei e una complicazione del tempo mondiale in cui l’ora viene semplicemente regolata tramite la lunetta. Queste sono complicazioni che anche altri produttori offrono in modo simile, ma a prezzi molto diversi.

L’ultimo bambino degli inventori di Hölstein am Orisbach (la prossima sorpresa, il nome “Oris” non ha nulla a che fare con “orologio” o simili) è il calibro 400, un movimento con riserva di carica di cinque giorni, protezione completa del magnete e garanzia decennale, e anche questo movimento, che è precedentemente installato in un orologio subacqueo “Aquis”, aumenta il prezzo dell’orologio in relazione a calibri più semplici solo di circa 1500 euro. Devi vendere molti orologi per ammortizzare tali sviluppi, quindi è ammirevole con quale dedizione si lavora lì.

Oris appartiene quindi alla cerchia gestibile di produttori indipendenti che si trovano nel segmento del lusso accessibile, e questo qualifica anche la Big Crown per un posto in questa lista dei migliori orologi per noi. 

Tutte le informazioni sugli Ori sono disponibili qui. 

I modelli e i calibri dati (versione attuale):



Cisono una varietà di colori e opzioni di bracciale, ma al centro due misure (36 e 40 millimetri) e due materiali, vale a dire acciaio inossidabile, bronzo e una miscela bicolore di entrambi. Nella foto l’edizione limitata in onore del giocatore di baseball Roberto Clemente, che non è stato solo il primo latino di successo nel baseball americano, ma una persona affascinante e benefattore. Morì nel 1972 all’età di soli 38 anni nello schianto di un aereo che avrebbe dovuto portare rifornimenti di soccorso in Nicaragua. Il calibro automatico Oris 754 è basato sul Sellita SW 200-1 e ha una riserva di carica di 38 ore.

Diametro:

Bracciale da 40 mm: Pelle (2. In tessuto)

Impermeabile:fino a 5 bar

La lotta di Oris contro lo Statuto svizzero dell’orologio alla fine ha avuto successo perché l’hanno perseguita con la stessa dedizione di qualsiasi altra cosa. Nel 1956, la società assunse il giovane avvocato Dr. Rolf Portmann, che (cito il sito Oris) “durante i suoi primi 10 anni a Oris si occupa principalmente di combattere contro il cosiddetto “statuto dell’orologio”, che impedisce a Oris di dotare i suoi movimenti di vincoli di ancoraggio”. Dopo dieci anni, vinse il combattimento. 


Montblanc Star Legacy Nicolas Rieussec Cronografo – Orologi

Montblanc Star Legacy Nicolas Rieussec Cronografo
  • Omaggio all’inventore del cronografo Zwischenzeit
  • Design eccezionale
  • A partire da 7.450 Euro

Il vero virtuosismo è talvolta descritto come la capacità di padroneggiare così bene le regole di un soggetto che puoi incongerle consapevolmente per creare qualcosa di nuovo, meglio. Nell’orologeria, questo è lo standard: diventi una vera manifattura solo facendo qualcosa di diverso da tutti gli altri. I progressi possono essere compiuti solo attraverso il cambiamento. A questo proposito, il cronografo monopusher con il nome e il quadrante complicati è forse l’orologio più importante di Montblanc.

I dettagli più sorprendenti sono i totalizzatori, i piccoli quadranti della funzione di arresto, perché invece di una mano che si muove sul quadrante, il disco ruota sotto una mano in piedi come un record sotto l’ago. Prima di tutto, questo è diverso, ed è sorprendente come un cambiamento su questi pochi millimetri quadrati possa invertire completamente l’essenza di un orologio, soprattutto perché la vista è insolita.

Nella prima impressione, l’orologio molto classico con il quadrante parzialmente guilloché diventa un po ‘ una macchina, con ruote rotanti alle mani, perché istintivamente conosciamo solo la combinazione di elementi mobili rotondi e dritti da biciclette, locomotive a vapore o dalle scene di fabbrica di Charlie Chaplin in “Modern Times”, anche se la vista del cronografo da corsa non ha nulla anche lontanamente duro.

Montblanc Star Legacy Nicolas Rieussec Cronografo

Il movimento scorre senza intoppi, e ad un certo punto la realizzazione della brillante connessione che Montblanc ha creato con il suo modello “Star Legacy”, patrimonio della stella, sorge.

Montblanc ha un grande patrimonio, ma non ancora nell’orologeria. Fondata ad Amburgo nel 1908, l’azienda è famosa soprattutto per le sue stilografiche e altri strumenti da scrittura, orologi che costruisce solo dal 1997, e orologi davvero fantastici in realtà solo da quando Montblanc ha assunto il produttore di movimento Minerva nel 2006 (tramite entrambi i genitori della società Richemont).

Montblanc non ha mai avuto nulla a che fare con l’orologiaio francese Nicolas Rieussec perché è morto più di 40 anni prima della fondazione dell’azienda – 150 anni prima che l’orologio fosse messo in sua memoria. E il fatto che sia ancora la combinazione perfetta sta per la sottile perfezione dei produttori di strumenti da scrittura di Amburgo per raccontare storie.

Montblanc Star Legacy Nicolas Rieussec Cronografo

Nicolas Rieussac era l’orologiaio di re Luigi XVIII, ma il sesto dei suoi orologiai, il che probabilmente significava che allevava principalmente gli orologi del nonno nel palazzo. Lui, Rieussec, era anche il fratello di uno dei più importanti allevatori di cavalli da corsa del suo tempo (e per complicare le cose, suo fratello si chiamava anche Nicolas, ma non iniziamo a usare i secondi nomi qui, ma chiamiamo il fratello “fratello”). Questo fratello aveva un desiderio: voleva essere in grado di misurare i tempi di run-in di tutti i cavalli in una gara con un orologio.

C’erano già orologi con una funzione di stop, ma potevi solo iniziare e fermarli di nuovo, quindi ogni cavallo aveva bisogno del proprio cronometro. Rieussec risolse il problema ingegnosamente con la tecnologia esistente: costruì un orologio in una scatola che ruotava i dischi con la semplice pressione di un pulsante, molto simile alla disposizione nella metà inferiore della Star Legacy.

Ogni volta che un secondo pulsante viene premuto, un puntatore “scrive” un segno sul disco, in modo che doveva solo premere il pulsante su ogni cavallo senza nemmeno guardare, e in seguito poteva leggere tutti i tempi di destinazione dal disco. I cronometri esistevano prima, ma Rieussecs fu il primo ad essere chiamato “cronografo” – registratore del tempo. E probabilmente non c’è bisogno di dire: il puntatore di scrittura è stato ovviamente immerso nell’inchiostro. Il che ci porta a Montblanc.

Montblanc Star Legacy Nicolas Rieussec Cronografo

La casa con la lunga tradizione in elettrodomestici di lusso e corti in orologi fantastici è ancora abbastanza sottovalutata al momento dal mio punto di vista – ottieni molto orologio per i soldi. Anche con il cronografo, che viene azionato tramite un singolo pusher sul lato sinistro della cassa e il cui movimento automatico può essere visualizzato attraverso il cristallo di zaffiro di nuovo al lavoro.

Tutto ciò che riguarda il quadrante, dalla tridimensionalità degli strati agli abbellimenti e al layout non ortodosso in generale, è pieno di ambizione orologiera, ma scommetto che il dettaglio che porta la gioia più lunga è la finestra della data elaboratamente incorniciata sul 6.

Non riesco a pensare a una finestra di data più bella da nessuna parte subito, e questo viene da qualcuno che trova quasi sempre fastidiose le finestre degli annunci. Forse perché altrimenti sono con un solo buco nel quadrante. Eccolo un portale orgoglioso. E improvvisamente mi piace. Non solo perché è diverso. Ma meglio.

 Tutte le informazioni sull’orologio sono disponibili qui.

I modelli e i calibri dati (versione attuale)

il Montblanc Star Legacy Nicolas Rieussec Chronograph è alimentato da – e ora cito Montblanc – “leggendario calibro cronografo monopusher manifattura MB R200”. Giuro che, in primo luogo, non ho mai usato il calibro monopusher chronograph e, in secondo luogo, non ho certo messo un aggettivo di fronte ad esso. Ma non si sbagliano. È un calibro cronografo monopusher di produzione.

Perché è leggendario, non lo so esattamente, ma è comunque impressionante: oltre a tutto ciò che sopra descritto, mostra anche un secondo fuso orario (la lancetta delle ore scheletrata) con display giorno-notte sul 9. Attualmente, c’è solo la versione con il quadrante antracite nuovo da acquistare, ma è da aspettarsi che Montblanc porti almeno sempre serie limitate in altri colori sul mercato. L’orologio è troppo bello per morire.

Diametro:

Bracciale da 44,8 mm:

Pelle di alligatore Impermeabile:fino a 3 bar

Montblanc ha un altro bellissimo orologio che gira cose che altrimenti non fanno, vale a dire la Geosfera del 1858. Sulla loro interessantissimo esposizione del tempo universale, gli emisferi settentrionale e meridionale ruotano attraverso i fusi orari su una fetta ciascuno. Onestamente non è facile leggere qui a che ora è dove se non studi geografia e hai gli occhi d’aquila, ma sembra follemente buono. 

Zenith El Primero – Orologi

The Zenith El Primero
Die Zenith El Primero
  • Il cronografo automatico più leggendario
  • Misura i decimi di secondo come oscillatore ad alta velocità
  • A partire da 7.800 Euro

È logico che lo sviluppo del primo cronografo automatico sia stato una gara, perché i cronografi – cioè orologi con una funzione che può fermare un tempo – sono sempre stati associati alle corse. Secondo la leggenda, i primi cronografi erano particolarmente popolari intorno agli ippodromi, perché potevano essere usati per fermare i tempi sul giro dei cavalli durante i giri di allenamento. Questo ha aiutato molto a piazzare una scommessa di successo in seguito. Ma questi erano ancora movimenti a carica manuale, solo nel 1969 furono aggiunti i primi calibri a carica automatica, e diversi contemporaneamente.

