Cosmograph Daytona – il cronografo 2.0

Cosmograph Daytona – il cronografo 2.0

Orologi di lusso di grandi marche uomo e donna
Clicca per votare questo articolo!
[Voti: Media: ]

La scelta dell’orologio di tutti gli orologi dalla gamma di prodotti Rolex apparentemente infinita sembra a prima vista impossibile. A un esame più attento, tuttavia, diventa evidente che il Rolex Cosmograph Daytona rivendica indiscusso il primo posto per se stesso.

L’Oyster Perpetual Cosmograph Daytona non è solo il modello Rolex più ambito di tutti, ma anche il Rolex più perfetto della storia. Gli attributi ad esso attribuiti vanno da “potente, preciso, affidabile e perfettamente leggibile a impermeabile, robusto e a carica automatica a comodo, senza tempo, elegante ed estremamente prestigioso.” Il modello deve la sua storia di successo al perfetto mix di funzionalità, design e più 50 anni di storia dello sviluppo. Se a un orologio viene concesso il privilegio di portare il logo “Rolex” sul quadrante, è legato al riconoscimento dell’industria orologiera. Tuttavia, l’aggiunta dell’attributo Daytona al lettering rappresenta un aggiornamento qualitativo in una classe a sé stante.

Cosmograph Daytona – il cronografo 2.0

Per rendere visibile fin dall’inizio la differenza rispetto ai precedenti cronografi, Rolex ha deciso di annunciare questa nuova classe di orologi con un nuovo nome, Cosmograph. Il nome di questa generazione di cronografi, appositamente progettati per i piloti da corsa, dovrebbe già mettere in ombra tutto ciò che l’ha preceduta. Il design cromatico del quadrante è stato modellato dal contrasto cromatico dei totalizzatori del cronografo con il quadrante. “I quadranti luminosi sono stati combinati con i totalizzatori neri” e viceversa. “La scala tachimetrica, una graduazione che consentiva di utilizzare la lancetta dei secondi del cronografo per misurare la velocità media su una distanza predeterminata, è stata spostata dal quadrante alla circonferenza della lunetta, rendendo il quadrante più semplice e aperto”.

Le caratteristiche tecniche sono e sono sempre state legate alla funzione in Rolex e, nel caso del Daytona, hanno consentito un nuovo livello di leggibilità. Inoltre, hanno conferito alla Daytona il suo aspetto iconico caratterizzato da aspetti tecnici con un tocco sportivo. Grazie alla costruzione tecnicamente eccezionale, il Daytona ha fatto il salto nel gruppo degli “orologi da polso professionali”, sotto la cui terminologia, ad esempio, il Rolex Explorer per alpinisti, ricercatori ed esploratori, ma anche il Submariner, sviluppato appositamente per i subacquei d’altura , sono stati elencati.

Il “quadrante di Paul Newman”

Rolex non ha dovuto aspettare molto per il primo cambio al nuovo Cosmograph. Solo poco tempo dopo l’uscita, l’azienda ha presentato nuove varianti del quadrante. L’attore americano Paul Newman ha plasmato la perfezione di un uomo perfetto come nessun altro. Come pilota appassionato, solo il Daytona era l’orologio preferito per lui. Rolex ha realizzato un quadrante appositamente per lui che in seguito avrebbe reso il Cosmograph famoso quanto chi lo indossava. Nonostante la regolazione ottica, il nuovo design ha portato anche vantaggi tecnici. La leggibilità delle funzioni del cronografo in condizioni di gara difficili era notevolmente migliorata. “Caratteristica era la seconda suddivisione della minuteria sul bordo esterno del quadrante su una fascia dello stesso colore contrastante dei tre totalizzatori, possibilmente anche con graduazione rossa. Per migliorare ulteriormente la leggibilità, i totalizzatori erano tipicamente dotati di indici di blocco. “
Sebbene le innovazioni tecniche siano sempre un argomento che riceve molta attenzione in Rolex, l’azienda non perde di vista il passato. Questo è anche il caso della Daytona. Si legava perfettamente ai valori dei cronografi del passato. “Nel 1965, Rolex ha compiuto un ulteriore passo avanti nello sviluppo. Da quel momento in poi, i pulsanti a vite hanno impedito l’azionamento accidentale dei pulsanti e allo stesso tempo hanno completato il concetto Oyster, caratterizzato dall’aggiunta di Oyster “Oyster Cosmograph” sul quadrante, che ha anche dimostrato l’elevata resistenza all’acqua del modello. Inoltre, la lunetta tachimetrica è stata dotata di un disco in plexiglass nero, la cui graduazione bianca ha migliorato nuovamente la leggibilità. “

