Orologi meccanici parte I: carica manuale

Orologi meccanici parte I: carica manuale

Orologi di lusso di grandi marche uomo e donna
Clicca per votare questo articolo!
[Voti: Media: ]

È preciso, economico da acquistare e non necessita di alcuna manutenzione significativa: stiamo parlando dell’orologio al quarzo. Tuttavia, gli orologi meccanici hanno conosciuto una rinascita negli ultimi anni. Nel seguente post sul blog andiamo a fondo del fascino dell’orologio meccanico.

Sfondo storico

A differenza dell’orologio al quarzo, che ha fatto precipitare l’industria orologiera svizzera in una grave crisi negli anni ’70 e ’80, l’orologio meccanico può vantare secoli di storia: l’invenzione dell’orologio meccanico a ruota è datata intorno al 1300. Da allora le capacità tecniche e manuali si sono perfezionate. Un importante prerequisito tecnico per gli orologi portatili – e quindi per la loro crescente idoneità all’uso quotidiano – è stata l’invenzione della molla.
I primi orologi da tasca furono probabilmente realizzati in Francia alla fine del XV secolo, dove furono utilizzate per la prima volta le molle di tensione. Nelle fonti tedesche si incontra ripetutamente il nome Peter Henlein in relazione al primo orologio da tasca, che si dice abbia realizzato modelli portatili già nel 1511.
Anche se l’orologio da polso meccanico ha iniziato la sua marcia trionfale solo nel XX secolo, la tecnologia di un movimento a carica manuale è cambiata poco dalla sua invenzione. Negli anni ’20 furono aggiunti orologi da polso con carica automatica. Che siano manuali o automatici, nel frattempo gli orologi meccanici sono diventati oggetti per appassionati il ​​cui valore emotivo è di gran lunga superiore a quello degli orologi al quarzo.

Fascino tecnico

Quasi nessun’altra innovazione tecnica si è dimostrata efficace quanto l’orologio meccanico dalla sua invenzione. Nel corso dei secoli è stato perfezionato da numerosi maestri orologiai e migliorato in funzionalità e precisione.
I componenti di questa piccola meraviglia tecnologica sono i seguenti:

● Rohwerk (francese: Ebauche)
● Inibizione (francese: scappamento)
● Cerchione bilanciato con molla a spirale
● molla di tensione
● quadrante orologio
● Puntatore

Il solo lavoro grezzo consiste di almeno 60 parti diverse. In questo contesto, è un risultato incredibile che solo negli anni ’60 Ebauches SA, una fusione dei più importanti produttori di materie prime svizzere (AS, ETA, Valjoux ecc.), sia stata in grado di fornire 220 diversi movimenti con movimenti manuali e automatici.
Oggi i produttori di calotte sono molti meno, tra i più importanti ci sono Eta, Sellita e Soprod. Di conseguenza, il numero di calibri meccanici che possono essere forniti è diminuito in modo significativo e il numero di produttori indipendenti è aumentato. Puoi saperne di più su questo nel nostro post sul blog sui movimenti di fabbricazione.

Come funziona un orologio meccanico?

La funzione di un orologio meccanico si basa su un sofisticato sistema in cui un ingranaggio innesta l’altro. I tre gruppi funzionali più importanti sono costituiti da trasmissione, ingranaggio e scappamento.
Nel caso di orologi a carica manuale, l’azionamento dell’orologio è alimentato dal meccanismo di carica manuale. Questa forza raggiunge prima la canna. Da lì viene trasferito alla ruota di scappamento tramite il treno di ingranaggi. L’ancora collega la ruota di scappamento con il bilanciere oscillante, al quale viene trasmessa la forza ridotta.
Il bilanciere è il cuore del sistema di oscillazione. Assicura la generazione di un movimento che si definisce nel tempo, che a sua volta viene trasferito al treno di ingranaggi e passato alle lancette. Le ruote dei minuti, del fondo piccolo e dei secondi traducono la potenza nelle velocità richieste: ore, minuti, secondi.
Il ticchettio di un orologio è la bella rassicurazione acustica che il sistema di oscillazione e scappamento di un orologio funziona.