Zenith El Primero

Perché oltre a Zenith, un conglomerato delle aziende Breitling, Heuer-Leonidas (oggi Tag Heuer) e il produttore di movimento Dépraz & Cie (oggi Dubois Dépraz) stava sviluppando anche un cronografo a carica automatica. E Seiko anche in Giappone. Ma Zenith è stato il primo a presentare i suoi cronografi al pubblico (con un vantaggio finale di due mesi), e da allora lo hanno sfregato sul resto del mondo: il movimento e i suoi successori sono ancora chiamati “El Primero”, il primo.

Questo potrebbe sembrare quasi un po ‘ un’indicazione se El Primero fosse stato davvero “solo” il primo, ma in un assurdo accumulo di eccellenza, l’opera è anche la migliore. È un oscillatore ad alta velocità con cinque Hertz, il che significa che il bilanciere descrive 36.000 semi-oscillazioni ogni ora, che è dieci al secondo, i concorrenti di solito ne gestiscono solo otto, lo Speedmaster, che è atterrato sulla luna nello stesso anno, solo sei. Il che significa: con un cronografo El Primero si poteva e si può fermare decimi di secondo, con gli altri no. E, cosa ancora più importante, il movimento splendidamente fluido della seconda mano su un orologio meccanico è ancora più bello su un oscillatore ad alta velocità.

Zenith El Primero

Il che ci porta al design dell’orologio, che da un lato sembra semplicemente un cronografo da corsa perfetto con scala tachimetrica, ma dall’altro molto speciale grazie ai tre totalizzatori sovrapposti in diversi colori. È un design iconico che, erroneamente, nessuno si è mai avvicinato alla copia con successo. Ed è anche chiaro perché: in qualsiasi altro caso, qualcosa del genere sembra indeciso, più simile a una espediente che a una decisione di design. Come un’edizione limitata che finisce in una collezione come orologio aggiuntivo a causa di qualche piccola particolarità e viene indossato nei giorni speciali, niente che acquisti come “l’orologio”.

Ma qui è diverso: un cronografo Zenith El Primero (ok, per correttezza: è ufficialmente il “Chronomaster El Primero”) può sicuramente essere indossato come unico orologio ogni giorno e per sempre. E tu farei assolutamente bene ogni dannato giorno.

 Qui troverai tutto su Zenith El Primero.

I dati (versione attuale) modelli e calibri

El Primero è in realtà il calibro, non il caso, ma qui stiamo parlando del Chronomaster, disponibile in acciaio e oro, con tutta una serie di quadranti aperti che permettono la vista del frenetico bilanciere, e una versione revival molto bella in una cassa angolare e una con un diametro originale più piccolo (38mm). Ma questa semplice variante qui è in ogni caso una scelta fantastica. Il calibro ad alta frequenza El Primero 400 da 5 Hertz si ferma al decimo di secondo, visualizza anche la data e ha una riserva di carica di 50 ore.

Diametro:

Bracciale da 42 mm:

Pelle con chiusura pieghevole Impermeabile: fino a 10 bar

El Primero è anche l’orologio con quella storia leggendaria: nel 1975, durante la crisi del quarzo, i boss Zenith all’epoca diedero l’ordine di smontare e rottamare le macchine per i movimenti meccanici, che erano già percepiti come antiquati. Ma un dipendente resistette: l’orologiaio Charles Vermot portò segretamente le macchine in soffitta e le incagliò lì. Anni dopo, quando l’orologio meccanico fece un ritorno, riuscì a riportarlo indietro e salvare Zenith, ma soprattutto il calibro El Primero.


Panerai Luminor Base Logo

Il Panerai Luminor.
  • L’invenzione dell’orologio grasso
  • Design inconfondibile
  • partire da 4.900

Le teorie del design minimalista dicono che un design è perfetto quando non puoi portare via nulla, e gli orologi Officine Panerai si abbinano in molti casi, con un avvertimento cruciale: sono grandi. Molto in alcuni casi, e se si volesse inchiodare la tendenza alla crescita esponenziale degli orologi da polso negli ultimi 30 anni circa (un trend che si è già invertito, ma la latta una volta aperta, ovviamente, rimane aperta) a un unico marchio, sarebbe Panerai.

La storia è ben nota: l’orologiaio Giovanni Panerai fondò il negozio a Firenze nel 1860, che fu presto chiamato Officine Panerai, e costruì strumenti meccanici principalmente per l’esercito italiano. Suo nipote sviluppò il famoso orologio nel 1938 per la Marina come orologio subacqueo con due obiettivi: dovrebbe essere impermeabile e facile da leggere.

Rolex produsse il movimento e la custodia per lui, fece il quadrante nella costruzione sandwich, cioè un disco era coperto da un materiale luminoso, su di esso giaceva un altro disco da cui venivano tagliati i numeri o i tratti, in modo che il materiale luminoso (inizialmente ancora il radioattivo LRadiomir, dal 1950 l’innocuo Luminor, poi anche con la famosa barra protettiva per la corona) fosse omesso.

Panerei Luminor Base Logo

Oggi, non tutti i modelli sono fabbricati in questo modo, in quello attuale, ad esempio, il materiale luminoso viene semplicemente applicato al quadrante. Ma indietro: gli ordini militari si prosciugano e negli anni ’70 Panerai scomparve.

L’azienda che esiste oggi è praticamente una nuova fondazione basata sul patrimonio: nel 1993, una piccola edizione del Luminor è arrivata sul mercato civile, proprio nel momento in cui Sylvester Stallone stava girando il film alpinistico “Cliffhanger” nelle Dolomiti. Dev’essere stato felice di trovare finalmente un orologio muscoloso come lui.

Panerei Luminor Base Logo

Presumibilmente comprò tutta una serie di orologi e li diede via, incluso uno ad Arnold Schwarzenegger. In ogni caso, l’orologio ai polsi dell’élite dei bicipiti di Hollywood è diventato il re degli orologi macho in un mondo ancora popolato da orologi macho. Perché il Panerai era in primo luogo più grande e in secondo luogo così semplicemente progettato che sembrava ancora più potente. Potresti amarla o odiarla, non potevi sfuggirle.

Contrariamente ad alcuni pregiudizi, Panerai semplicemente non significa ruvido. I loro dettagli, l’incantevole tipografia dei numeri, ad esempio (che non consente cerchi chiusi, perché tagliati nel quadrante), ma anche la meccanica fine della protezione della corona marziale, che chiude saldamente il sigillo premendo sulla corona, è una gioia. E naturalmente, la casa è salita da tempo all’altezza dell’alta orologeria, ma non è questo il punto qui, si tratta del tangibile, “reale” Luminor.

La versione base ha ancora un movimento troppo attraverso la mano, quindi almeno ogni tre giorni il suo proprietario deve allentare la staffa e tirare l’orologio, e la staffa pieghevole lo rende un atto molto consapevole. Onestamente, di solito tiro su i miei orologi a mano più o meno inconsciamente mentre penso a cose completamente diverse, è un po ‘come giocare con una penna nelle riunioni. Non con il Luminor, che prendi in due mani, apri il tempio e trasferisci la sua energia nell’orologio. È un momento di meditazione, un bel, piccolo promemoria che non possiamo controllare il tempo, ma abbiamo nelle nostre mani quello che ne facciamo. E questo è già fatto molto da un orologio.

Panerei Luminor Base Logo

È molto soggettivo (come è vero tutto qui), ma il Panerai Luminor è, secondo me, uno di quegli orologi che hanno il loro maggiore impatto con solo due mani. Questo è anche un esercizio di umiltà, perché senza la seconda mano che scorre non si può vedere immediatamente dall’esterno se l’orologio è in funzione o si è fermato da tempo. Devi fidarti di esso, e per tutto il potere che irradia, questo non è ovvio. Ma il quadrante è il più bello e la fiducia è la sensazione più positiva che puoi avere in una macchina. Chiunque abbia mai avuto un’auto “con carattere” sa cosa intendo.

Ciò che rimane è un orologio che irradia potere e un’estetica così chiara che potrebbe essere l’immagine di “fiducia in se stessi” nel lessico. Se è quello che vuoi, è perfetto. E se lo vuoi, sei una persona felice, perché significa anche: Sei convinto di poter. Non si può fare inconsasco, è come guidare una Ferrari, avere muscoli enormi o indossare un cappello: un atto decisivo. I fan di Panerai si definiscono “Paneristi”, e non riesco a pensare a nessun altro orologio i cui fan si danno un nome.

Non penso che sia necessariamente perché Paneristi si identifica con il loro orologio più di altri, ma che sentono di essere definiti più di altri dall’esterno attraverso il loro orologio. Non puoi fare più di una dichiarazione con un orologio d’acciaio. 

Qui troverai tutto sul Panerai Luminor.

I modelli e i calibri dati (versione attuale)

Il Luminor è disponibile in tre misure, con grandi 42 millimetri di diametro, molto grandi 44 millimetri o giganteschi 47. La versione 44 sembra la più giusta, esattamente il pezzo “troppo grande”, che un Panerai deve essere troppo grande. Dal piccolo secondo a un display GMT e cronografi flyback al tourbillon, ci sono file di complicazioni e custodie in acciaio, oro e alcune leghe high-tech con carbonio e simili, perché Panerai è diventato un marchio da collezione molto speciale. Ma soggettivamente: il più bello rimane il più semplice, vale a dire il logo Base con solo due mani.

È alimentato dal calibro di manifattura P.6000 con riserva di carica di tre giorni (per 1100 euro in più, tuttavia, si ottiene lo stesso orologio con una riserva di carica completa di otto giorni e una migliore resistenza all’acqua, vale a dire 300 metri, che dovrebbe resistere a intervalli di revisione significativamente più lunghi se lo si avvolge davvero meno spesso. Vale la pena pensarci, anche se tirarlo su è una bellissima interazione con l’orologio, se sei onesto. Allora perché non farlo?).

Diametro:



Bracciale da 44 mm:
Impermeabilein pelle: fino a 10 bar

Officine Panerai è e rimane un’azienda italiana, anche se gli orologi sono realizzati in Svizzera, e le aziende italiane possono essere riconosciute dal fatto che ogni volta che si adattano a loro, sparano al vento alle tradizioni orologiere svizzere. Esempio: l’azienda ha una vera storia militare e nautica, il suo primo orologio è stato per i nuotatori da combattimento d’élite e ha realizzato bussole subacquee su braccialetti prima di costruire orologi.

