Hands-On: Le Régulateur Louis Erard x atelier oï Orologio in edizione limitata

Hands-On: Le Régulateur Louis Erard x atelier oï Orologio in edizione limitata

Di Lusso
Clicca per votare questo articolo!
[Voti: Media: ]

L’inaspettata ascesa di Louis Erard nell’ultimo anno o giù di lì è stata così soddisfacente da osservare ed è davvero meritata e meritata dal marchio. Dopo le collaborazioni con Vianney Halter e Alain Silberstein, il marchio sta facendo qualcosa di leggermente diverso con quest’ultima uscita in collaborazione con lo studio di architettura svizzero atelier oï. Le Régulateur Louis Erard x atelier oï ha ridotto il linguaggio del design a linee disegnate assemblate come raggi asimmetrici pensati per evocare una meridiana.


“Come si leggono le ore?” è una domanda che immagino verrà posta a molte delle 178 persone abbastanza fortunate da possederne uno. Prima di tutto (se il nome non lo rivelava), è un regolatore AKA il metodo decostruito di raccontare il tempo. Dalla parte superiore del quadrante verso il basso, hai il quadrante delle ore a ore 12, una grande lancetta centrale dei minuti e un quadrante dei secondi a ore 6. A un esame più attento, noterai che le linee incise che si aprono a ventaglio sul quadrante in realtà finiscono in 60 aree equidistanti con incrementi di cinque minuti in grassetto. Leggere le ore non è semplicissimo, ma francamente, dopo un po’ di tempo con l’orologio, ci si fa l’abitudine. Lo stile e il design hanno la meglio sulla leggibilità, tuttavia, e giustamente, poiché questo orologio è più un’opera d’arte che uno strumento pratico.

Vedi:   Edox Skydiver Neptunian: Recensione, prezzo e opinioni.



Il quadrante è striato di linee asimmetriche incise che lo attraversano a ventaglio. Le linee incise sono estremamente lucide e brillano così meravigliosamente contro il quadrante grigio opaco anche con la luce più delicata. È una bellezza assoluta e affascinante da guardare mentre si muove sotto la luce.


Le Régulateur Louis Erard x atelier oï è alloggiato in una cassa in acciaio lucido (con 50 m di impermeabilità) larga 42 mm e spessa 12,25 mm con una misura ansa ad ansa di 49,6 mm. Attraverso il fondello in mostra è possibile vedere il movimento Sellita SW266-1, che funziona a 28.800 alternanze/ora e ha una riserva di carica di 38 ore. È un movimento abbastanza buono anche con un rotore ben lavorato.

Suppongo che se c’è una cosa che cambierei di questo orologio, è che preferirei un movimento a carica manuale. Ad esempio, l’ETA Peseux 7001 con il modulo Louis Erard RE9 utilizzato nella prima collaborazione con Alain Silberstein ha consentito una cassa sottile di 8 mm di spessore. Penso che un quadrante come quello di questo atelier oï collaborazione richieda un quadrante più grande e, quindi, una cassa rispetto a quella che ETA/RE9 potrebbe gestire.

Vedi:   Colore grigio: 14 orologi con quadranti grigi Orologio



Il team di Louis Erard merita molto credito per ciò che ha fatto con il marchio in pochi mesi e Le Régulateur Louis Erard x atelier oï dimostra che sanno come evitare di incasinarsi. Hanno corso un rischio collaborando con uno studio di architettura, ma ne è valsa la pena perché il risultato è un orologio assolutamente bellissimo che sta in piedi da solo e non rielabora formule di successo del passato.

Mentre il mio piano iniziale era di avere questo articolo pratico pronto quando l’orologio è stato rilasciato, gli dei delle spedizioni e dei trasporti avevano altri piani. Inutile dire che sembra che i 178 pezzi di Le Régulateur Louis Erard x atelier oï siano parlati in questo momento, ma c’è una lista d’attesa (che puoi trovare qui) che suggerirei a chiunque ne fosse interessato, in quanto non è insolito che gli ordini falliscano per vari motivi. Come per la maggior parte delle sue precedenti collaborazioni in edizione limitata, Le Régulateur Louis Erard x atelier oï ha un prezzo di 3.500 CHF. Puoi saperne di più su louis-erard.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.