Vedi:   Collezione di orologi: inizia bene con questi orologi

L’aggiunta di Daytona

Più o meno nello stesso periodo i nuovi quadranti ricevettero per la prima volta l’aggiunta di Daytona. Pensato inizialmente solo per il mercato americano, sembra ragionevole ritenere che il legame tra il modello e le corse debba essere enfatizzato più fortemente aggiungendo il nome del Daytona International Speedway in Florida. Il marchio ha agito come timer ufficiale lì. Nel tempo, la scritta è stata applicata a tutti i quadranti indipendentemente dal mercato e si estende “in lettere rosse in un semicerchio sopra il totalizzatore a ore 6”. certificato di cronometro, con la scritta sul quadrante Oyster Cosmograph Daytona Superlative Chronometer Officially Certified era in mostra.

Il Cosmograph Daytona – i superlativi erano ieri

“Nel 1988 Rolex costruì un movimento cronografo di alta qualità disponibile in commercio con un meccanismo a carica automatica, al quale Rolex fece apportare così tante modifiche che alla fine oltre il 50% dei componenti fu sostituito da parti sviluppate appositamente per i movimenti Rolex. Il risultante calibro 4030 aveva un cuore Rolex, bilanciere ad inerzia variabile, dadi Microstella, una spirale con curvatura finale Breguet e il rotore Perpetual sviluppato internamente da Rolex dal 1931. Da allora, l’azienda ha sottoposto i movimenti a severi test per l’aggiunta del certificato ufficiale di cronometro, una garanzia scritta di massima precisione. ”Da allora in poi, tutti i modelli portarono la nuova denominazione Oyster Cosmograph Daytona Superlative Chronometer Officially Certified. Il rilancio del modello, però, ha riguardato molto di più che solo gli aspetti tecnici. Il design rivisto ha costituito la base per l’esterno inconfondibile e distintivo di Daytona di oggi. La cassa Oyster è stata ingrandita da 36 mm a 40 mm ed è stata aggiunta una protezione della corona. La lunetta tachimetrica è stata allargata ed è stata aggiunta una scala graduata incisa con 400 unità. Inoltre, sono state installate nuove lancette, nuovi indici e totalizzatori con nuova cornice.
“L’incredibile successo del modello si basa sulla rinascita dell’interesse generale per gli orologi meccanici e in particolare per i cronografi. Molto probabilmente lo stesso Cosmograph Daytona ha giocato un ruolo decisivo nello sviluppo di questa tendenza. Così è successo che personaggi famosi delle corse automobilistiche, della politica, degli affari e dell’arte hanno scelto il Daytona come loro orologio preferito e hanno innescato una domanda che prima era sconosciuta nel settore dell’orologeria”.