Oggi, da un lato, costruisce orologi storicamente molto fedeli, almeno nello spirito, che porteranno lacrime di gioia agli occhi dei nuotatori da combattimento di quel tempo, e dall’altro, con il Luminor Due, un orologio subacqueo praticamente non impermeabile. In realtà devi essere italiano per sopportarlo, ma probabilmente dovremmo essere tutti molto più italiani.


Glashütte Senatore originale anni Sessanta

Il senatore originale della Glashtte anni Sessanta.
Die Glashütte Original Senator Sixties.
  • Progettare da una delle migliori fasi del design dell’orologio
  • Patrimonio dell’orologio più bello della RDT
  • A partire da 6.300 Euro

C’è molto nei nomi, e “Glashütte Original” è un annuncio piuttosto sicuro di sé, perché nel paradiso degli orologi tedesco molto è originale, ma una cosa è probabilmente indiscussa: con i suoi disegni, il marchio incarna l’intera storia di quella città nelle montagne ore dagli inizi di Ferdinand Adolph Lange nel 1860 ai nuovi inizi dopo la caduta del muro di Berlino nel 1990. E questo significa: anche la storia molto tedesca del VEB Glashütter Uhrenbetriebe GUB, i cui più bei orologi discendenti si trovano oggi nel portafoglio di Glashütte Original.

Il senatore anni Sessanta è l’esempio migliore. E non solo: l’esempio perfetto.

Al tempo della cortina di ferro, l’area dietro Dresda era considerata la “Valle dell’Ignaro” perché la televisione occidentale non era più disponibile qui. Ma almeno sapevano sempre una cosa: come costruire buoni orologi. In un certo senso, è stata la cosa più normale del mondo qui, proprio come un bambino che cresce a Monaco sembra che sarebbe normale diventare campione ogni stagione.

Quando si sceglie una carriera, gli orologiai più anziani ci dicono ancora oggi, la domanda qui era solo “minatore o orologiaio”. L’estrazione a cielo aperto era un po ‘ più apprezzata e meglio pagata nello stato dei lavoratori, ma come orologiaio ti sedeva al caldo.

Glashütte Senatore originale anni Sessanta

La decisione aveva poco a che fare con il tipo di romanticismo che gli amanti degli orologi proiettano in loro, e gli orologi GUB erano per la maggior parte prodotti a buon mercato per il mercato orientale. Ma la formazione è stata buona: la leggendaria “Scuola tedesca di orologeria Glashütte”, fondata nel 1878, è diventata una scuola di ingegneria per la tecnologia del cronometraggio nella RDT.

Fu sciolto dopo la caduta del muro di Berlino, ma oggi Glashütte Original gestisce una scuola di orologeria che può essere considerata un discendente diretto. In breve, quando si tratta di orologi, Glashütte è stato l’opposto dell’incondizione per 150 anni.

Quindi questo è il senatore anni Sessanta: la versione tecnicamente fantastica di un orologio degli anni Sessanta, che all’epoca doveva ancora essere prodotto nel modo più economico possibile, ma il cui design è così unico che è adatto come ambasciatore perfetto per un tempo che alcuni preferirebbero non vedere rappresentato.

Alla stessa Glashütte Original, il design è elogiato come un bambino degli “Swinging Sixties”, che da un lato è assolutamente vero, questo è esattamente come appare, dall’altro ricorda una Londra a cui i residenti di Glashütte non potevano viaggiare. E mi prendo con l’imbarazzante pensiero che questa strana, testarda, grande tipografia dei numeri sul quadrante potrebbe forse arrivare solo in questo modo.

Glashütte Senatore originale anni Sessanta

Sia come sia, è classico da un lato, questo orologio e, dall’altro, il contrario. Le sue dimensioni attuali con un diametro di 39 millimetri si spostano esattamente in equilibrio tra tutte le tendenze, sembra quasi senza tempo, anche se allo stesso tempo può essere così chiaramente posizionato in un tempo. I colori del quadrante parzialmente obliqui offerti più e più volte valgono una lunga sessione al gioielliere, perché fanno cose audaci, a seconda di come la luce cade su di loro. È un piacere. Le mani strette sottolineano la competenza fondamentale dell’intera linea Senator, la precisione. E poi ci sono, solo, questi numeri.

I 12 in alto probabilmente non sarebbero nemmeno riconoscibili come un numero al di fuori del contesto nella parte superiore del quadrante.

Come tutto questo possa unirsi è un miracolo. Proprio come l’intero culmine della storia tedesca. In ogni caso, è un originale di Glashütte. 

Tutte le informazioni sull’orologio sono disponibili qui.

I modelli e i calibri dati (versione attuale):

Fondamentalmente, gli anni Sessanta sono disponibili nella versione a tre mani con il quadrante leggero e argento mostrato qui o un nero, ma regolarmente in edizioni speciali anche in altri colori (attualmente in un bel blu), ognuno in acciaio o oro rosa.


Come complicazione, ci sono versioni con una grande data, ma il diametro cresce fino a 42 millimetri. All’interno degli anni Sessanta da 39 millimetri, il calibro manifattura 39-52 funziona con una riserva di carica di 40 ore, tavola da tre quarti Glashütte con taglio a strisce e rotore in oro massiccio, che è bello da guardare attraverso il retro in vetro.

Diametro:

Bracciale da 39 mm:

Pelle di alligatore impermeabile: fino a 3 Bar

Glashütte Original ha preso il controllo dell’archivio dal patrimonio del GUB e quindi si considera il custode della storia dell’orologio di 150 anni del luogo, mentre A. Lange & Söhne con qualche diritto pensa allo stesso modo di se. Per differenziare: Mentre alcuni disegni tradizionali sono inevitabilmente simili, gli orologi di Glashütte Original sono molto, molto buoni, quelli di Lange sono molto, molto buoni e poi decorati anche a mano e fatti d’oro (e di conseguenza più costosi).

Per inciso, c’è anche un passo nella direzione opposta: la consociato union di Original Glashütte costruisce orologi Glashütte che sono fabbricati in modo leggermente più “industriale” rispetto agli orologi di produzione di Glashütte Original – e quindi costano solo una frazione. 


Vacheron Constantin Overseas

Il Vacheron Constantin Overseas.
Vacheron Constantin
  • In linea con la Royal Oak e la Nautilus
  • Il classico di un orologio per tutto
  • A partire da 21.000 Euro

C’è una sorta di santissima trinità di orologi di lusso sportivi svizzeri in acciaio: la Royal Oak di Audemars Piguet, il Nautilus di Patek Philippe e l’Overseas di Vacheron Constantin. E se ad una festa il Nautilus e l’AP sono quelli che prima assaltano direttamente sulla pista da ballo e vogliono sempre essere al centro dell’attenzione ovunque (cosa che fanno giustamente, tra l’altro), l’Overseas prima si ferma a bordo campo e sonda la situazione.

È qualcosa come la variante eufemismo del trio, nella misura in cui puoi dirlo affatto con un orologio per circa 20.000. Nel design, rimane classico, con la sua fascia integrata e il quadrante blu, solo la lunetta, il cui design ricorda la croce maltese – il logo di Vacheron Constantin – è davvero sorprendente.

Vacheron Constantin

Per un orologio così consolidato, l’Overseas ha una storia relativamente breve. Il suo predecessore nello spirito, il 222 di Vacheron Constantin, era già arrivato sul mercato negli anni ’70. Nella sua forma attuale, tuttavia, l’oltremare esiste solo dal 1996. Cosa li distingue anche dai due rivali da PP e AP: al momento puoi ottenerli senza tempi di attesa eterni o un supplemento esorbitante sul mercato grigio.

Per le persone che in realtà vogliono solo possedere un singolo orologio (sì, dovrebbero davvero esistere), c’è poco di meglio. Anche perché ogni Overseas è dotato di tre bracciali (acciaio inossidabile, pelle e gomma), che possono essere facilmente sostituiti da un sistema a cambio rapido. Pertanto, l’orologio per sport acquatici sul cinturino in gomma diventa rapidamente un orologio da vestito sulla trappola per alligatori.

 Qui troverai tutte le informazioni sull’estero.

I dati (versione corrente) Modelli e calibri

 L’ultima versione dell’Overseas dal 2016 è disponibile in oltre 30 versioni, varie dimensioni e materiali. Il modello iconico è quello con quadrante blu, diametro 41mm, data e movimento automatico. Il prezzo di listino: 21.000 euro.
Diametro: 41
mmBracciale: acciaio, gomma,
pelle Impermeabile: 150 metri

Questa è un’altra cosa: Vacheron Constantin è in circolazione dal 1755, rendendo la manifattura la più antica della Svizzera. Il suo fondatore, l’orologiaio Jean-Marc Vacheron, era un buon amico dei pensatori illuministi Voltaire e Jean-Jacques Rousseau. 


Audemars Piguet Royal Oak

AP Royal Oak
Die Royal Oak von AP. PUBBLICHE RELAZIONI
  • Il primo orologio di lusso in acciaio
  • Design iconico di Gérald Genta
  • A partire da circa 15.000 Euro

In realtà, la storia è piuttosto banale, ma nel caso di questo orologio devi raccontarla: quando Audemars Piguet lanciò la Royal Oak nel 1972, quasi nessuno la voleva. Da un lato, ciò era probabilmente dovuto al loro prezzo, perché quasi 3000 marchi in tedesco erano una somma incredibile all’inizio degli anni ’70.

Poi c’è stata la crisi del quarzo, che allo stesso tempo ha causato problemi ai produttori di orologi meccanici. E ultimo ma non meno importante: il design forse un po’ strano di Gérald Genta a prima vista, con la lunetta ottagonale e le teste a vite visibili, per cui si è ispirato ai caschi subacquei.

Tutto nel complesso, questo ha portato al primo orologio di lusso sportivo in acciaio al mondo, che si è sviluppato in un classico nei prossimi anni, non è mai stato richiesto e probabilmente raramente così popolare come lo è oggi. Ai prezzi di listino, l’orologio non è disponibile, almeno nella pratica.

Ma se hai mai avuto uno di questi orologi incredibilmente lavorati con il bracciale integrato, la custodia ultra piatta e il quadrante perfettamente guilloché sul braccio, probabilmente non lo dimenticherai mai. Ecco perché lo diciamo qui così com’è: Per noi, è l’orologio più bello del mondo. 

Qui troverai tutte le informazioni sulla Royal Oak.