Vedi:   Quanto sono belli gli orologi Davosa? Modelli e prezzi popolari

Orologi meccanici a carica manuale

Rolex_Cellini_Ultra_Thin_SideOltre al significato storico e all’eccellenza tecnica degli orologi meccanici, è l’aura di speciale che li rende così attraenti. Un orologio al quarzo è affidabile e funzionale. È la decisione del ragionevole. L’orologio meccanico è la scelta di appassionati di orologi e collezionisti. Un modello a carica manuale riproduce l’essenza originale di un orologio meccanico.
Ancora oggi, numerose aziende producono ancora orologi a carica manuale. Una versione particolarmente bella e abile è stata creata da Rolex intorno al 1960: il Rolex Cellini Ultra Thin in oro bianco. Con un diametro di 32 millimetri e un’altezza della cassa di soli 5,3 millimetri, è un orologio delicato,

che si sposa perfettamente con la tendenza odierna verso modelli particolarmente flat. Il bracciale in oro bianco 18kt è intrecciato ad arte e abbraccia ogni polso. Il quadrante bianco-argento supporta l’aspetto semplice dell’orologio e gli indici applicati.
Nel cuore dell’elegante cassa spunta il calibro a carica manuale Rolex 650, ben protetto da un vetro zaffiro leggermente bombato. Il Rolex Cellini ultrasottile è il compagno ideale per le donne che desiderano un segnatempo dal significato storico. Trattandosi di un raro oggetto da collezione, sicuramente non ne incontrerai un altro con questo modello!

Cronografi a carica manuale

Breguet_Classique_CronografoBreguet_Classique_Chronograph_Carica manualeIl cronografo Breguet Classique lo rende un po’ più sportivo. Ha un diametro di 36 millimetri, che lo rende un piccolo tra i cronografi. Ciò sottolinea ancora di più la sua nobiltà. In quanto rappresentante della serie Classique, il cronografo riflette le linee guida tecniche, l’arte dell’orologeria e i valori tradizionali del marchio. Il cronografo Breguet Classique è realizzato in oro giallo 18kt ed è avvolto intorno al polso da un elegante cinturino in pelle di coccodrillo. Il quadrante è in oro massiccio, argentato a mano e lavorato ad arte. Ci sono numeri romani neri su di essa, su cui si muovono le lancette azzurrate. Il movimento a carica manuale è un calibro Breguet 533 con spirale Breguet. Riccamente decorato, può essere visto al lavoro attraverso la finestra in vetro zaffiro. Il Breguet Classique Chronograph è un segnatempo perfetto per chi vuole unire sportività e stile.
Il modello appena discusso riprende abilmente lo stile dei primi tempi Breguet. Il Breitling Venus Chronograph non è necessario: in realtà risale agli anni ’50. Breitling_Venus_Cronografo

Vedi:   Regali di Natale per le donne: 8 idee esclusive

Breitling_Venus_Chronograph_HandaufzugLa cassa in acciaio inossidabile da 38 millimetri è placcata in oro e ha acquisito una meravigliosa patina nel corso degli anni. Il quadrante color crema, dal quale risaltano nettamente le cifre e gli indici in marrone, rosso e blu, attira l’attenzione in modo particolare. Il calibro Venus 170 all’interno del cronografo è piacevolmente facile da caricare e cambiare. Nel complesso, l’orologio è in ottime condizioni originali e attende con impazienza chi lo indossa si ritrova nel fascino degli anni Cinquanta.

Orologio a carica manuale con una sola lancetta

Infine, vorremmo parlare di un modello moderno, ma anche molto particolare, a carica manuale: lo Gnomonik Auf & Ab di Schaumburg Watch. Come orologio a una mano, il modello dell’azienda orologiera tedesca attira di per sé l’attenzione. Ma vale la pena menzionare in particolare i suoi meccanismi interni: il movimento up & down con ponte Schaumburger, il cui ponte del bilanciere è inciso in finissima filigrana. Allo stesso modo, le placche del calibro SW-07.9 sono accuratamente levigate a mano, come puoi vedere attraverso il retro trasparente. Con un diametro di 42 millimetri e un’altezza della cassa di 12,8 millimetri, l’orologio corrisponde alla tendenza odierna verso gli orologi di grandi dimensioni. Il quadrante argentato spazzolato è dotato di semplici numeri e indici neri. Schaumburg_Watch_Gnomonik_Handaufzug

Un totalizzatore a ore tre mostra per quanto tempo la riserva di carica è ancora sufficiente affinché l’orologio sia più che adatto all’uso quotidiano.
Una volta scaduto, inizia il rituale preferito di chi lo indossa: quando l’orologio viene caricato, la potenza del meccanismo meccanico viene apparentemente trasmessa al proprietario attraverso la corona. Quindi è l’essere apparentemente vivente che rende un orologio meccanico così attraente. Andremo più in dettaglio sugli orologi automatici in un futuro post sul blog. Fino ad allora, ci auguriamo che ti diverta a navigare nel nostro negozio online www.watch.de. Se hai domande, non esitare a contattarci personalmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.