Nuovo millennio – nuovo Cosmograph Daytona

Rolex ha utilizzato la svolta del millennio come il momento perfetto per portare sul mercato una versione completamente rivista del Cosmograph. Come il primo Cosmograph del 1963, il modello 2000 rappresentava il “cronografo del futuro”, ma la differenza stava nel tipo di innovazioni. Mentre il cronografo ha sorpreso con il suo aspetto radicalmente ridisegnato nel 1963, le innovazioni nella versione 2000 erano di natura tecnica.
Nel modello è stato integrato un movimento cronografo completamente integrato e sviluppato autonomamente con meccanismo a carica automatica, il calibro 4130. Il movimento ad alte prestazioni era pieno di soluzioni tecniche innovative e brevettate che non avevano eguali non solo in termini di “robustezza, affidabilità, efficienza e precisione”, ma anche la facilità di manutenzione ha alzato un livello completamente nuovo. Il movimento nella sua perfezione stabilisce nuovi standard per i cronografi di alta qualità con meccanismo a carica automatica. Le straordinarie prestazioni sono derivate dall'”uso di una frizione verticale per controllare le funzioni del cronografo in contrasto con l’uso precedente di una frizione orizzontale. Il nuovo tipo di soluzione si basa sul principio di due dischi sovrapposti, che lavorano insieme per attrito quando entrano in contatto diretto. ”Quando è stato premuto il pulsante, il nuovo sistema ha permesso ai secondi del cronografo di avviarsi e fermarsi con precisione e senza strappi. Per la costruzione del meccanismo del cronografo, Rolex è riuscita a ridurre del 60% il numero di parti necessarie. Questo guadagno di spazio è stato ottenuto semplificando il sistema di totalizzazione delle ore e dei minuti. Mentre due meccanismi separati erano precedentemente fissati su entrambi i lati del movimento, Rolex ha posizionato il meccanismo su un lato e ha aggiunto una frizione decentralizzata. Questa soluzione brevettata ha permesso di ridurre le viti di regolazione da 5 a 1. Il nuovo spazio è stato utilizzato per allargare la molla, che ha aumentato la riserva di carica da 50 ore a 72 ore.
Anche l’oscillatore è stato completamente revisionato da Rolex. “È stata installata una bilancia più grande con un sistema di regolazione fine con dadi Microstella, che è stata tenuta in posizione per mezzo di un ponte continuo fissato su entrambi i lati. Una delle innovazioni più spettacolari e rivoluzionarie è stata l’uso della spirale Breguet Parachrom: “Questa spirale appositamente sviluppata, brevettata e prodotta da Rolex da una lega di niobio-zirconio ha aumentato notevolmente la precisione del movimento. Questo effetto è stato ottenuto attraverso una maggiore resistenza alle interferenze. Tuttavia, l’assoluta insensibilità ai campi magnetici, l’elevata stabilità in caso di sbalzi di temperatura e l’immunità ai piccoli urti nella vita di tutti i giorni erano tra le proprietà della nuova spirale Rolex. È inoltre il primo calibro Rolex ad avere inciso sulla massa oscillante il nome del modello in questione. La scritta Daytona era decorata in un semicerchio in rosso, analogamente alla scritta sul quadrante.

Vedi:   Orologi resistenti: cinque orologi per situazioni estreme

Modello Oyster Professional in platino

Sono trascorsi 50 anni dall’introduzione del primo Cosmograph e il modello rivendica ancora il primo posto nella categoria dei cronografi sportivi. Nonostante i numerosi cambiamenti estetici e innovazioni tecniche, Rolex inventa sempre qualcosa di nuovo per spingere ulteriormente il modello verso la perfezione. L’ultima fase di sviluppo non è stata completata fino al 2013. La prima versione del modello Oyster Professional in platino.

Modello in acciaio – lunetta in ceramica

Nel 2016, Rolex ha presentato a Baselworld la nuova versione tanto attesa dell’Oyster Perpetual Cosmograph Daytona, che presenta una lunetta tachimetrica monoblocco Cerachrom in ceramica nera sviluppata appositamente da Rolex. La combinazione di tecnologia all’avanguardia ed estetica sportiva ed elegante riflette l’essenza dei precedenti Daytona e continua la tradizione di questo leggendario cronografo. La nuova lunetta nera rende omaggio al modello della metà degli anni ’60 con un pannello in plexiglas nero. La certificazione di cronometro superlativo secondo i criteri appena definiti da Rolex 2015 attesta le eccezionali prestazioni del Cosmograph Daytona. Sebbene non sia nota una data di rilascio fissa, ma solo scambiata come possibile data alla fine di luglio / inizio agosto, l’orologio è esaurito da anni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.