I modelli e i calibri dati (versione attuale)

La Royal Oak è disponibile in innumerevoli misure (da 33 mm), materiali, incastonati con diamanti e con varie complicazioni come tourbillon o calendario perpetuo. Il semplice classico è il “Jumbo” extra flat con 39 millimetri, movimento automatico e quadrante blu (prezzo di listino: 28.900 euro).

Diametro

Braccialeda 39 mm :

Acciaio Impermeabile:50 metr Nel 1993, quasi esattamente 20 anni dopo l’uscita della Royal Oak, Audemars lanciò Piket con il Royal Oak Offshore – una versione più grande e ingombrante dell’originale. È diventato anche un successo, anche grazie ad Arnold Schwarzenegger, che ha indossato gli orologi in “Terminator 3” e “End of Days”. 


Lange & Söhne Lange 1

Un. Lange Lange Lange 1
Die A. Lange & Söhne Lange 1 PUBBLICHE RELAZIONI
  • L’orologio assoluto “Glashütte”
  • Allo stesso tempo un orologio da polso e una vista della storia dell’orologio tedesco
  • A partire da 33.900 Euro

Uno sguardo al movimento della Lange 1 mostra la storia dell’orologio da polso nella sua forma forse più completa, almeno con una visione tedesca, perché include anche le sue strane deviazioni, gli outlier storici. Un. Lange & Söhne (li chiamiamo semplicemente “Lange” da qui in poi) è da qualche parte in cima al Valhalla dell’orologeria con Patek Philippe e Vacheron Constantin, ma mentre i produttori svizzeri alla corte dell’alta orologeria hanno governato per secoli.

Lange è allo stesso tempo un giovane nuovo arrivato, fondato nel 1990, ed erede di lunga data di una tradizione iniziata con Ferdinand Adolph Lange nel 1868 e fondata l’orologeria nella città sassone di Glashütte. Per molto tempo aveva studiato e lavorato in Svizzera, Parigi e Inghilterra, e finì a Dresda perché si sposò con la famiglia degli orologiai della corte sassone.

Dal suo punto di vista, il fatto che abbia iniziato a formare orologiai nella vicina Glashütte ha combinato l’utile con il ancora più utile: ha creato posti di lavoro (Adolph Lange è descritto come un uomo con una coscienza sociale pronunciata), ma lo ha anche reso indipendente dalle catene di approvvigionamento internazionali. Presto c’erano specialisti a Glashütte per ogni componente dei movimenti meccanici.

Alcuni di loro sono stati rapidamente costruiti meglio che in qualsiasi altra parte del mondo. Ad esempio, hanno sperimentato le leghe che hanno reso la spirale dell’ascensore meno sensibile alle fluttuazioni di temperatura, in modo da mantenere la tensione più affidabile, che ora è standard in tutto il mondo.

Lange & Söhne Lange 1

Qui, tuttavia, la “piastra a tre quarti Glashütte” è stata creata anche dalla tradizione di Dresda, che vediamo ancora oggi quando giriamo una Lange 1 e guardiamo al movimento: la maggior parte del movimento (o diciamo: ad eccezione del bilanciere quasi tutto il movimento) è praticamente coperto da un’unica piastra decorata con rettifica a strisce (i moderni orologi meccanici in realtà hanno solo il taglio come ornamento, nei tempi antichi, quando i casi non erano così densi come lo sono oggi, il taglio raccoglieva la polvere e l’abrasione più fini nei suoi solchi, estendendo così gli intervalli di manutenzione, ma era molto tempo fa).

A causa della prima guerra mondiale, Lange (ora sotto l’egida di suo figlio Richard, in seguito sotto suo figlio Friedrich Emil) era ancora relativamente illeso dall’espansione della produzione da parte di una linea di cronometri marini, nella seconda guerra mondiale gli impianti furono bombardati e dopo la ricostruzione nella RDT l’azienda fu conclusa nelle “compagnie di orologi Glashütte” di proprietà statale. Fu solo dopo la caduta del muro di Berlino che Walter Lange, pronipote di Adolph Lange, fu in grado di riprendere l’eredità e ricostruire l’azienda.

Lange & Söhne Lange 1

L’orologio, la A. Lange & Söhne quasi immediatamente riportato sulla mappa delle più grandi fabbriche, era il Lange 1. Ed è così notevole ad ogni livello che si vorrebbe fare un avvertimento: Nonostante tutto, è solo un orologio, non trascurare tutto il resto della tua vita per questo!

Ma andiamo: se guardate il Lange 1, la prima cosa che spicca è probabilmente la disposizione decentralizzata delle funzioni sul quadrante. Oltre alle ore e ai minuti, ogni Lange 1 mostra almeno il piccolo secondo, una grande data e la riserva di carica, alcune anche altre complicazioni come un secondo fuso orario o la fase lunare, e sono fondamentalmente disposte in modo tale che una funzione non sia mai coperta da un’altra mano.

Gli orologiai sono i loro, se li lasci, separano persino la lancetta delle ore dalla lancetta dei minuti (il risultato si chiama “regolatore”), non si va così lontano qui. Decentralizzato, tuttavia, non significa disordinato: sulle Lange 1, i centri dei display delle ore, dei secondi e delle date formano un triangolo isoscele e la panoramica è perfetta, ma la vista del quadrante è diversa da un orologio da strumento, che riguarda la lettura delle informazioni più importanti il più rapidamente possibile.

Lange & Söhne Lange 1

Il Lange 1 sembra più un orologio da tasca: tutto è progettato per rendere la lettura del tempo un atto consapevole. È una meditazione, un ancoraggio nel qui e ora. Ci sono orologi che ti fanno sentire come un pilota, un pilota da corsa o almeno un uomo molto elegante. Quando guardi il Lange 1, ti dà semplicemente la sensazione di guardare uno degli orologi più belli di tutti i tempi. Quello che fai davvero. È una lezione di presenza.

Proprio come tutto il resto su questo orologio: quando si tira su, l’indicatore della riserva di carica si muove lentamente verso l’alto (è contrassegnato con “su” e “giù”, il che da solo è un piacere, perché siamo abituati a pensare riserve tra i poli “pieni” e “vuoti”, cioè come stati, non come direzioni. Il semplice fatto che io possa usare la mia energia per farlo salire è incredibilmente soddisfacente) e la necessità di raccogliere la cassa in metallo prezioso pesante e sentire la sensazione robusta ed estremamente preziosa della meccanica dell’ascensore può probabilmente prevenire da solo guasti nervosi nei momenti difficili.

“Va avanti all’infinito”, dice la seconda mano tranquillamente, e l’intera sensazione di un Lange 1 nella mano irradia: “E per sempre”.

Lange & Söhne Lange 1

È un po ‘difficile parlare del design. È così classico che sembra che non potrebbe essere in nessun altro modo. A Glashütte c’è comunque qualcosa nell’acqua che fa tipografia, cioè i font sul quadrante, cos’è il jazz a New Orleans e l’uso di sciarpe a Parigi: puoi semplicemente farlo. E tutto quello che puoi fare a Glashütte, puoi fare in A. Lange & Söhne alla perfezione.

Dalle mani a forma di spada alle incredibili decorazioni incise a mano sulle opere, la Lange 1 non sembra solo bella, ma eternamente bella, poco moderna come la Frauenkirche di Dresda, ma anche così poco vecchio stile. Forse mettiamola così: potete pensare al Lange 1 al polso di ogni singolo Premio Nobel, da Wilhelm Conrad Röntgen a Bob Dylan. Perché sono per l’eternità, non importa quanto sia moderno o persino visionario quello che stanno facendo in questo momento. 

I dati (versione attuale) modelli e calibri

Il Lange 1 è disponibile in tre misure, ma il nome rivela già quale sia quello “reale”, perché gli altri sono chiamati “Große Lange 1” e “Kleine Lange 1”. Quello originale ha un diametro elegante di 38,5 millimetri (quello grande ne ha 41, quello piccolo 36,8 ed è probabilmente destinato alle donne oggi, in verità questa è una meravigliosa dimensione unisex). Ci sono innumerevoli complicazioni dalla fase lunare a un secondo fuso orario al tourbillon e altrettanto tante varianti ottiche, ad esempio quadranti guilloché (queste sono linee fini, spesso intrecciate).

Ma tutte le Lange 1 hanno in comune che sono fatte solo di metallo prezioso: le casse e di conseguenza anche le lancette e gli indici sono fatti di oro giallo, rosso o bianco o platino. Il calibro L121.1 è già un ulteriore sviluppo del primo calibro Lange 1 degli anni ’90, e come sempre con i migliori orologiai del mondo, questo significa che hanno trovato un modo ancora più complicato per risolvere ancora meglio i problemi già risolti.

La data di grandi dimensioni (abbastanza complicata di per sé, perché a differenza di una finestra di data “normale”, due riquadri visualizzano le cifre) ora si accende a mezzanotte, ad esempio, con un tratto. Il movimento con doppia casa a molla ha una riserva di carica di 72 ore.

Diametro:

38.5 Bracciale:

Pelle di alligatore Impermeabile:Un Lange 1 non è impermeabile, e chiunque abbia anche l’idea di andare a nuotare con esso dovrebbe essere picchiato con una pantofola da una nonna Glashütte.

La “Glashütte three-quarter board”, introdotta da Ferdinand Adolph Lange nel 1864, conferisce ai movimenti manuali dell’ascensore una maggiore stabilità, perché l’intero treno ingranaggi è montato sotto un unico ponte e praticamente nulla può muoversi l’uno contro l’altro. Ha uno svantaggio, vale a dire che quando si regola il gioco di altezza delle singole ruote durante il primo assemblaggio, nel peggiore dei casi deve essere rimosso da ogni ruota e quindi riassemblato.

A Lange, ovviamente, hanno trovato un modo per rendere questo passo ancora più complesso: ogni movimento, se è perfetto, viene smontato di nuovo comunque, la superficie di ogni singola parte (queste sono già bizzarre 368 singole parti nel lavoro del più semplice Lange 1) viene lucidata di nuovo e poi rivestita prima che sia finalmente assemblata. E lubrificato – con un massimo di otto diversi grassi e oli.
–


Cartier Santos

Cartier Santos
Die Cartier Santos PUBBLICHE RELAZIONI
  • Il primo orologio da polso “moderno”
  • Design leggendario
  • A partire da 6450 Euro

C’è così tanto strano nella storia dell’orologio da polso stesso che non può più sorprendere che forse il primo orologio da polso da uomo non sia stato realizzato da uno dei grandi orologiai, ma da un gioielliere: Louis Cartier, nella terza generazione responsabile della casa di gioielli più famosa di oggi al mondo, non è stato solo quello che ha fondato il successo internazionale della Maison con la sua espansione. Su richiesta del suo amico, il pilota gentiluomo brasiliano Albert Santos-Dumont, ha creato un orologio che altrimenti era esclusivamente per le donne, vale a dire uno che tu (o qui in realtà: l’uomo) potevi legare al polso.

Ciò era necessario perché il volo con gli aerei in quel momento doveva ancora essere misurato in metri e secondi, se il dispositivo si staccava da terra. In ogni caso, il tempo era troppo breve per disimballare un orologio da tasca.

Era il 1904 e l’orologio esiste ancora oggi. Si potrebbe dire che è stato anche il primo orologio da pilota, anche se oggi non ha nulla a che fare con quello che intendiamo come orologio da pilota, perché oggi è soprattutto un simbolo della massima eleganza – come praticamente tutto ciò che Cartier ha mai prodotto.

Cartier Santos

Il fatto che l’orologio sia un colpo di genio si può già vedere dal fatto che il suo linguaggio di design – a Cartier parliamo dei codici – non è cambiato fino ad oggi. Mentre la stragrande maggioranza di tutti gli orologi nel mondo derivano dalla forma dell’orologio da tasca e sono di conseguenza rotondi, Louis Cartier ha ovviamente seguito la filosofia di porre il problema al centro della soluzione durante la progettazione del Santos. L’orologio dovrebbe avere un braccialetto e ogni braccialetto deve essere attaccato a un ponte dritto in modo che l’orologio giace saldamente sul braccio. Quindi l’orologio era quadrato. Tanto semplice quanto brillante.

Cartier Santos

Molto soggettivamente, l’incarnazione più bella del Santos è la versione 2018, in cui l’accattivante lunetta avvitata devia dalla forma puramente angolare per la prima volta e cresce verso le anse, ma questa è puramente una questione di gusto. È fantastico in qualsiasi forma, comunque unico (il 100 ° compleanno di grandi quantità Santos 100 potrebbe essere diventato un po ‘troppo machoid per incarnare l’eleganza classica, ma ci sono sicuramente uomini abbastanza grandi da farla franca da soli).

E poi c’è il braccialetto. Nel 1978, quando Audemars Piguet fondò il genere del lussuoso orologio sportivo in acciaio con un bracciale integrato con la Royal Oak e Patek Philippe con il Nautilus, Cartier creò un bracciale in acciaio che sembra integrato con le viti a vista (il codice della lunetta), anche se non lo è. Seguendo la tendenza odierna verso frequenti cambi di cinturino, gli attuali modelli con cinturino in acciaio sono disponibili con un cinturino in pelle che può essere sostituito in pochi secondi senza attrezzi grazie a un meccanismo di cambio rapido meravigliosamente fine.

E con questo, non abbiamo detto nulla sul quadrante molto fine e molto classico. Il che forse va bene con un orologio che è stato creato a causa del suo braccialetto. Ma probabilmente non abbiamo bisogno di sottolineare che è bello. Diciamo solo Code Cartier. Tutte le informazioni su Cartier Santos qui. 

Dati (versione corrente) Modelli e calibri

 Il “Santos de Cartier”, come viene giustamente chiamato, è disponibile in acciaio inossidabile (rivestito anche di nero), oro acciaio e oro, con quadrante blu, nero o scheletrato, finiture diamanta e ogni sorta di varianti, anche come cronografo, ma la versione più bella è, come spesso accade, la più semplice: la taglia Medium in acciaio o oro. Non ha una finestra della data, che disturba regolarmente almeno un quadrante e un elegante, secondo gli standard di oggi molto delicatamente di piccole dimensioni. Tuttavia, anche la versione più grande è fantastica.

Calibro:Tradizionalmente, gli ascensori non sono ciò che rende un orologio Cartier, la casa è famosa per il suo design e per molto tempo ha usato calibri relativamente poco appariscenti che hanno semplicemente fatto il loro lavoro in segreto e basta. Nel frattempo, tuttavia, costruiscono anche calibri manifattura, nel Santos il movimento è chiamato MC 1847 ed è schermato antimagneticamente fino al 1200 Gauss, o ha componenti non magnetici. La riserva di carica è di circa 42 ore.

Diametro

: Bracciale da 35,1 mm:
Acciaio Impermeabile:100 metri

Oltreal Santos de Cartier, c’è anche il Santos-Dumont in una forma del caso molto simile, in cui Cartier ha omesso l’accattivante lunetta. Non altrettanto iconico, ma anche estremamente elegante. 


Tag Heuer Monaco

Tag Heuer Monaco
Tag Heuer Monaco (oltre Christ.de) PUBBLICHE RELAZIONI
  • The Steve McQueen Chronograph
  • Una pietra miliare tecnica nell’orologologia
  • A partire da 6000 Euro

Non puoi superare il nome, quindi diciamolo tre volte per liberare il sistema: McQueen, McQueen, McQueen – l’attore e “King of Cool” indossavano l’allora nuovissimo Monaco in “Le Mans”, e sebbene fosse privatamente un indossatore Rolex, il design unico e quadrato di Tag Heuer è rimasto il più strettamente associato a lui. Lo trattiamo a Tag Heuer dal profondo del nostro cuore, ma oscura un po ‘il fatto che il Monaco è un orologio meraviglioso anche senza McQueen, e soprattutto a modo suo.

Heuer è uno dei pionieri del cronografo automatico, solo Zenith era nel 1969 pochi giorni prima almeno sul pubblico svizzero con l’annuncio dell’El Primero. Il capo dell’azienda impazzita per le corse Jack Heuer aveva poi tutta una serie di forme abitative dotate della nuova tecnologia, e mentre la Carrera è qualcosa come il classico cronografo da corsa, il Monaco era una dichiarazione di design. L’orologio quadrato era, per dirla senza mezzi termini, inteso come un cronografo, che piace all’architetto – ed era anche tecnicamente eccitante come il primo orologio da polso quadrato impermeabile.

Tag Heuer Monaco

Ma poi arrivò “Le Mans” nel 1971 con l’uomo dove tutto sembra buono, e questo era tutto. Il Monaco è ora così collegato alle corse automobilistiche che ci sono serie speciali nei colori di Gulf Oil, un produttore di olio motore che era noto come sponsor delle squadre di corse soprattutto negli anni ’60 e ’70 (le auto nei colori del golf azzurro e arancione hanno vinto più volte nella vera 24 Ore di Le Mans).

A volte è emozionante immaginare cosa avrebbe indossato o guidare Steve McQueen oggi, perché sebbene ora sia usato come poster boy per molte tendenze retrò, era regolarmente in cima alla lista tecnica con i suoi giocattoli ai suoi tempi. Per puro sentimento istintivo, vorrei dire che avrebbe voluto meno aiuto elettronico possibile con le sue auto e moto, il che lo avrebbe sollevato dal guidare, ma d’altra parte, era qualcuno che voleva vincere le gare che guidava. Quindi non lo sai. Ma certamente gli piacerebbe ancora il Monaco, perché è ancora miracolosamente moderno.

 Qui troverai tutte le informazioni su Tag Heuer Monaco.

I dati (versione corrente Modelli e calibri

Del cronografo Monaco c’è una sola dimensione della cassa e solo versioni in acciaio in diversi colori (alcune limitate), ma abbastanza interessante, l’orologio è disponibile con due calibri diversi. La differenza più evidente è che la versione con il calibro 11 (come era già stata chiamata nel 1969), che è più strettamente basata sulla versione originale, ha la corona sul lato sinistro, la nuova versione con il calibro 02 a destra.

Solo a un esame più attento ci si rende conto che c’è una differenza ancora più fondamentale: sebbene abbia solo due quadranti totalizzatori come l’originale, la nuova versione conta il piccolo secondo in basso al centro sopra la posizione a ore sei. Lo fa in modo molto poco appariscente, ma significa che nel totalizzatore aggiuntivo vengono conteggiate le ore. Ciò significa che uno si ferma solo secondi e i primi 30 minuti, l’altro fino a 12 ore. Inoltre, il calibro 02 con 80
ore ha il doppio della riserva di carica del calibro 11 con circa 40.

Diametro:Bracciale da 39 mm:Pelle

Impermeabile:100 metri

L’orologio originale che McQueen indossava durante le riprese di “Le Mans” e poi dato al suo meccanico è stato messo all’asta il 12 dicembre 2020 per $ 2.208 milioni. Naturalmente, è anche l’Heuer più costoso (a quel tempo ancora senza TAG) di tutti i tempi. 


Omega Speedmaster Professional

Omega Speedmaster Moonwatch
Omega Speedmaster Professional PUBBLICHE RELAZIONI
  • Il cronografo più famoso al mondo
  • Il primo orologio sulla luna
  • A partire da 4800 Euro

La storia non è semplicemente un livello di fascino per gli orologi da polso, come spesso accade con altri oggetti. Almeno per quanto riguarda gli orologi meccanici, la storia è l’intera ragione della loro sopravvivenza: chiunque indossi oggi un orologio meccanico indossa secoli di ingegno umano al polso, anche se sarebbe più facile, più economico e onestamente anche più preciso. Non dobbiamo indossare orologi meccanici, lo facciamo per festeggiare che possiamo. Generazioni di orologiai (e forse anni di risparmio tenace) lo hanno reso possibile.

Probabilmente non esiste un modello di orologio concreto così fortemente associato alla storia concreta come lo Speedmaster Professional di Omega, con la storia dell’orologeria, ma naturalmente soprattutto con un’altra grande vittoria dello spirito umano e del coraggio: come orologio ufficiale delle missioni nasa, e così nel 1969 al polso di Buzz Aldrin anche come primo orologio sulla luna (Neil Armstrong aveva lasciato il suo Speedmaster a bordo in sostituzione dell’orologio fallito del modulo lunare).

Omega Speedmaster Professional

Anche senza una storia, lo Speedmaster sarebbe un ottimo orologio: un cronografo a carica a mano con una chiara vicinanza alle corse grazie alla lunetta tachimetrica, leggibilità molto chiara e proporzioni perfette. Non c’è niente di giocoso, ma forse è dietro la qualità più sottovalutata di questo over-watch: mi appoggio dalla finestra e dico che non c’è altro orologio che sembra fantastico su così tanti braccialetti diversi. Instagram è stato praticamente inventato per girare polsi da Speedys su diversi nastri (vedi #speedytuesday).

Semmai, puoi solo criticare lo Speedmaster Professional per aver reso troppo facile per il mondo sceglierlo. Probabilmente puoi vivere una vita senza mai possedere uno Speedmaster, ma non c’è motivo per cui dovresti nemmeno provarci.

 Qui troverai tutte le informazioni sull’Omega Speedmaster.

I dati (versione corrente Modelli

La famiglia Speedmaster è grande e ora include praticamente tutti i materiali, i movimenti e un’intera gamma di dimensioni e complicazioni. Ma qui stiamo parlando del classico Moonwatch, e sono disponibili in due versioni, che in linea di principio differiscono solo per il vetro (esalite o zaffiro) e il fondo (chiuso o zaffiro). E la risposta è chiara: il più vicino possibile all’orologio lunare, cioè con vetro esalite e pavimento chiuso, sul quale si dice “Qualificato dal volo dalla Nasa per tutte le missioni spaziali con equipaggio”.


Calibro: L’attuale calibro cronografo 1861 è una leggera modifica del calibro che si trovava sulla luna (che era il 321, che ora è stato reinstallato in uno Speedmaster). È avvolto a mano e ha una riserva di carica di 48 ore.

Diametro

Bracciale da 42 mm :
Acciaio Impermeabile: 50 metri

Il vero primo orologio sulla luna, quello di Buzz Aldrin, è stato perso decenni fa per posta allo Smithsonian Museum e da allora è scomparso. O è solo indossato da un sorridente e rapito, antico ex postino in uno scantinato a Washington e ridacchiando. 


IWC Mark XVIII – Orologi

IWC Mark XVIII
IWC Mark XVIII Burki Scherer
  • L’orologio da pilota perfetto
  • Progetto finale
  • A partire da 4550 Euro

A volte il design è così chiaro che non puoi nemmeno immaginare che ci fosse un tempo prima. Gli orologi pilota della International Watch Company di Sciaffusa sono uno di questi. Questo è l’aspetto degli orologi pilota poiché ci sono stati un numero significativo di piloti, cioè gli anni ’30 o ’40 del secolo scorso, e IWC costruisce la versione definitiva oggi – non ce n’è più bella. Punto.

Le basi sono quasi noiose quando glielo dici: Sì, l’orologio è facile da leggere in condizioni più o meno immaginabili, può gestire campi magnetici e sopravvive anche in bizzarre situazioni di pressione dell’aria. E questo è un bene perché siamo persone sognante che bramano l’avventura.

Ma più importante in realtà, ovviamente, è che il Mark XVIII (e tutta la sua famiglia di fratelli e predecessori) è un orologio di lusso nella sua migliore definizione, così nobile e perfetto per tutta la sua robustezza che non vuoi toglierti gli occhi di distanza. In realtà, le proporzioni sono molto migliori che in qualsiasi foto, perché nelle foto il materiale luminoso sulla mano viene regolarmente enfatizzato troppo e le mani appaiono quindi più piccole e più corte rispetto a se si ha l’orologio in mano (purtroppo si applica a tutti gli orologi di questa serie che sono in realtà ancora più belli, di quanto possiamo mostrarlo), e questo vale ancora due volte per la profondità del quadrante nero.

IWC Mark XVIII

Il Mark XVIII non è solo un orologio perfetto, ma definitivo, che porta IWC al problema del lusso di dover invenire le cose, cambiando continuamente un orologio definitivo senza cambiarlo per poter portare nuovi modelli sul mercato. Ad ogni incarnazione, la linea di segni cresce o si restringe di un millimetro di diametro. Questo è sopportabile. Ma onestamente, un semplice Mark XVIII sarebbe abbastanza orologio per tutta la vita. 

Tutte le informazioni sull’IWC Mark XVIII sono disponibili qui.

I dati (versione corrente )Modelli

Nella serie Mark (il nome deriva dal nome britannico per un modello, vedi anche Jaguar MK 2, perché ovviamente IWC ha fornito anche la Royal Air Force) ci sono diverse famiglie di modelli con i loro colori tipici, e quasi tutti hanno una componente poetica: le linee che prendono il nome dal pioniere dell’aviazione e scrittore Antoine de Saint-Exupéry in marrone, quella sul suo personaggio più famoso “Le Petit Prince” in blu, la collaborazione con la scuola pilota di caccia d’élite TOPGUN (e quindi indirettamente, ovviamente, il film con Tom Cruise) in ceramica nera, la serie Spitfire o Heritage con Fauxtina (sembra patina, ma è nuova) o cassa in bronzo.

Davvero eccitante è anche la dimensione relativamente nuova e più piccola con un classico diametro di 36 millimetri.

Calibro: Il calibro automatico di fabbricazione del Mark XVIII chiama IWC 35111, mostra anche la data in una finestra e ha una riserva di carica di 42 ore.

Diametro:

40mm Altezza:


Bracciale da 11 mm: Pelle Impermeabile:60 metri

Il segreto divertente dell’orologio del pilota è che i piloti non avevano davvero bisogno di orologi: originariamente erano destinati ai navigatori di bordo, che, ad esempio, potevano solo determinare dove ti trovassi di notte in base all’orae alla costellazione stellare. Per loro, la IWC consegnerò il Marco 11 originale al Ministero della Difesa britannico. I piloti si unirono più tardi.


Tudor Black Bay Cinquantotto – Orologi

Orologio regalo di Natale Tudor Black Bay 58
  • La sorellina Rolex
  • Subacqueo-Darling del recente passato
  • A partire da 3060 Euro

Probabilmente nessun altro marchio ha sperimentato un hype paragonabile negli ultimi anni come Tudor. La sorellina di Rolex, che, in senso figurato, è autorizzata a estrarare un po’ più della venerabile icona dell’orologio svizzero, ha da diversi anni un proprio Submariner nella sua gamma, l’unico orologio iconico che è prima di tutto associato al marchio. (In passato, non bisogna dimenticare, Tudor aveva effettivamente un Submariner nella collezione, che ora è scambiato a prezzi Rolex).

Anche nel caso dell’orologio qui presentato, è un orologio subacqueo, il Black Bay Fifty-Eight. Il Subacqueo, sul mercato dal 2018 e disponibile anche in Marina dal 2020, è, come suggerisce il nome, ispirato agli orologi subacquei degli anni ’50. E mentre la prima versione è dotata di quadrante nero e dettagli dorati con un sacco di fascino retrò, la nuova Black Bay blu con le sue lancette e indici bianchi è un pezzo più senza tempo, classico.

Tanto più che con un diametro di 39 millimetri e un’altezza di quasi 12 millimetri, gestisce anche l’atto di bilanciamento tra totalmente portatile e tuttavia abbastanza evidente in termini di dimensioni.

Quindi se stai cercando un orologio sportivo in acciaio di qualità Rolex, con calibro manifattura, ma ad un prezzo di “solo” poco più di 3000 euro: per favore, al momento non migliora. Qui troverai tutte le informazioni sulla

 Tudor

I dati Modelli

Ci sono varianti con quadrante blu o nero con tre diversi bracciali ciascuno: in nero con cinturino in pelle o cinturino tessile (3060 euro ciascuno) o con cinturino in acciaio inossidabile 3340 euro. La Black Bay blu è dotata di un nastro soft-touch o di un nastro tessile (3060 euro ciascuno) o anche sul cinturino in acciaio 3340 euro).

Calibro: MT5402 (COSC) (Automatico, riserva di carica 70
ore)

Diametro: Bracciale da 39 mm : Tessile, acciaio, pelle o soft-touch
Impermeabile:200 metri

Originariamente,una rosa adornava il quadrante degli orologi della manifattura fondata nel 1926, ma fu sostituita nel corso dei decenni dal segno ancora oggi utilizzato.


Seiko SPB 151 – Orologi

Seiko SPB 151 orologi
Seiko SPB 151 PUBBLICHE RELAZIONI
  • L’orologio di “Apocalypse Now”
  • L’epitome di un orologio da utensili
  • A partire da 1150 Euro

Di recente ho sentito da qualcuno che in qualche modo è riuscito a rompere il suo Seiko 6105, e alla prossima occasione devo chiedere se ha usato una mazza o ha guidato un carro armato sopra di esso. In realtà, il 6105, solo uno dei tanti modelli iconici Seiko, ma forse il più iconico, non deve essere abbattuto. La SPB151, una nuova edizione dei leggendari Subacquei, che risale agli anni ’60, è disponibile dall’estate 2020.

Tra i fan, come l’originale, porta anche il nome di “Captain Willard”, l’attore principale di Martin Sheen da “Apocalypse Now”. Indossa l’orologio subacqueo giapponese nell’epopea vietnamita – ed è quindi storicamente corretto, il 6105 era uno dei preferiti tra i soldati. Perché l’orologio non solo sembra ultra-robusto, lo è.

Con la sua cassa a forma di cuscino, la corona a ore quattro e quasi 43 millimetri di diametro, è l’epitome di un orologio da utensili. Non un orologio discretamente elegante, ma uno strumento del peso di quasi 200 grammi. Ed è esattamente questo che li rende così belli. 

Qui troverai tutte le informazioni sul Seiko SPB151.

I dati (versione corrente) Modelli

Con lunetta verde e quadrante verde sul cinturino in gomma (1150 euro) o nella versione nera originale sul cinturino in acciaio (1350 euro).

Calibro: 6R35 (Automatico,
riserva di carica di 70 ore)

Diametro: Braccialetto da 42,7 mm:

Fascia in silicone o acciaio inossidabile (con estensione ad immersione) Impermeabile:200 metri


Jaeger-LeCoultre Reverso – Orologi

JaegerLeCoultre Reverso. orologi
Jaeger-LeCoultre Reverso. Â© StudioCruchon
  • Il design più famoso degli orologiai degli orologiai
  • Icona dell’Art Deco
  • A partire da circa 5500 Euro

Nessun altro produttore di orologi ha un doppio nome più appropriato di Jaeger-LeCoultre, perché tutto ciò che proviene dalla loro Grande Maison nella Valle svizzera del Giura è sempre almeno due cose contemporaneamente. Da un lato, c’è la posizione speciale di “orologiaio degli orologiai”, perché JLC è sempre stata pioniera tecnica e inventori dotati, i cui movimenti e componenti sono sempre stati trovati in molti orologi delle migliori altre case.

Ed è proprio questa casa guidata dalla tecnologia che ha creato uno dei design di orologi più indipendenti di tutti i tempi con il Reverso. Alcuni possono fare tutto.

Questa molle – si vorrebbe dire: naturalmente! – anche la forma angolare del Reverso di una considerazione tecnica, vale a dire il desiderio di un meccanismo con cui il quadrante un tempo sensibile dell’orologio può essere protetto semplicemente capovolgerlo.

Quindi il design è un esempio di “la forma segue la funzione” molto prima ancora che la frase esistesse, e rende solo le prestazioni di progettazione più incredibili. La leggenda narre che gli ufficiali britannici in India stavano cercando un modo per tenere gli occhiali da guardia al sicuro dalla palla dura mentre giocavano a polo. Che la storia sia vera o meno, il Reverso è nato nel 1931 ed è diventato un’icona dell’era Art Deco, e oggi lo consigliamo praticamente per ogni situazione tranne che giocare a polo. Per questo dovresti toglierli. E mentre nuoto.

Jaeger-LeCoultre Reverso

In tutte le altre situazioni, tuttavia, è fantastico. È sorprendentemente diverso, ma accattivante, e non sorprende che sia anche multistrato al polso – quasi femminile, soprattutto nella versione media, irradiando allo stesso tempo una mascolinità classica. Ci sono troppe versioni ed è anche troppo complesso per poter anche avvicinarsi a una certa immagine, ma la sua eleganza è difficile da battere, soprattutto con jeans e T-shirt, anche se è ovviamente un bell’orologio.

Ci sono orologi che sembrano un po ‘lucidi nelle loro varianti dorate, con il Reverso il metallo prezioso sembra completamente naturale. La variante mostrata è quella con un piccolo secondo (circa 6050 euro), perché il movimento attraverso una lancette dei secondi è a mio avviso una delle più belle mai costruite da mani umane, ma ammiro chiunque sia abbastanza rilassato da indossare la versione ancora più semplice senza una seconda mano, come se il mondo intero non fosse così importante per lui. Non puoi vivere più bene. 

Qui troverai tutto sul Jaeger-LeCoultre Reverso.

I modelli di dati (versione attuale)

Le variazioni del Reverso con tutti i suoi modelli speciali sono praticamente ingestibili, quindi ci concentriamo qui sulle differenze fondamentali. Da un lato, questa è la dimensione, per gli uomini ce ne sono fondamentalmente due, Medio e Grande, e bisogna provarli, perché gli orologi angolari sembrano così diversi che le misure da sole dicono poco su come funziona sul braccio. Poi oggi c’è la fantastica possibilità di ospitare un secondo quadrante sul retro, cioè il lato che si vede quando l’orologio è piegato verso il basso.

Questo Reverso Duoface è fondamentalmente due orologi al prezzo di un buon uno e mezzo. Inoltre, JLC offre una serie di complicazioni, in particolare un bellissimo display delle fasi lunari con una data del puntatore. E poi, naturalmente, la questione se l’oro o l’acciaio inossidabile. Tutto in tutto, c’è tutto.

Calibro: La foto “REVERSO CLASSIC MEDIUM SMALL SECONDS” è alimentata dal calibro di allevamento manuale della manifattura 822/2 con riserva di carica di 42 ore.

Dimensioni: 42,9mm x 25,5mm Altezza:

Bracciale da 7,5 mm: Pelle Impermeabile:30 metri

Il Reverso, l’orologio con i due volti, è anche quello dell’eroe del cinema con le due vite: Christian Bale lo indossa come Bruce Wayne, che caccia i criminali nel suo tempo libero come Batman. 


Breitling Navitimer – Orologi

Breitling Navitimer  orologi
Breitling Navitimer
  • Il cronografo per piloti
  • Il miglior quadrante completamente sovraccarico di sempre
  • da circa 5400 Euro

Spicca il Navitimer, dovuto anche al fatto che il cronografo era già sovrassize in tempi in cui questa non era ancora una tendenza. Il progetto è in circolazione dal 1952 e la società del fondatore Léon Breitling era nel settore da decenni come fornitore di aeromobili e le persone che li controllano.

Nei nostri tempi guidati dal marketing, potresti dover dire questo: hanno sempre significato l’aviazione seriamente a Breitling. Con l'”Emergenza” hanno ancora un orologio nel programma, che in alcuni paesi può essere acquistato solo su presentazione della licenza del pilota, perché potresti usarlo per inviare segnali di soccorso da isole solitarie se necessario.

Notate per la prima volta le diverse scale numeriche intorno alla lunetta nel Navitimer: Questa è una regola di, come piloti usati nell’era pre-computer per calcolare il consumo di carburante, per esempio. Se chiedete a un pilota, oggi SARA’ avaro di sapere come utilizzare una tale regola di scorrimento. Fingiamo di crederci.

Breitling Navitimer

Naturalmente, tali espedienti non sono necessari dieci volte oggi, ma questo vale per gli orologi da polso meccanici in generale, se leggete questo testo qui, posso presumere che non vi preoccupiate delle necessarie sciocchezze di Shmötig. Questa scala numerica intorno alla lunetta del Navitimer fa parte del design, una parte storica, devi dire. Per capire quanto sia follemente difficile mettere questa quantità di informazioni in uno spazio così piccolo senza rendere impossibile nemmeno leggere il tempo, devi solo guardarti intorno alla rete un po ‘.

Non voglio dare esempi negativi, perché il meraviglioso mondo dell’orologio da polso non ne ha bisogno, ma ovviamente ci sono quadranti squilibrati, e molti di loro soffrono di troppe cose in troppo poco spazio.

Il Navitimer (a proposito, penso che dovresti dire il Navitimer, ma Breitling lo vede in modo diverso) è il primo esempio che non solo può andare bene, ma brillante. È il metro di valutazione del massimalismo.

Breitling Navitimer

Puoi anche vederlo nel fatto che l’orologio è stato un po ‘solo nella line-up di Breitling per molto tempo. Fino a poco tempo fa, costruivano principalmente orologi derivati dal Chronomat di successo simile, il che significava che la filosofia di design poteva essere riassunta abbastanza bene con “early macho”. Non è male, le macchine enormi, quasi robuste che esistono ancora lì, irradiano un potere molto sicuro di sé.

Ma mi piace ancora di più il percorso attuale: un’intera famiglia è cresciuta dal Navitimer, in cui ora ci sono anche modelli a tre lancetti senza cronografi, tutta una serie di diametri diversi e affiancati da altri modelli più filigranati che si basano sulla storia breitling, l’offerta degli svizzeri è improvvisamente di nuovo rotonda. Si adatta di nuovo perfettamente.

Mi piace perché credo che come indossatore di un orologio non vuoi solo essere un fan di un modello, ma dell’intera manifattura, così come è più soddisfacente avere una band preferita di questa sola canzone. Il design è sempre la prima espressione di un’intenzione umana, ed è più divertente come una cosa quando allo stesso tempo ti senti come se stessi in accordo con le persone che lo creano.

E la cosa della regola della diapositiva: in realtà è una gioia quando capisci come funziona. Vorrei dire: una volta capito come funziona, ma l’ho già dimenticato due volte in 20 anni. Probabilmente perché non sono un pilota. A volte lo sogno e basta.

 Qui troverai tutte le informazioni sul Navitimer Breitling.

I modelli di dati (versione attuale)

Le varianti sono troppo numerose per descriversi qui in modo completo, ma il cronografo classico è disponibile nel nucleo nei diametri 43 e 46 millimetri. Nella foto ecco la mia versione preferita personale con quadrante blu con totalizzatori neri (classico sarebbe un panda inverso in nero con gli occhi bianchi) e il compromesso perfetto di 43 millimetri per 7500 euro. Ci sono una varietà di combinazioni di colori, custodie in acciaio e oro e anche un bracciale in metallo estremamente bello e confortevole.

Calibro:Il Navitimer B01 Chronograph 43 è alimentato dal calibro di manifattura Breitling 01 con una fantastica riserva di carica di 70 ore. Oltre alla funzione cronografo, mostra anche la data.

Diametro : 43mm Altezza

 Bracciale da 14,25 mm

Pelle Impermeabile: 30 metri

Ilmodello preferito segreto nella collezione attuale è una nuova edizione del modello del 1959 con ancora più scritte sul quadrante e una cassa in platino, poi per 38.500 euro. Puoi sognare


Patek Philippe Nautilus – Orologi

Patek Philippe Nautilus orologi
Patek Philippe Nautilus PUBBLICHE RELAZIONI
  • La regina degli orologi sportivi in acciaio
  • Probabilmente il design dell’orologio più eccitante per sempre
  • A partire da circa 28.345 Euro

Il design del Patek Philippe Nautilus è presumibilmente quello che ami o odi, ma in realtà dovrebbe esserci qualcuno che odia questo orologio: entra in te stesso e scusati! Si sbagliano. Punto. Questo orologio è semplicemente un capolavoro.

Non c’è nulla da fare: nel 1972, quattro anni prima del Nautilus, il loro designer Gérald Genta aveva già progettato la versione di lusso perfetta di un orologio sportivo in acciaio con un bracciale integrato con la Royal Oak ad Audemars Piguet. E quando dico perfetto, voglio dire: non migliorare. Immacolato.

E poi, durante una fiera dell’orologio – come ha raccontato – si è seduto alcuni tavoli accanto alla delegazione Patek a pranzo e ovviamente ha avuto la sensazione di doversi creare qualcosa di più che perfetto, in realtà qualcosa per il quale non c’è più categoria terrena. Disegnò la prima bozza del Nautilus su un tovagliolo.

Il risultato è un orologio che puoi guardare per tutta la vita senza mai sentirti “normale” per un secondo. L’ispirazione per la forma presumibilmente deriva dall’oblò di una fodera oceanica con il meccanismo di piegatura e chiusura sui lati, ma onestamente si può dire che su un sacco di leggendari disegni Genta, quindi rivendico: L’uomo si è ispirato soprattutto.

Patek Philippe Nautilus

Una delle prime scoperte quando togli brevemente gli occhi dalle ali e riesci a ignorare brevemente questa goffratura ipnotica delle strisce trasversali sul quadrante blu è la forma ottagonale quasi unica accennata della lunetta, che è così tipica Genta. Non è proprio rotondo, ma è ancora organicamente perfettamente sopra la silhouette di queste drammatiche ali che hanno messo il Nautilus – o in Patek Ultras parlano: il 5711/1A – a parte tutti gli altri orologi del mondo.

Se stai cercando qualcosa da criticare su questo orologio, troverai solo il fatto che devi essere l’amato padrino del primogenito di un concessionario Patek per poterlo acquistare nuovo.

Le liste d’attesa sono così lunghe che ogni Nautilus è aumentato di prezzo quando è stato effettuato dal negozio. Potresti rivenderli immediatamente se potessi, ma il fortunato acquirente probabilmente dovrebbe bendarsi. Chiunque li guardi una volta si perde. 

I dati (versione corrente) Modell

Sono 27 i diversi Nautilus in acciaio inox, rosa e oro bianco per uomo e donna, con varie complicazioni e nella versione donna anche con diamanti sulla lunetta o completamente ghiacciati. I prezzi vanno quindi nell’alta gamma a sei cifre.

Calibro:La semplice variante a tre mani 5711/1A-010 (con data) è alimentata dal calibro di manifattura automatico 26-330 S C con rotore in oro 21 carati, visibile attraverso il retro in vetro zaffiro. Offre una riserva di carica di 35 ore.

Diametro :40mm Altezza: 

Bracciale da 8,3 mm:

Acciaio Impermeabile: 120 metri

L’affermazione di una pubblicità per il Nautilus negli anni Settanta è ancora leggendaria oggi: “Uno degli orologi più costosi del mondo è realizzato in acciaio” – uno degli orologi più costosi al mondo è realizzato in acciaio. Per Patek Philippe e un mondo intero in cui l’orologio dorato distingueva chi lo indossava come un tipo di successo, questo era rivoluzionario. 


Nomos Vetreria Orion – Orologi

Nomos Glashtte Orion  orologi
  • Semplicemente un bellissimo orologio
  • La frase sopra è corretta, indipendentemente dalla parola che sottolinei
  • A partire da circa 1600 Euro

Se la perfezione significa davvero che non puoi portare via nulla, allora l’Orion della manifattura Nomos a Glashütte in Sassonia è almeno molto vicino. Nella versione più semplice con lancette argentate su quadrante bianco placcato argento e un classico, oggi modesto di 35 millimetri di diametro, questo orologio è così senza freni ridotto alle basi che ognuna delle sue parti sembra completamente naturale. Certo, ecco come appare un orologio. È un’arte alta raggiungere proprio questo obiettivo.

Nel frattempo, c’è l’orologio, che è stato chiamato “l’orologio preferito segreto” a Nomos per anni (in contrasto con la tangente opprimente, molto più ostinata, che avrebbe meritato questo posto qui altrettanto), in varie dimensioni fino a un lussureggiante diametro di 41 millimetri, con avvolgimento manuale o automatico e nelle più diverse combinazioni di colori di mani e quadranti, ma le proporzioni si contengono in ogni dimensione, proprio come il senso irrazionale di precisione che guarda con le mani sottili e sottili innescare.

Naturalmente, non puoi leggere il tempo da un Orione in modo più accurato che da quasi tutti gli altri orologi (Disclosure:

Nomos Vetreria Orion

Ci sono alcuni orologi certamente belli con un quadrante scheletrato, da cui praticamente non riesco a leggere il tempo), ma coloro che non l’hanno mai fatto prima dovrebbero concedersi la gioia e trascorrere un po ‘di tempo con un orologio con le mani fini, sembra davvero che siano più precisi – e un po ‘più di ordine sta facendo molto bene al mondo in questo momento.

Nomos è una manifattura speciale sotto molti aspetti, e oltre a tutte le peculiarità simpatiche di natura filosofica ed estetica, l’eccezionale rapporto qualità-prezzo degli orologi è un argomento molto tangibile. 1600 euro per un orologio di manifattura di Glashütte hanno bisogno quindi nessuna giustificazione che si possa pensare di acquistarne due in colori diversi. Ma non lo farete, esattamente per i giusti motivi: difficilmente si può avere una relazione molto più intima con un oggetto che con un orologio da allevamento a mano.

Ogni giorno fornisti alla molla tensione, la nutri con energia, per così dire, mentre guardi la dolce planata del piccolo secondo. Un tale orologio diventa un membro della famiglia con un carattere chiaro che non cambi con l’abito. 

I dati Modelli

Ora è abbastanza facile confondere ciò che ha a che fare con la crescita della famiglia di modelli Orion. C’è l’orologio a cinque diametri, ovvero con recupero manuale la versione donna da 33 millimetri, la classica versione unisex 35 con 35 e la versione uomo da 38 mm. Con avvolgimento automatico anche in 39 e 41 millimetri – e in una varietà di combinazioni di colori. L’unica complicazione sono le versioni con visualizzazione della data.

Calibro:La variante originale è alimentata dal calibro Nomos Alpha con riserva di carica di 43 ore.

Diametro: 35mm Altezza: Braccial da 8,7 mm:

Pelle di cavallo con fibbia perno Impermeabile:30 metri

L’orologio prende il nome dalla serie cult degli anni ’60 “Raumpatrouille Orion”, una sorta di “Star Trek” tedesco. Presumibilmente, la forma dell’orologio ricorda la forma dell’astronave Orion.


Rolex Submariner – Orologi

Rolex Oyster Perpetual Submariner orologi
  • Probabilmente l’ultimo one-man-one-watch
  • Iconico orologio subacqueo
  • A partire da 7350 Euro

È solo un’ipotesi, ma si potrebbe scommettere sui soldi: se si potesse chiedere a tutti gli uomini del mondo il loro orologio da sogno, il Rolex Submariner avrebbe probabilmente il maggior numero di voti. È la Porsche 911 tra i cronometri meccanici del braccialetto: un equipaggiamento sportivo quasi assurdamente sovraqualificato il cui design rimarrà aggiornato per sempre.

E si potrebbe benissimo sostenere che per qualcuno che si è innamorato del credo “un uomo, un orologio” (poverina!), l’icona Rolex è la risposta definitiva a tutte le domande: si adatta a ogni outfit e non c’è situazione in cui devi toglierlo, perché può resistere a tutto (tranne il golf forse, perché nessun orologio da polso meccanico può tollerarlo).

Un orologio da collezione follemente stabile, e di valore stabile qui in realtà significa che l’orologio guadagna già valore con il suo acquisto, perché è nuovo (come molti modelli Rolex al momento) difficilmente disponibile.

Il Submariner originale risale al 1953 ed è stato il primo orologio da polso a tenere stretto fino a una pressione dell’acqua di 100 metri, il secondo traguardo per Rolex, che aveva già costruito l’Oyster nel 1926, il primo orologio da polso impermeabile di sempre. L’attuale versione del 2020 è appena cresciuta di uno fino ad ora 41 millimetri di diametro, il che ha reso un orologio perfetto un orologio perfetto. 

Qui troverai tutte le informazioni sul Rolex Submariner.

I dati (versione corrente) Modelli

Con o senza data, sia in acciaio inox, con data anche con lunetta verde, in acciaio/oro giallo con quadrante blu e lunetta e in oro bianco con lunetta blu.

Calibro: Dal 2020 con i calibri di manifattura Rolex 3230 o 3235 (data) con riserva di carica di 70 ore 

Diametro:Braccialetto da 41 mm

Oyster band con estensione ad immersione Impermeabile:300 metri

Il nome è enfatizzato sulla seconda sillaba, quindi non come il rin YellowSubma dei Beatles sulla terza, e l’Io è brevemente parlato come se la N fosse una doppia N – cioèsub-ma-rin(n)er. 


Hamilton PSR – Orologi

Hamilton PSR orologi
Hamilton PSR PUBBLICHE RELAZIONI
  • Il primo orologio digitale
  • Nostalgia per il futuro
  • A partire da circa 725 Euro

Si può discutere di quasi tutto ciò che riguarda gli orologi, ma mi oso molto avanti e dico: Nessun orologio ha scosso il mondo degli orologi da polso nel 20 ° secolo più del primo orologio digitale elettronico, il Pulsar P1, che è arrivato sul mercato nel 1972 (anche se in un mercato molto piccolo: era limitato a 400 pezzi, era fatto d’oro e costava tanto quanto un’auto). Il suo successore, il P3, è stato quindi il segnale di partenza per il mercato della massa digitale – ed è stato ristampato da Hamilton nel 2020.

Era un simbolo tanto quanto un orologio: un orologio digitale era indossato allora se eri un uomo del futuro – era il momento degli sbarchi sulla luna, i Rolling Stones avevano appena inventato il loro logo labbra e tutti i segni indicavano il progresso. Tutto era possibile, anche orologi senza mani. È commovente immaginare a molti livelli che questo simbolo di progresso sia ora vissuto intorno al polso con nostalgia, e per cosa sarebbero buoni gli orologi se non come un costante promemoria di grandi emozioni.

Pulsar apparteneva a Hamilton (ora Seiko) in quel momento, quindi il nome è sulla nuova edizione, altrimenti è visivamente molto vicino all’originale, tecnicamente fortunatamente no: all’inizio degli anni ’70 dovevi ancora premere il pulsante sull’orologio per visualizzare l’ora. Quindi il futuro stava migliorando.

 Qui troverai tutti gli orologi

I dati (versione corrente Modelli

Oltre alla versione in acciaio, c’è una versione limitata al 1970 (la data di invenzione) con rivestimento PVD color oro.

Calibro: Èun orologio al quarzo. Con
display ibrido LED OLED

Dimensioni:40,8 x 34,7 mm 

Bracciale:Acciaio inossidabile (se applicabile. Con rivestimento
PVD) 

Impermeabile:100 metri

Elvis fu uno dei primi portatori della bizzarra prima edizione, la versione di massa fu indossata da Jack Nicholson e Keith Richards, per esempio. 

Vedi:   Le fiabe diventano realtà: i gioielli Drachenfels dal gioielliere di Ralf Häffner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.